Luglio 4, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Elezioni presidenziali in Italia: Berlusconi pronto | Europa | DW

Veramente? Silvio Berlusconi? Sì, l’ex capo del governo italiano, coinvolto in una serie di scandali e casi giudiziari, vuole saperlo di nuovo. A 85 anni è in lizza per il posto di vertice. Vuole diventare presidente dell’Italia. Il primo scrutinio di questa settimana è fissato per il 24 gennaio.

“Penso che Silvio Berlusconi sarà utile al Paese”, ha detto il vecchio conservatore, che in Italia si definisce il “Guardiano” (“Cavaliere”). “Non farò ciò che il mio paese ha bisogno che io faccia”. All’inizio di dicembre, Berlusconi ha inviato una foto del suo volto, che era stato stretto chirurgicamente, ai parlamentari a Roma e ha allegato una raccolta dei suoi discorsi più belli.

Silvio Berlusconi (a sinistra), Georgia Meloni, Matteo Salvini: tre populisti di destra si sostengono (archivio)

In Italia è stato visto come il segnale di partenza per una prudente campagna elettorale per la presidenza. In molti talk show della televisione italiana, molti telespettatori danno l’opportunità a uno straniero solo a un cavaliere che è stato condannato per evasione fiscale. Ma Berlusconi è sostenuto dai populisti di destra Matteo Salvini e Georgia Meloni. Meloni, che guida i fratelli di estrema destra d’Italia (Fratelli d’Italia), ha preso una posizione chiara prima di Natale: “Abbiamo bisogno di un patriota. Berlusconi è uno. Non Tracy”.

Draki: Lo vuole o no?

Con Mario Draghi, Georgia Meloni si rivolge forse al candidato più promettente. L’attuale Primo Ministro guida un governo tecnologico di successo e sorprendentemente stabile, molto apprezzato in Italia e in Europa. Problema: non si è ancora spiegato. Fare domanda per te stesso è frustrante in un’elezione presidenziale. Berlusconi non era l’unico a vergognarsi. Si dice che Mario Draghi, un ex presidente della Banca centrale europea di 74 anni, abbia ambizioni, ma senza la sua leadership il governo cadrà presto. In parlamento, il governo è sostenuto da una diversa coalizione di unità nazionale, che comprende tutti i partiti tranne i fratelli di destra in Italia, Georgia Meloni.

Lutz Klingamer, un esperto italiano dell’Istituto Storico Germanico di Roma, crede che questa maggioranza sarà distorta. Il governo è principalmente impegnato a investire 200 200 miliardi e a erogare saggiamente aiuti dal Fondo per la ricostruzione della corona dell’UE, ha affermato Klinkhammer in un’intervista a DW. “Senza i soldi di Bruxelles, questa grande coalizione non sarebbe arrivata. Tremerà. Lo sappiamo. Per questo vedo grandi difficoltà. Non credo nella stabilità di questo governo se Draghi sarà eletto presidente”.

Nuove elezioni potrebbero essere il risultato – e il risultato di un governo populista di destra ed eurosettico. Ma se la ripresa economica dell’Italia dopo l’epidemia fallisce, altri paesi dell’UE ne soffriranno inevitabilmente.

“La scelta è più di un rito”

Enrico Letta, leader dei socialdemocratici in Italia, pensa che sarebbe meglio se Mario Draghi guidasse il governo fino alla fine della legislatura nella primavera del 2023 per attuare il suo piano di riforma. “L’Italia è un anello debole nella zona euro, il che significa che la politica italiana e i decisori dietro di essa saranno cruciali per la sopravvivenza e la prosperità dell’UE negli anni a venire”, ha scritto l’economista e consulente finanziario Nouriel Roubini. Brunello Rosa dell’Università di Pocono Economics a New York e Milano, in un commento congiunto alla rivista Social Democracy.

“L’adesione dell’Italia all’eurozona potrebbe essere messa in discussione se i partiti populisti tornassero al potere con un debito e un deficit già elevati, portando a tutti i tipi di spostamenti del mercato”, hanno affermato Roubini e Rosa. Le prossime elezioni presidenziali italiane non sono altro che una formalità e non potrebbero essere più importanti.

A differenza del presidente federale tedesco, il presidente italiano ha un’influenza decisiva durante le crisi politiche. Può nominare il capo del governo e approvare la lista del gabinetto. Può anche sciogliere il parlamento. Con questi poteri l’uscente Sergio Materella ha posto fine alla crisi di governo nominando un anno fa presidente del Consiglio l’amico Mario Draghi. Drake potrebbe voler assumere questa posizione come il miglior tiratore per i prossimi sette anni. Con un presidente del Consiglio adatto a lui, può guidare l’Italia a lungo. Tuttavia, non è chiaro se il parlamento sarà eletto la prossima primavera. Draghi ha solo commentato che era il servitore di prova del suo stato. “Il mio destino non è un bar”, ha detto Draghi in conferenza stampa.

“Il Papa è come un’elezione”

La maggioranza dei 1009 elettori che voteranno per il nuovo presidente il 24 gennaio non è del tutto nota. A causa delle sue regole complesse, Lutz Klingammer della Società storica tedesca paragona il processo elettorale a quello di un altro alto funzionario a Roma.

“È come un’elezione papale. Non ci sono schede con il nome del candidato stampato sopra. Ogni deputato, senatore o rappresentante regionale deve scrivere un nome per esteso. Quindi teoricamente si può scrivere qualsiasi nome. Se nessuno dei primi tre voti ottiene la maggioranza dei due terzi, nella successiva votazione è richiesta solo la maggioranza assoluta. Il processo può richiedere tempo. Nel 1972, il candidato Giovanni Lyon aveva bisogno di 23 voti prima di raggiungere la maggioranza. Sergio Materella ha preso quattro voti sette anni fa.

READ  L'Italia dopo la bancarotta tra paura e opposizione

Lo scorso fine settimana, gli operatori culturali hanno pubblicamente chiesto la fine del potere contrattuale tra gli anziani. Hanno messo in campo due candidate: il ministro della Giustizia Marta Cordobia e la sua ex collega Paula Severino. Come l’invincibile Silvio Berlusconi, hai solo opportunità fuori città. Ma come ha scritto il quotidiano britannico “The Economist” in un commento alla politica interna italiana: “Questo non è possibile, ma sono successe cose strane”.