Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Foo Fighters: Dopo la morte di Taylor Hawkins, la band ha cancellato il tour – gente

Dopo la morte del batterista Taylor Hawkins (50 anni), la rock band americana Foo Fighters (Biggest Hit: The Pretender) ha cancellato i restanti concerti del loro tour mondiale. La band si è scusata con i suoi fan per la “delusione che non ci vedremo come previsto” in una dichiarazione martedì sera.

La band ha continuato: “Invece, usiamo questo tempo per addolorarci, guarire, avvicinare i nostri cari e apprezzare tutta la musica e i ricordi che abbiamo creato insieme”.

Nel frattempo, non è chiaro se la band parteciperà ai Grammy Awards domenica prossima a Las Vegas, dove i loro spettacoli erano originariamente programmati. I Foo Fighters sono filtrati in tre categorie. Tra l’altro, per il miglior album rock “Midnight Medicine”.


The Foo Fighters 2014 a New York: (da sinistra) Nate Mendel, Taylor Hawkins, Dave Grohl, Chris Shiflett e Pat SmearFoto: Photo Alliance / Capital Pictures

Hawkins è stato trovato morto nella sua stanza d’albergo nella capitale colombiana, Bogotà, venerdì scorso, dove la band avrebbe dovuto tenere un concerto. La causa della morte non è ancora nota. Secondo gli investigatori colombiani, nel sangue del 50enne sono state scoperte droghe e droghe.

Hawkins suona con i Foo Fighters dal 1997. Ha partecipato come batterista ad alcuni dei più grandi successi del gruppo, tra cui “Learn to Fly” e “Best of You”.

In precedenza ha suonato la batteria per la cantante canadese Alanis Morissette fino a quando Dave Grohl, leader dei Foo Fighters (53), ex batterista dei Nirvana, lo ha scioccato.

READ  Il principe William non invita Harry al suo quarantesimo compleanno