Febbraio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

È morto Frank Farian, produttore e pop star di Milli Vanilli

È morto Frank Farian, produttore e pop star di Milli Vanilli

Le sue canzoni sono classici pop e le colonne sonore di una generazione. Che si tratti di “Daddy Cool” o “Rasputin”: il produttore musicale Frank Farian crea canzoni dance di livello mondiale come una catena di montaggio. È rimasto sbalordito dal risultato, e una volta ha detto all'agenzia di stampa tedesca: “Il successo è stata una grande sorpresa. Ho sempre pensato che non sarei stato in grado di raggiungerlo. All'inizio non sembrava così”.

Varian è morto all’età di 82 anni – nella sua casa adottiva a Miami, la sua famiglia ha annunciato martedì tramite un’agenzia. “Guardare il sole dallo studio: è quello che ho sempre desiderato”, ha detto una volta del suo trasferimento negli Stati Uniti.

Roth: “Un senso unico dello spirito del tempo”

La segretaria di Stato alla cultura Claudia Roth (Verdi) ha spiegato che Varian è stato “uno dei primi a dimostrare che la musica pop tedesca può avere successo anche a livello internazionale”. Aveva un senso unico dello spirito dei tempi. “Dal soul, alla disco e al pop, ha creato un suono completamente nuovo che è stato ballato in tutto il mondo.”

“La Germania perde una leggenda musicale con orgogliose radici nel Saarland”, ha dichiarato la prima ministra del Saarland Anke Rehlinger (SPD). La gente ricorderà Farian e manterrà la sua musica nelle orecchie. Anche l'ex star di Milli Vanilli Fabrice Morvan ha espresso le sue condoglianze alla famiglia del produttore musicale Frank Farian. “La sua musica continuerà a vivere.”

Nato Franz Reuther il 18 luglio 1941 a Keren an der Nahe, Frank Farian era sinonimo di successo internazionale nel mondo della musica. Da quando ha fatto piangere gli adolescenti con la sua triste canzone “Rocky” a metà degli anni '70, non si è più esibito affatto – “e ad un certo punto è finita”. Il suo grande successo è iniziato come background man, come produttore. Ad esempio con il gruppo Boney M.

Milli Vanilli: dal grande successo allo scandalo

Farian ha cantato lui stesso la prima canzone, “Baby Do You Wanna Bump” (1975), e poiché non poteva eseguire l'assolo della canzone polifonica sul palco, ha cercato una band per eseguire la canzone. Due membri hanno cantato dal vivo e altri due hanno mosso le labbra. Con successo: canzoni come “Rivers of Babylon” o “What's the Baker” sono diventate storia popolare.

Seguì un progetto simile con Milli Vanilli, ma fallì. È diventato uno scandalo nel mondo della musica. La canzone disco-pop “Girl You Know It's True” degli amici d'infanzia Robert “Rob” Pilatus e Fabrice “Fab” Morvan ha venduto più di 30 milioni di copie in tutto il mondo alla fine degli anni '80. Il primo album di Milli Vanilli è stato certificato sei volte disco di platino negli Stati Uniti nel 1989 e il duo di Monaco ha vinto un Grammy Award come miglior artista esordiente. In seguito divenne chiaro che i due in realtà non cantavano da soli, ma piuttosto muovevano le labbra sulle voci di cantanti professionisti. Il mondo della musica è rimasto scioccato.

Varian ha criticato Milli Vanilli, ma ha elogiato Schweighofer

Il caso è ancora considerato uno dei più grandi scandali di frode nella storia della musica. Un film del regista Simon Verhoeven è attualmente nei cinema. Varian è stato co-produttore, ma ha detto di non avere un'influenza diretta e di avere fiducia nella compagnia cinematografica. Tuttavia, secondo le sue stesse parole, ha ritenuto che la storia non fosse stata rappresentata correttamente: il film era corretto “meno dell'80%”.

“Questa non è la verità che ho vissuto. Per questo ne sono un po' distante”, ha detto al quotidiano Saarbrücker Zeitung prima della sua pubblicazione a dicembre. Ad esempio, il cantante Robert “Rob” Pilatus è morto in modo diverso rispetto al film. Tuttavia, Varian è rimasto entusiasta della performance dell'attore Matthias Schweighofer, che interpreta il personaggio di Varian nel film, e ha detto: “Nessuno può assomigliare a Frank Farian! Ma lui mi incarna perfettamente”. Nell'intervista, Farian ha anche annunciato che presto uscirà un nuovo album dei Milli Vanilli contenente brani inediti, e il video della seconda canzone è già stato girato.

“Frank ha sostenuto il nostro film fin dall'inizio, anche se la sceneggiatura che ho scritto era molto critica nei suoi confronti, e gli sarò sempre grato per questo”, ha detto il regista e sceneggiatore Simon Verhoeven, secondo la dichiarazione. Verhoeven ha descritto Varian come “il talento del secolo”. Era “ossessionato dalla musica” e “si fece strada fino ai vertici della musica pop mondiale con un'ambizione sfrenata dagli ambienti più poveri delle province tedesche”.

La formazione per diventare chef “perché avevo sempre fame”

I Varian non sono nati con successo con band come Eruption e No Mercy. “Non ho mai conosciuto mio padre; è morto in guerra prima che io nascessi. Mia madre era per me una donna in rovina. Ha rimosso tutti gli ostacoli e mi ha reso tutto possibile, anche se non avevamo soldi.” All’età di 14 anni il giovane Franz si trasferì da alcuni parenti nel Saarland e imparò a diventare chef – “perché avevo sempre fame e pensavo che avrei sempre avuto qualcosa da mangiare”.

Gli inizi musicali furono umili. Durante una serata in famiglia, il prete gli ha dato un soldo perché ha cantato così bene “La luna è sorta” – “Il mio primo disegno”. Farian fece la sua prima registrazione con la sua band Die Schatten in una ex stalla nel 1963. “C'erano un microfono e un registratore nel mezzo.”

Successi in classifica e record d'oro

Siamo andati dal Saarland all'Assia, allo studio di registrazione di Rossbach vicino a Francoforte, e poi a Miami – e, per esempio, ai concerti con Boney M a Mosca. Quando Varian ne parlò, la sua voce sembrava seria. “Penso spesso al modo in cui abbiamo ballato sulla Piazza Rossa”, ha detto. “Mio padre è morto in Russia e lì sono una star famosa. Non puoi sognarlo.”

Ha vinto dischi d'oro e celebrato i suoi successi nelle classifiche, ma Farian una volta affermò di non essere in grado di decifrare il segreto del suo enorme successo. Quando mixava una canzone, pensava al suo periodo da chef. “È sempre una questione di ingredienti. Puoi dire che diventerai un musicista, ma molto dipende dalla fortuna. Non puoi pianificare il successo.”

Per lui era importante godersi la vita e il lavoro. Nel giorno del suo ottantesimo compleanno disse che non aveva altri desideri. “Sono riuscito in quasi tutto. Vivo il sogno americano in tedesco.”

Con informazioni dell'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente