Febbraio 25, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I prestiti rateali dai servizi di pagamento possono essere molto costosi

I prestiti rateali dai servizi di pagamento possono essere molto costosi

Al: 20 gennaio 2024 alle 16:13

I servizi di pagamento rendono lo shopping online molto semplice e conveniente. Con pochi clic potete pagare la fattura oppure concordare un acquisto a rate. Ma i prestiti apparentemente semplici sono costosi.

Pochi clic e il prodotto viene acquistato dal negozio online ed è buono come se fosse stato pagato. Per rendere il processo di pagamento il più semplice possibile per i clienti, molti rivenditori online offrono oltre al classico bonifico bancario o al pagamento con carta di credito l'elaborazione tramite servizi di pagamento. Verrai reindirizzato automaticamente al modulo di pagamento da Klarna, PayPal, Amazon o Google Pay; Sono necessari solo pochi clic e dati per pagare il prodotto. Per renderlo ancora più semplice, potete anche scaricare gratuitamente l'app del rispettivo fornitore di servizi sul vostro smartphone.

È possibile pagare qualsiasi tipo di articolo, compresi gli acquisti più grandi e costosi, come laptop, TV o mobili. Se paghi l'importo in un'unica soluzione, il commerciante dovrà pagare la commissione per il servizio di pagamento. Ma non tutti possono pagare facilmente somme ingenti. Ecco perché i servizi di pagamento offrono anche il pagamento rateale. Se vuoi usufruirne, dovresti prima verificare se sono dovuti gli interessi o se si tratta di un finanziamento pari allo zero per cento. Lo sottolinea la Stiftung Warentest. Perché se l'acquisto avviene a rate con interessi, potrebbe essere molto costoso per i consumatori.

A volte l'interesse è superiore al 13%.

Il portale di confronto Verivox ha effettuato un calcolo comparativo e ha effettuato acquisti di prova online con scadenza ottobre 2023. Tra le altre cose è stato acquistato un laptop del valore di 2.236 euro. Per un prestito rateale di due anni l'interesse presso Klarna era del 13,6% e presso PayPal del 10,99%. “I costi per interessi in queste circostanze ammontavano a un totale di 309 euro”, afferma la giornalista portavoce di Verivox Jessica Connell. Dal portale di confronto è emerso che un prestito rateale da parte di una banca sarebbe stato molto più conveniente al 7,19%.

Quindi, se effettuate un acquisto di valore superiore a 500 euro, non lasciatevi tentare da offerte di prestito apparentemente convenienti tramite servizi di pagamento. È meglio confrontare i prestiti. “Soprattutto i giovani sono aperti a questi nuovi metodi di pagamento: acquista ora, paga dopo”, afferma Connell. In un sondaggio online commissionato da Verivox tra le persone di età compresa tra i 18 e i 79 anni, quasi uno su tre tra i 18 e i 39 anni ha affermato di aver utilizzato servizi di pagamento, compresi i prestiti rateali.

L'ingresso passivo nella Schufa come rischio

Connell dice che molte persone non si rendono nemmeno conto che tali finanziamenti potrebbero comportare un ingresso negativo nel sistema Shufa se non vengono rimborsati. Ciò può accadere facilmente se tramite il servizio di pagamento vengono eseguite troppe operazioni di finanziamento contemporaneamente e se ne perde traccia.

Quindi ha senso cercare un prestito bancario a buon mercato e raggruppare il finanziamento individuale in un unico prestito. Se questo ti sembra troppo impegnativo, puoi optare per il finanziamento senza interessi di Klarna con pochi clic extra.

Regole Ue più severe per i piccoli prestiti

Nel novembre 2023, l’Unione Europea ha inasprito le linee guida per il credito al consumo, compreso il microcredito. I consumatori nell’Unione europea hanno diritto a migliori informazioni sul credito. Le banche e gli altri istituti di credito devono quindi verificare meglio se le persone possono effettivamente permettersi il prestito e ripagarlo in seguito. Inoltre, i consumatori dovrebbero poter recedere dai contratti di credito entro 14 giorni senza fornire motivazioni.

Le nuove linee guida mirano a fornire una migliore protezione in particolare alle famiglie a basso reddito. L’attuazione di tutte le norme dipende in parte dagli stessi Stati membri. In generale, la Germania e gli altri paesi dell’UE devono recepire i requisiti nella legislazione nazionale entro due anni.