Dicembre 6, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I numeri dei contagi crescono rapidamente: l’Austria si prepara a bloccare le persone che non sono immuni

I numeri delle infezioni stanno aumentando rapidamente
L’Austria si prepara a chiudere le persone non vaccinate

Non perdere tempo: questo è il motto nella lotta contro la quarta ondata di corona in Austria. Chiudere le persone non vaccinate dovrebbe essere un affare fatto domani. Secondo il rapporto, la maggior parte dei paesi sostiene questa mossa violenta.

Secondo i piani attuali, l’Austria vuole mettere in vigore il blocco previsto per le persone non vaccinate domenica a mezzanotte. Dovrebbe inizialmente applicarsi fino al 24 novembre, secondo un progetto di regolamento disponibile per l’agenzia di stampa APA. Queste misure sono necessarie per “prevenire il crollo delle cure mediche”. Il governo ha voluto discutere i piani con gli stati federali domenica.

C’era già un’ampia approvazione in anticipo. Domenica sera è prevista una commissione dell’Assemblea nazionale per decidere sulla questione. Questa è una formalità. Secondo il progetto, le persone che non sono state vaccinate o guarite possono lasciare le loro case in tutto il paese solo in casi eccezionali. Ciò include i compiti necessari, il metodo di lavoro e gli sbocchi per il rilassamento fisico e mentale e la “soddisfazione dei bisogni religiosi fondamentali”. Questo non dovrebbe valere per i bambini di età inferiore ai dodici anni.

“Dobbiamo collaborare”

Oggi, sabato, i nuovi infortuni da Corona segnalati in Austria hanno nuovamente raggiunto un record: in un giorno sono stati registrati più di 13.000 infortuni. Il tasso di incidenza a sette giorni per 100.000 residenti è aumentato a 814,6. Proprio all’inizio della settimana, l’Austria ha introdotto una regola 2G per bar, turismo, eventi e sport alla luce del forte aumento dei numeri. Ciò significa che hanno accesso solo chi è stato vaccinato e chi si è ripreso.

“Dobbiamo lavorare insieme per combattere la pandemia di Corona”, ha affermato il governatore (primo ministro) della Stiria, Hermann Schutzenhofer, dell’APA. Joanna Mikl-Leitner, governatore della Bassa Austria, ha affermato che aveva senso agire a livello nazionale. “La riluttanza di alcuni a farsi vaccinare non dovrebbe portare a restrizioni per tutti”.

Anche il sindaco di Vienna Michael Ludwig ha sostenuto i piani. Dietro anche Salisburgo e Alta Austria, e Carinzia e Vorarlberg vogliono aspettare l’incontro.

Il governatore tirolese Gunther Blatter, in qualità di presidente della Conferenza del governatore, ha affermato che altri governanti hanno accettato di chiudere i non vaccinati. Solo il rappresentante del Burgenland è rimasto scettico. Il governatore Hans-Peter Doskozel dell’APA ha affermato che la domanda è come dovrebbe funzionare in pratica il “blocco delle persone non vaccinate” e come potrebbe essere interpretato.

READ  Matrimonio infantile in Afghanistan: tuo padre l'ha venduto a un vecchio - Politica all'estero