Marzo 4, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I camionisti slovacchi chiudono il valico di frontiera con l’Ucraina

I camionisti slovacchi chiudono il valico di frontiera con l’Ucraina

Al: 1 dicembre 2023 alle 20:47

Dopo i camionisti polacchi, anche gli spedizionieri slovacchi chiudono il valico di frontiera con l’Ucraina. Chiedono che l’Unione Europea reintroduca i permessi di trasporto per i camion ucraini.

I camionisti slovacchi bloccano il più importante valico di frontiera del Paese con l’Ucraina. In tal modo hanno seguito l’esempio degli automobilisti polacchi a lunga percorrenza che hanno paralizzato per diverse settimane i valichi di frontiera del loro paese con l’Ucraina. Accusano i loro concorrenti ucraini di costringerli ad abbandonare l’attività di spedizione all’interno dell’Unione Europea con tariffe di spedizione più basse.

L’agenzia di stampa slovacca TASR, citando diversi membri del sindacato, ha riferito che il blocco del passaggio da Vesne Nemeky in Slovacchia alla città ucraina di Uzhhorod è iniziato alle tre del pomeriggio. Ha aggiunto che il blocco continuerà indefinitamente.

Solo quattro camion all’ora

Il blocco al confine slovacco comprende la consegna di cibo deperibile, beni militari e umanitari e il trasporto di animali. Inoltre potranno transitare quattro camion ogni ora. La polizia ha annunciato che cercherà di garantire l’operazione più sicura e agevole possibile. Vysne Nemecke è l’unico valico tra Slovacchia e Ucraina attraverso il quale possono transitare i camion.

Il sindacato slovacco dei camionisti UNAS chiede all’Unione europea di reintrodurre i permessi di trasporto per i camionisti ucraini una volta entrati nell’UE. L’UE ha revocato i permessi dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina nel 2022. Si prevede che le delegazioni di Polonia, Slovacchia e Ungheria solleveranno la questione lunedì in una riunione dei ministri degli Esteri dell’UE a Bruxelles.