Luglio 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guidare una Tesla sarebbe costoso quanto guidare un motore a combustione

Quando Tesla Motors ha lanciato la sua Model S su larga scala nel 2012, gli americani hanno immediatamente creato un’infrastruttura di ricarica. L’idea di Elon Musk è che le persone acquisteranno auto elettriche solo quando hanno anche la possibilità di ricaricarle. All’inizio, i conducenti di Tesla potevano caricare gratuitamente il cosiddetto compressore, ma ora l’azienda chiede soldi. Per la seconda volta nel 2021, Tesla ha aumentato i prezzi per chilowattora. Chiunque in Germania desideri caricare un Tesla Supercharger come conducente Tesla, 45 centesimi per kilowattora o frazione d’ora in poi. Pertanto, i prezzi sono aumentati del 12,5% da novembre a dicembre, rispetto al 2020, anche Tesla sta ordinando il 36% in più, riporta Teslamag.de.

Il riempimento della batteria può costare più di 70 euro

Se vuoi ricaricare la tua Tesla Model S a circa 90 kWh per poter percorrere altri 400 km in una volta, ti costerà 40,50€. A questo prezzo, guidare un’auto elettrica è ormai alla pari di molti motori a combustione. Diventa più costoso se tu, come conducente di un’auto elettrica, vuoi caricare un Tesla Supercharger e non guidare una Tesla. Per poter ricaricare, hai sempre bisogno dell’app gratuita per smartphone Tesla. Inoltre, il compressore deve essere approvato per l’uso da parte di terzi, cosa che Tesla sta gradualmente promuovendo. Quando tutto questo è soddisfatto, paghi 63 centesimi per kilowattora.


A proposito, Tesla non è sola con l’aumento dei prezzi. Tutti gli altri principali operatori di stazioni di ricarica pubbliche hanno aumentato le tariffe quest’anno. Uno dei fornitori di servizi più costosi è Ionity, di proprietà delle case automobilistiche Audi, BMW e Mercedes. Se vuoi ricaricare alla stazione di ricarica Ionity, Paga 79 centesimi per kilowattora. Di conseguenza, il costo per la ricarica della batteria da 90 kWh è di 71,10 euro. Dopotutto, Ionity offre le cosiddette stazioni di ricarica ad alta potenza che ne derivano Ricarica fino a 350 kilowatt e veicoli elettrici da 800 volt all’80% in circa 18 minuti capacità. Tuttavia, il caricabatterie di bordo corretto deve essere installato anche nell’auto elettrica, che attualmente è disponibile solo per Hyundai Ioniq 5 e Kia EV6 per circa € 45.000 o per Audi e-Tron GT e Porsche Taycan, che sono più del doppio del costo. Tuttavia, esiste un’opzione per ottenere condizioni più favorevoli dagli operatori delle stazioni di ricarica tramite contratti. Il modo più economico per guidare un’auto elettrica è caricarla a casa con l’elettricità domestica. con La Wallbox può essere caricata con 11 kilowatt, quindi ha un’auto elettrica completamente carica durante la notte. Attualmente è previsto anche un sussidio di 900 euro se si dispone di una wallbox installata in casa.

READ  La benzina e il diesel sono più economici in questo giorno della settimana

Guidare è diventato un lusso

I prezzi stanno aumentando nelle stazioni di ricarica, ma i conducenti con motori a combustione non dovrebbero eccitarsi troppo. Dopotutto, i prezzi del carburante continuano a salire perché l’imposta sull’anidride carbonica è dovuta anche in aggiunta all’imposta sull’olio minerale. L’obiettivo sembra essere quello di convincere i consumatori ad acquistare alternative più economiche alla mobilità individuale dal loro portafoglio e alla fine a fare qualcosa per proteggere l’ambiente.

Per ridurre le emissioni di anidride carbonica e limitare il riscaldamento globale a 1,5°C, in Europa esiste un programma “Fit for 55”. Non basta che un solo settore sia rispettoso dell’ambiente. Ogni cittadino deve contribuire a questo con il proprio comportamento. Il settore dei trasporti era Nel 2020, circa il 20,3% delle emissioni totali di CO2 della Germania Responsabile. I veicoli elettrici sono un modo per ridurre le emissioni domestiche di anidride carbonica. Sebbene nella produzione di veicoli elettronici venga generata più anidride carbonica che nella combustione, alcune case automobilistiche compensano ciò con pagamenti di compensazione per l’anidride carbonica. Alcuni produttori producono anche solo energie rinnovabili e si assicurano che le loro auto elettriche abbiano il più piccolo zaino di CO2 possibile. Per essere CO2 neutrali su strada, l’e-fuel è un’opzione teorica, ma la produzione di carburanti sintetici è ad alta densità energetica e quindi non ha alcun significato ambientale per l’uso nelle automobili. Inoltre, un litro di carburante elettronico costa – idealmente – circa il doppio di un litro di benzina. In entrambi i casi, il costo della guida di un’auto aumenta.

Vale anche la pena leggere: E-car: Bosch vuole semplificare la ricarica

READ  Perché il CEO vede la Volkswagen in pericolo?

Raccolta quando i prezzi aumentano durante la guida di un’auto:

  • Tesla sta aumentando i prezzi dei suoi compressori, rispetto a novembre 2021, del 12,5% a 45 centesimi per chilowattora. Rispetto a un anno su anno, l’aumento è stato del 36% superiore.
  • Anche tutti gli altri grandi operatori di stazioni di ricarica hanno aumentato le loro tariffe in Germania quest’anno. Ionity è assolutamente al top con 79 centesimi al kilowattora.
  • Ad esempio, per ricaricare 90 kWh in una Tesla Model S, paghi tra 40,50€ (con Tesla Supercharger) e 71,10€ (con Ionity).
  • Tuttavia, i prezzi del carburante sono in costante aumento per convincere finalmente i consumatori a scegliere alternative alla mobilità individuale e proteggere l’ambiente.

Pubblicità: accessori per auto Ordina ora da Amazon
Risorse: Teslamage Ionitye BMU








[PLUS] Aspetti etici e ambientali della produzione di hardware



PCGH Plus: i PC hanno bisogno di minerali, terre rare e molta energia per produrre. Ma quanto è dannosa la produzione di dispositivi per le persone e l’ambiente? Chi deve pagare il conto alla fine? L’articolo proviene da PC Games Hardware 04/2020.
Di più …


Vai all’articolo


I link contrassegnati con * sono link di affiliazione. I link di affiliazione non sono pubblicità perché siamo indipendenti nella ricerca e selezione dei prodotti offerti. Riceviamo una piccola commissione sulle vendite dei prodotti, che utilizziamo per finanziare parzialmente i contenuti gratuiti del sito.