Maggio 24, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I batteri pericolosi si diffondono rapidamente nel mare

I batteri pericolosi si diffondono rapidamente nel mare
  1. tz
  2. mondo

Nel Mare del Nord e nel Mar Baltico vivono germi pericolosi. Uno studio ora mostra che i batteri si stanno diffondendo rapidamente a causa del cambiamento climatico.

Kassel – Siccità, ondate di caldo e condizioni meteorologiche estreme: Effetti del cambiamento climatico Sentito in tutto il mondo. Anche le alte temperature del mare causano problemi ai ricercatori. Perché ciò consente la diffusione di germi pericolosi che causano malattie mortali.

Studio sui cambiamenti climatici: i batteri si moltiplicano rapidamente nell’acqua calda salata

Dopo che lo scorso anno il devastante uragano Ian ha causato una devastazione diffusa in Florida, sono stati rilasciati batteri pericolosi. Questo è ciò che hanno scoperto i ricercatori della Flordia University e dell’Università del Maryland in un nuovo studio Nella rivista scientifica mBio pubblicato era diventato.

Per fare ciò, sono stati raccolti campioni dopo la tempesta dell’ottobre 2022 e sono stati valutati i dati satellitari e ambientali. Il risultato: molti vibrioni prosperano rapidamente nell’acqua calda salata e si moltiplicano soprattutto durante gli uragani e le inondazioni. Anche in Aumentano le inondazioni a Kassel. Le cause della diffusione dopo l’uragano Ian includono la quantità di precipitazioni, i cambiamenti nella temperatura della superficie del mare e la concentrazione di clorofilla nel mare.

Conseguenze del cambiamento climatico: la diffusione di batteri pericolosi – questi sintomi sono possibili

Ma cosa sono esattamente le vibrazioni? Si tratta di batteri a forma di bastoncino che fanno parte della normale flora batterica e si trovano anche nel Mare del Nord e nel Mar Baltico. Il rappresentante più famoso è il Vibrio cholerae, che può portare all’omonima infezione gastrointestinale altamente contagiosa. Il Robert Koch Institute (RKI) riferisce che i vibrioni non correlati al colera causano ferite gravi e infezioni gastrointestinali quando entrano in contatto con le persone.

In rari casi, l’infezione può portare a sepsi (avvelenamento del sangue), che può essere fatale. Le persone possono contrarre la malattia nuotando nel Mar Baltico o nel Mare del Nord, a condizione che abbiano ferite non cicatrizzate o fresche. Questo di solito porta a infezioni purulente che “necessitano di un trattamento chirurgico urgente”, secondo l’RKI. Le infezioni del tratto digestivo causate dai condimenti possono verificarsi dopo aver mangiato frutti di mare o pesce crudi o poco cotti.

  • Sintomi tipici di un’infezione della ferita da vibrioni:
  • Dolore locale
  • Febbre, brividi e sepsi
  • Necrosi e formazione di ulcere
  • Distruzione dei tessuti (fascite necrotizzante)
  • Sintomi tipici delle infezioni gastrointestinali con vibrioni:
  • Dolore addominale crampiforme
  • Vomito
  • nausea
  • Diarrea
  • Sepsi
  • Fonte: RKI

Dopo l’uragano Ian, i ricercatori hanno notato un aumento delle “infezioni necrotizzanti della pelle e dei tessuti molli”, come ha descritto in una dichiarazione il professor Norman Beatty. avviso. Senza antibiotici appropriati, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto infetto. Nel peggiore dei casi esiste il rischio di amputazione della zona interessata.

Conseguenze del cambiamento climatico: ricercatori sorpresi – “inaspettato”

I ricercatori americani sono rimasti sorpresi dal fatto che molti vibrioni siano stati facilmente rilevati nei campioni raccolti. Antarpreet Jutla del Dipartimento di Ingegneria Ambientale dell’Università della Florida ha spiegato che il gruppo di ricerca “non si aspettava che questi agenti patogeni fossero presenti settimane dopo l’uragano”. Lo studio sottolinea quindi “quanto sia importante comprendere le influenze del clima, del tempo e dei processi ambientali sulla diffusione di agenti patogeni clinicamente rilevanti negli esseri umani”, ha affermato Jutla.

L’Ufficio federale per la valutazione dei rischi avverte anche di un aumento dei batteri che necessitano di sale con l’aumento della temperatura del mare. Ciò colpisce in particolare le acque superficiali, l’acqua di mare vicino alla costa e i frutti di mare. Secondo la Leibniz Society Research Foundation, solo il 10% delle circa 130 specie può causare infezioni nell’uomo.

I vibrioni si stanno diffondendo rapidamente a causa dei cambiamenti climatici.  L'Ufficio federale per la valutazione dei rischi avverte della presenza di acqua di mare vicino alla costa.
I vibrioni si stanno diffondendo rapidamente a causa dei cambiamenti climatici. L’Ufficio federale per la valutazione dei rischi avverte della presenza di acqua di mare vicino alla costa. © Mohsen Al-Sanam Moqaddam / Agenzia di stampa tedesca

Tuttavia, tra il 2002 e il 2019, ogni anno si sono verificati fino a 20 casi di vibrio sulle coste tedesche, inclusi alcuni decessi. È probabile che questo numero aumenti a causa del riscaldamento globale e degli eventi meteorologici estremi associati. Recentemente si è verificata una forte tempesta sulla costa del Mar Baltico.

Per proteggersi dalle infezioni, l’Ufficio federale per la valutazione dei rischi sconsiglia di nuotare nell’acqua di mare calda (a partire da 20 gradi) nel Mare del Nord e nel Mar Baltico con ferite aperte o che difficilmente guariscono. Ciò è particolarmente vero per le persone con malattie preesistenti e un sistema immunitario debole. Bisogna fare attenzione anche quando si fa il bagno nel lago: ci sono dei rischi Piccoli animali si insinuano nella pelle. (formaggio)