Dicembre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Haas non ha alcun “sostituto” per Mick Schumacher

16:33

Ralf Schumacher: Haas non ha “sostituto” per Mick

Lo zio ed esperto di Mick Schumacher, Ralf Schumacher, non riesce a immaginare che Haas espelle il tedesco dopo la stagione. “Mick ha fatto tutto quello che doveva fare per guidare per Haas in Formula 1 nel 2023”, Scrive nella sua rubrica su “Heaven”..

“Gene Haas e Gunter Steiner ci penseranno bene e poi si renderanno conto che non c’è nessun sostituto per Mick. Daniel Ricciardo non è uno di loro e Nico Hulkenberg è più sulla via della pensione che di abbattere di nuovo gli alberi”, spiega.

“Sulla base della sua prestazione e dei miglioramenti che ha fatto quest’anno, puoi dire quanto potenziale ci si può ancora aspettare da Mick. Sulla base di ciò, non c’è alcun sostituto per lui”, afferma Schumacher, che considera “concepibile” che Mick sia un pilota alternativo potrebbe passare a un’altra squadra.

“Ma ovviamente è meglio e più importante per il suo sviluppo che sieda sempre nell’abitacolo della Formula 1”, afferma.

00:41

Steiner protegge Schumacher

Il tedesco è stato criticato da alcuni dopo il Gran Premio degli USA, ma ora ha il supporto del suo capo squadra. “L’auto è stata danneggiata. Non puoi richiamare questa prestazione [echte] performance”, afferma Gunther Steiner.

Steiner ha difeso il suo pilota: “Penso che abbia perso circa 30 punti di carico aerodinamico perché ha attraversato il relitto. Non sai cosa sarebbe successo se non avesse perso alcun carico aerodinamico”.

Capiamo che sta trascorrendo un weekend pulito in Messico. Potrebbe averne bisogno nella lotta per un nuovo decennio!


00:25

Hamilton cerca più titoli mondiali

Quindi torniamo al nostro argomento all’inizio della giornata. Durante il suo tour mediatico, Lewis Hamilton ha parlato ancora del suo annuncio di voler estendere il suo contratto Mercedes oltre il 2023.

Rivela che sta prendendo di mira un accordo per diversi anni. “Non mi pongo alcun limite”, spiega. Significato: Hamilton non vuole solo legarsi alle Silver Arrows fino al 2024 ma anche allora.

“Ho la sensazione di poter guidare la squadra a più campionati”, ha detto Hamilton, che compirà 40 anni nella stagione 2025. Ma questo non sembra essere un problema per lui.

“Allora Fernando [Alonso] Si ferma, quindi probabilmente ci penserò due volte. Perché allora sarò il pilota più grande”, ride. Il prossimo anno Alonso compirà 42 anni ed è anche lontano dal finire la Formula 1…


12:13

Qual è il prossimo?

Ricordiamo che tra meno di un’ora (1:00) ci sarà un’udienza per determinare se la protesta di Albin fosse ammissibile. Ma allora cosa? Ci sono solo due opzioni qui.

Se l’eccezione viene dichiarata accolta, si procede ad un’altra udienza. Non è ancora chiaro quando ciò accadrà. Se la protesta è dichiarata inammissibile, l’argomento sarà chiuso.

Significa: la sentenza di Alonso durerà e il caso sarà chiuso.


00:05

Steiner: Ci interessa solo la coerenza

Il capo della Haas ha parlato di nuovo della protesta ad Austin e ha spiegato: “Sono per la coerenza. Non è contro le Alpi o chiunque altro. Si tratta di coerenza generale”.

Pertanto, a suo avviso, i padroni di casa hanno preso la decisione giusta. Alonso Albine era “clandestino” a causa dello specchio rotto. E avrebbero dovuto esserci delle “conseguenze” per questo.

“Le regole stabiliscono che un’auto deve avere due specchietti”, spiega Steiner. Per lui la questione era chiara.


23:53

Verstappen: Vietare le coperte elettriche è pericoloso!

Non è un segreto che molti nel paddock siano contrari al divieto delle coperte per pneumatici caldi. Ecco perché un tale piano non è stato implementato fino ad oggi. Il campione del mondo è anche un critico di questa idea.

“Non è stato divertente”, dice l’olandese, guardando Austin. Lì, le coperte elettriche erano già praticamente soffocate nei test sugli pneumatici dell’FT2. E svela: “Ho quasi svoltato in pit lane”.

“Penso che ci saranno molte cadute”, avverte, spiegando che ci saranno molti scivolamenti con le gomme fredde nei primi giri. Non accetta l’argomento secondo cui altre serie possono fare a meno delle coperte elettriche.

“Hai molta meno potenza lì”, spiega, aggiungendo che anche le auto non sono così pesanti. Sicuramente pensa che il divieto in Formula 1 sia sbagliato.


23:40

Magnussen: Non avrò problemi con Hulkenberg

Oltre a Mick Schumacher, Nico Hulkenberg è ancora in lizza per il secondo cockpit Haas. Insieme a Kevin Magnussen, sarebbe un abbinamento “interessante”! Ma il danese sottolinea di “non avere assolutamente nessun problema” con il tedesco.

“Non lo conosco molto come persona. Ma come pilota l’ho sempre rispettato”, spiega e sottolinea, “quindi non avrò problemi”. Fondamentalmente, comunque non gli importa chi c’è nella seconda macchina.

