Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I combattenti di Wagner parlano della guerra in Ucraina

I combattenti di Wagner parlano della guerra in Ucraina

Il gruppo Wagner ha reclutato decine di migliaia di prigionieri dalle carceri russe per combattere in Ucraina. Alcuni hanno ora parlato delle loro esperienze.

Le cose più importanti a colpo d’occhio


Devono compensare le pesanti perdite in Ucraina: il gruppo mercenario russo Wagner ha reclutato circa 50.000 prigionieri negli ultimi mesi. L’accordo: combattono in Ucraina per sei mesi, ma se sopravvivono sarà annullata la pena rimanente.

occupazione

Quattro dei cinque uomini hanno detto ai giornalisti di Reuters di essere stati reclutati direttamente dal capo di Wagner, Prigozhin. Aveva viaggiato di prigione in prigione reclutando detenuti. Gli uomini nelle interviste hanno detto che ha dato loro una seconda possibilità.

Uno di loro è Rustam Borovkov, che stava scontando una condanna a 13 anni per omicidio colposo e rapina. Descrive il processo come segue: Lo scorso luglio, Prigozhin è stato portato in prigione vicino al confine estone. Ha tenuto un discorso lì, a cui hanno partecipato diverse centinaia di prigionieri. Poi avevano tre giorni per prendere una decisione. Segnalati circa 40. Si dice che i tossicodipendenti siano stati esaminati con l’aiuto di un test del poligrafo, e il resto fosse in viaggio per l’Ucraina dopo la scadenza. “Ho capito subito che me ne sarei andato, anche prima che venisse da noi”, ha detto il 31enne Borovkov. La sua motivazione era la sua famiglia: “Ho un bambino, volevo tornare dalla mia famiglia”.

Ricerca disperata di soldati: le registrazioni mostrano come il capo di Wagner voglia conquistare i condannati per la guerra. (Fonte: t-online)

Un altro dice che si è offerto volontario per un senso di obbligo patriottico. Il ladro condannato ha scontato più della metà della pena ma è andato avanti lo stesso. Gli furono concesse due settimane per riflettere e poi fu ospitato in un’altra ala della prigione, dove le guardie dissero di trattarlo con rinnovato rispetto.

Gli uomini descrivono un trattamento rispettoso, ma ci sono anche segnalazioni contrarie. Un video del discorso di Prigozhin in carcere è emerso sui social media, come riportato da Reuters. In esso concede ai prigionieri solo cinque minuti per decidere: chiunque rinneghi la loro promessa verrà fucilato come disertore.

In un altro video, oltre all’amnistia, gli è stato promesso uno stipendio mensile di 100.000 rubli (1.220 euro) – lo stipendio medio in Russia è di 65.000 rubli.

un esercizio

Questo è stato seguito dall’allenamento, che è stato breve ma intenso, hanno detto gli uomini, e si parla di due o tre settimane. Alcuni degli istruttori erano veterani delle forze speciali russe. “Tutto è stato organizzato al più alto livello”, ha detto Boroko.

Gli uomini intervistati hanno detto a Reuters che la maggior parte delle reclute aveva precedenti esperienze militari, come il servizio militare o come soldati professionisti. Due dei prigionieri hanno testimoniato che i prigionieri con esperienza militare sono stati nominati comandanti.

Tombe dei mercenari Wagner nella regione russa di Krasnodar: gli osservatori presumono che un gran numero di reclute sia caduto in prigione. (Fonte: Stringer/Reuters)