Febbraio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Esplosioni nelle basi americane: l'Iran bombarda obiettivi in ​​Iraq Politica

Esplosioni nelle basi americane: l'Iran bombarda obiettivi in ​​Iraq  Politica

Un attacco a tradimento da parte del regime teocratico iraniano contro obiettivi nel nord dell’Iraq.

Secondo il quotidiano Bild, nella tarda serata di lunedì si è verificato un attacco iraniano su larga scala nell'area della città di Erbil. Si dice che anche il consolato americano e una base americana presso l'aeroporto della città siano stati attaccati. Si dice che anche case e fattorie a nord di Erbil siano state colpite da missili.

Secondo fonti della sicurezza a Erbil, nell'attacco sono rimasti uccisi quattro civili. Si dice che altri cinque siano rimasti feriti.

Inoltre: secondo le loro stesse dichiarazioni, anche la Guardia rivoluzionaria iraniana – la forza d’élite dei mullah – ha attaccato obiettivi in ​​Siria.

Attacca con droni e missili balistici

L'attacco ha utilizzato droni che potrebbero essere stati lanciati in Iraq e sei missili balistici che secondo diversi rapporti sono stati lanciati direttamente dall'Iran contro obiettivi americani in Iraq.

Secondo l'élite terroristica dei mullah, questi attentati sarebbero tra l'altro una rappresaglia per l'attacco avvenuto all'inizio di gennaio nella città di Kerman, nel sud dell'Iran, in cui più di 80 persone sono state uccise durante una cerimonia commemorativa. L’autoproclamato “Stato islamico dell’Iraq e della Siria” (Isis) ha rivendicato l’attacco. Anche per l'uccisione di un ufficiale della Guardia rivoluzionaria iraniana a fine dicembre.

◀︎ Funzionari statunitensi hanno confermato quella notte ai media statunitensi che alcuni missili iraniani hanno colpito “nelle immediate vicinanze del consolato americano”. Testimoni oculari hanno anche riferito di un attacco missilistico vicino al consolato americano.

Testimoni oculari hanno riferito di tentativi di abbattere missili e droni

Testimoni oculari sul posto hanno riferito che gli americani hanno tentato di abbattere i missili e i droni utilizzando cannoni antiaerei.

Tuttavia, almeno quattro esplosioni si sono verificate in luoghi diversi, indicando gli effetti dei missili balistici.

Pochi minuti prima degli attacchi, i residenti in varie città irachene, inclusa la città di Bassora, nel sud dell'Iraq, a più di 500 chilometri a sud di Erbil, hanno segnalato diversi missili balistici che volavano dalla direzione dell'Iran.

Secondo quanto riferito da giornalisti iracheni, diversi altri missili iraniani sarebbero stati lanciati dalla regione di Kermanshah, 300 chilometri a ovest di Teheran.

Dopo pochi minuti hanno spiegato Le guardie rivoluzionarie iranianeessere responsabile dell'attacco. Hanno attaccato “nidi di terroristi” e “siti di spionaggio” intorno a Erbil. Gli estremisti statali non hanno rivelato chi o cosa intendessero esattamente con questo.

Sul Canale X vengono diffusi videoclip di potenti esplosioni vicino a oggetti americani.