Gli utenti di WhatsApp saranno presto in grado di chattare su tutte le piattaforme

Date:

Share post:

Giampaolo Lettiere
Giampaolo Lettiere
"Esperto di birra per tutta la vita. Appassionato di viaggi in generale. Appassionato di social media. Esperto di zombi. Comunicatore."

Un problema comune nella vita quotidiana è l’impossibilità di raggiungere amici, familiari o colleghi tramite un messenger unificato. persona

La fastidiosa sfida di essere rappresentati in tutti i servizi e di monitorare tutto potrebbe presto diventare un ricordo del passato. Come rapporti telegrafici, WhatsApp sarà lì 2,8 miliardi di utenti Abilita la chat tra app senza violare la crittografia end-to-end che protegge la privacy e la sicurezza dei messaggi.

Ciò che sembra lodevole non si basa su una decisione del tutto volontaria. Piuttosto, il servizio di messaggistica deve apportare modifiche a tale scopo Legge sui mercati digitali (DMA) Per conformarsi all’Unione Europea.

Gli utenti di Whatsapp dovrebbero essere in grado di accedere alle chat di terze parti.

Nel caso di Whatsapp, l’interoperabilità, ovvero la capacità dei sistemi di lavorare insieme nel modo più fluido possibile, si concentrerà inizialmente su SMS, invio di foto, messaggi vocali, video e invio di file tra due persone. Le chat e le teleconferenze dovrebbero avvenire solo dopo qualche anno, proprio come prevede la DMA.

In teoria, questa innovazione consente la comunicazione tra persone che utilizzano applicazioni di terze parti come Telegram o Signal con utenti WhatsApp e viceversa. Per attuare il piano, “le considerazioni iniziali sono quelle di creare una casella di posta separata”, ha spiegato a Wired Dick Brewer, direttore tecnico di WhatsApp.

Gli utenti di WhatsApp che scelgono di partecipare alla condivisione di dati aperti con terze parti dovrebbero essere in grado di accedere ai messaggi di altre app nella loro casella di posta “Chat di terze parti”. Gli utenti possono quindi scegliere autonomamente se partecipare o meno allo scambio aperto di dati con terzi, poiché ovviamente la comunicazione con terzi può essere anche fonte di spam e frode. Breuer ha affermato che Whatsapp “non può offrire lo stesso livello di privacy e sicurezza” a causa della connettività tra diversi servizi di messaggistica.

Come spiega anche Breuer, Meta, la società madre di WhatsApp, preferisce che i servizi di messaggistica che vogliono connettersi a WhatsApp utilizzino il protocollo di crittografia Signal. L'azienda è aperta anche a protocolli di crittografia alternativi, purché le aziende possano dimostrare di soddisfare gli standard di sicurezza di WhatsApp, che il servizio di messaggistica ha stabilito nelle sue linee guida.

Eroi nascosti: quasi nessuno conosce questi capi tecnologici

Eroi nascosti: quasi nessuno conosce questi capi tecnologici

La DMA dovrebbe aprire il mercato

L'anno scorso, Whatsapp ha integrato la “Chat di terze parti” nella sua versione beta 2.23.19.8. L'aggiornamento è arrivato pochi giorni dopo che la Commissione Europea ha nominato Meta un cosiddetto “gatekeeper”.

Le nuove normative sono un tentativo di limitare il potere di mercato delle grandi aziende tecnologiche. L’obiettivo auspicato: che le piattaforme possano competere sulla base dei loro servizi e prodotti e limitare i comportamenti anticoncorrenziali.

Secondo Carmela Troncoso, professoressa associata presso l'Università svizzera École Polytechnique Fédérale de Lausanne che si occupa di ingegneria della sicurezza e della privacy, esiste la possibilità che le sentenze della DMA possano aprire il mercato. D’altro canto, ciò potrebbe anche significare che “gli attori più grandi avranno ora un maggiore potere decisionale”.

Anche un portavoce del servizio svizzero di messaggistica istantanea Threema è critico: poiché Whatsapp utilizza i numeri di telefono per interagire con altre persone, ma Threema assegna identificatori casuali di otto cifre agli account di altre persone, gli utenti di Threema possono diventare “anonimi”. Inoltre, l’azienda non avrà una visione d’insieme di ciò che accade ai dati degli utenti Threema che vengono trasferiti su Whatsapp.

WhatsApp sta lavorando al suo piano di interoperabilità da oltre un anno. Tuttavia, ci vorrà del tempo prima che il progetto possa essere realizzato. Entro marzo 2024, Whatsapp, insieme ad altri gatekeeper, dovrà conformarsi ai requisiti DMA.

Quasi fatto!

Clicca sul link nell'e-mail di conferma per completare la registrazione.

Desideri maggiori informazioni sulla newsletter? Scopri di più adesso

Related articles

I tedeschi si lamentano dei luoghi di vacanza in Italia

Pagina inizialePanoramastava in piedi: 19 giugno 2024, 19:09Da: Carmen MorwaldPremeredivisoCome l'odore, Palermo non può sfuggire alla sua reputazione...

Le batterie usa e getta diventano superbatterie: scoperta delle proprietà inaspettate del litio

Le batterie al litio, note anche come batterie al litio metallico e diffuse sotto forma di pile a...

Il rapper e il cantante si sono sposati in segreto

Dieci anni dopo la rottura del loro amore, il rapper e il cantante si sono ritrovati. E...

Il telescopio James Webb rivela il segreto di una stella – “Siamo rimasti a bocca aperta”

Home pageLo sappiamostava in piedi: 19 giugno 2024 alle 19:29da: Tanja BannerInsisteDivideDecenni di ricerca e poi una sorpresa:...