Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Corona e Vacanze: Solo con viaggi di prova in Italia e Grecia

17 dicembre: La Grecia sta reagendo all’aumento dei contagi da corona causati dalla variante Omigron: dal 19 dicembre l’ingresso è soggetto a test obbligatori pubblici. Atene vuole combattere la diffusione della variante Omigron: finora in Grecia ci sono stati 17 casi ufficialmente registrati. A tal fine è stato inizialmente affermato che un test PCR negativo e rinnovato dovrebbe essere presentato indipendentemente dallo stato del vaccino. Tuttavia, al vertice dell’UE a Bruxelles giovedì, ci sono state molte critiche – tra le altre cose – il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere federale Olaf Scholes si sono espressi contro il test PCR obbligatorio per i viaggiatori all’interno dell’UE. Atene ha quindi ordinato un rilassamento. Vale quanto segue: da questa domenica, chiunque entri nel paese avrà bisogno di un test PCR di non più di 72 ore o di un test rapido di non più di 24 ore. Questa regola si applica per la prima volta fino al 10 gennaio.

Italia: anche i vaccini vanno testati

14 dicembre: Le vacanze di Natale in Italia si fanno più complicate: dal 16 dicembre prossimo ingresso Registrazione online Un test (antigene, 24 ore; PCR 48 ore) è sempre obbligatorio. Coloro che sono stati vaccinati e in via di guarigione dovrebbero sottoporsi a un pap test prima della partenza e coloro che non sono stati vaccinati dovrebbero essere isolati per cinque giorni dopo il loro arrivo oltre al test. I bambini hanno delle eccezioni: non devono essere testati fino a quando non hanno sei anni. I bambini di età inferiore ai 18 anni sono esenti dall’immunizzazione senza vaccino se un genitore è stato completamente vaccinato. Secondo il Ministero della Salute italiano, le nuove regole saranno valide fino al 31 gennaio.

READ  Italia o Croazia - Quale paese vuole organizzare il gemellaggio tra città di Melrichstad?

Gli hotel italiani hanno la regola del 3G, nei ristoranti bisogna essere vaccinati o guariti. Molte aree sciistiche sono già aperte, dove si applica il “3G”.

L’Australia occidentale prevede di aprire i suoi confini a febbraio

14 dicembre: Viaggiare in Australia è di nuovo possibile, almeno nell’ovest meno popoloso del paese: l’Australia occidentale vuole riaprire i suoi confini ai viaggiatori internazionali il 5 febbraio 2022, Il governo statale ha annunciato. Il prerequisito è che il 90% dei residenti di età superiore ai dodici anni sia completamente vaccinato contro il virus corona. I requisiti per i viaggiatori saranno severi: dovranno mostrare un test PCR negativo all’ingresso e dovranno controllarsi due volte nel paese. I turisti non vaccinati saranno alloggiati per due settimane in una struttura segregata designata o in un hotel speciale. Lo stato dell’Australia occidentale copre circa un terzo dell’area australiana, ma le destinazioni più popolari del paese sono Sydney, Melbourne, la Grande Barriera Corallina o Fraser Island a est e sud-est.

Non c’è isolamento a Cuba

21 ottobre: Nessun test, nessun isolamento: presto le vacanze a Cuba saranno più facili per chi è stato vaccinato. Dal 15 novembre, il requisito per l’ingresso è un’immunizzazione completa con il rispettivo vaccino approvato dal paese, ha annunciato l’Ufficio del turismo cubano a Berlino in una conferenza stampa del ministro del turismo cubano Juan Carlos Garcia Granta. . Per allora, il 90 per cento della popolazione cubana sarà stato vaccinato. Dal 7 novembre, l’isolamento obbligatorio precedentemente obbligatorio verrà rimosso all’ingresso. I passeggeri che non sono stati vaccinati devono presentare un test PCR negativo entro e non oltre 72 ore dall’arrivo. I bambini di età inferiore ai dodici anni non hanno bisogno di essere vaccinati o testati. Tuttavia, dal punto di vista del governo federale, Cuba è attualmente la regione più pericolosa. C’è un avvertimento di viaggio dal Ministero degli Esteri federale che coloro che non sono vaccinati dovrebbero essere isolati dopo il loro ritorno.

READ  Programma fatto! Chi rappresenta la Germania nell'ESC in Italia?

La Thailandia prevede di aprire per i vaccinati dalla Germania

12 ottobre: Fuori dalla buca di sabbia: finora, i vacanzieri in Thailandia sono stati in grado di viaggiare solo in alcune aree che sono state annunciate come progetti modello “sandbox”. Le persone vaccinate provenienti da 46 paesi potranno viaggiare di nuovo attraverso la Thailandia dal 1 novembre. Oltre alla Germania, l’elenco include anche Stati Uniti, Singapore e Cina, ha annunciato il primo ministro Prayut Chan-o-sa in un discorso televisivo. Ha consigliato al Centro di crisi (CCSA) per la gestione ambientale di Kovit-19 e al Ministero della salute di “riconsiderare urgentemente” entro il fine settimana. Con la protezione completa del vaccino, sarà richiesto un test PCR prima della partenza e un altro test all’arrivo in Thailandia. Successivamente, i vacanzieri possono viaggiare liberamente in tutte le parti del paese. Non ho potuto viaggiare in Thailandia per molto tempo a causa dell’infezione da corona. In estate sono stati lanciati progetti campione, ad esempio a Phuket e nelle isole di Koh Samui. I passeggeri vaccinati potevano entrare, ma dovevano essere seguite regole rigorose e spesso dovevano rimanere sul posto.