“Posso sicuramente dire che Mick sta andando davvero bene in questo momento”, ha detto Magnussen. Ora è “decisamente più veloce” di quanto non fosse all’inizio dell’anno. Ma alla fine, questa non è una sua decisione.


23:28

Verstappen: Atteggiamento sul costo “un po’ deludente”

L’olandese ha anche commentato il limite di budget durante il suo tour mediatico di oggi e ha rivelato: “È un po’ deludente. Da parte nostra non pensiamo di aver fatto nulla di male”.

“Ma nel budget sono successe alcune cose molto inaspettate. Dobbiamo affrontarle ora”, ha detto Verstappen, che ha anche chiarito di non avere alcuna influenza sulla decisione.

Sai, lo scopriremo domani!


23:15

A proposito di Leclerc…

Monegas è 124 punti dietro Charles Leclerc in Coppa del Mondo. Tuttavia, se la stagione è andata meglio per lui, può ancora avere una possibilità realistica di vincere il titolo mondiale!

Nella nostra serie di foto, abbiamo individuato esattamente dove Leclerc ha perso punti a causa dei suoi falli o errori della squadra. Quest’anno sono successe tante cose…


Galleria fotografica: Serie di malfunzionamenti di Charles Leclerc: ecco come un pilota Ferrari ha perso la Coppa del Mondo 2022


23:04

Leclerc: La Ferrari sta migliorando in molte aree

Quando il monegasco dice che la Ferrari è sulla strada giusta secondo lui, non è pura prestazione. “Parlavo principalmente della performance di domenica, non della performance in sé”, spiega.

“Abbiamo lavorato molto sulla strategia e sulla comunicazione per alcune gare”, rivela. In questi ambiti sono stati compiuti “passi nella giusta direzione”. In termini di prestazioni pure, la Red Bull è ancora in vantaggio.

Ammette: “Ci stiamo lavorando. Non abbiamo ancora trovato la soluzione”, ma afferma: “Se ci concentriamo su una cosa, di solito miglioriamo abbastanza rapidamente”.

Quindi è “fiducioso” che questo si rifletterà presto nei risultati.


22:53

Hamilton: la successiva sanzione per il 2021 non gli importa

Quindi scopriremo domani quale penalità riceverà la Red Bull per aver superato la linea di budget nel 2021. A Lewis Hamilton è stato chiesto in questo contesto se una successiva penalità per la Red Bull sarebbe stata soddisfacente per lui.

“No, perché il danno è già avvenuto”, ha spiegato, sottolineando di essere “orgoglioso” di ciò che la sua squadra ha realizzato l’anno scorso. Le attuali discussioni sul tetto dei costi dovevano riaprire vecchie ferite.

Ovviamente, soprattutto, significa il modo in cui ha perso il titolo nel finale di stagione 2021. Un successivo calcio di rigore per la Red Bull non cambierebbe nulla per lui.



22:28

Red Bull PK venerdì alle 18:30!

Come già annunciato, domani le cose si faranno serie quando si tratterà del tetto massimo di budget. La Red Bull ha ora annunciato una conferenza stampa sul tetto dei costi alle 11:30 ora locale (18:30 qui).

Forse questo conferma la nostra ipotesi che la FIA si sia ormai qualificata! Di conseguenza, domani scopriremo quale penalità riceverà la Red Bull. Ovviamente puoi leggerlo qui nel nostro nastro.


22:21

Sainz: Russell punito gentilmente dopo la collisione

Lo stesso spagnolo ha commentato anche oggi l’incidente in partenza ad Austin e ha spiegato: “Non credo che avrei potuto fare qualcosa di completamente diverso. Ero nel bel mezzo di una rissa con Max”.

Sainz, che ha rivelato, ha detto: “E’ stato un incidente che ti aspettavi a centrocampo, dove ci sono molte macchine in giro. Mi scuso, George. [nach dem Rennen] Accettabile, ovviamente.

È stato “buono” assumersi la responsabilità dell’incidente. Tuttavia, si ritiene che Russell sia leggermente caduto dai cinque secondi di penalità.


22:12

tempo di ritiro

Il PK è fatto, ma non preoccupatevi: il pomeriggio in Messico è appena iniziato, quindi manca ancora qualche ora qui al bar! Tra le altre cose, ci sono ancora alcuni tour mediatici e, naturalmente, la questione se la protesta nelle Alpi sarà consentita.


Foto: F1: Gran Premio del Messico (Città del Messico) 2022



22:03

Russell: Perché non si è scusato subito

Il britannico si è scusato con Carlos Sainz dopo la gara di Austin. Tuttavia, ha accusato la radio dello spagnolo. Allora da dove viene questo cambiamento di cuore?

Russell ammette di non aver mai cambiato idea. Volutamente non si è dichiarato colpevole alla radio perché la FIA stava ancora indagando sulla scena.

Il mio ragionamento: se avesse ammesso direttamente la sua colpa, ciò avrebbe aumentato le possibilità di ottenere un rigore. Ecco perché si è scusato solo dopo la gara.


21:58

Vettel: Le dimissioni non sono arrivate troppo presto

Dopo la sua ottima prestazione ad Austin, al tedesco è stato chiesto se avesse deciso di ritirarsi anticipatamente dalla Formula 1. Tuttavia, sostiene di averci pensato “a lungo e duramente”.

Ammette di essersi “piaciuto” le gare passate. Ma quest’anno ci sono state anche gare peggiori. In ogni caso, non dubita della sua decisione.

READ  Annullata la partita della Ralph Rangenics League con il Manchester United