Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo un attacco al limite, Remco Evenepoel ha mancato la vittoria di Felix Gal

Dopo un attacco al limite, Remco Evenepoel ha mancato la vittoria di Felix Gal

Felix Gall (AG2R Citroën) ha mancato la sua prima vittoria da professionista nella terza tappa del Tour de Suisse 86 (2° UWT). Sotto una pioggia torrenziale sulla terza tappa di 143,8 km da Tavres a Villars-sur-Ollon, il 25enne austriaco era a soli tre secondi da Matthias Skgelmos (Trek-Segafredou) nel primo arrivo in montagna del Tour.

Con il suo più grande successo fino ad oggi, il 22enne danese ha preso la maglia gialla di leader assoluto da Stefan Kung (Groupama – FDJ), che ha vinto la gara. Il campione del mondo Remco Evenpoel (Sodal – Quick-Step), che ha aperto la finale con il suo attacco a 6,5 ​​chilometri dal traguardo, è arrivato quarto, a 21 secondi dallo spagnolo Juan Ayuso (UAE Emirates Team / +0:12).

Il connazionale di Evenpoel Sian Oetdebroeks (Bora-Hansgrohe) è arrivato quinto dietro di lui allo stesso tempo.

Giro di Svizzera

Highlights: Evenepoel scommette sulla salita finale

8 ore fa

Complessivamente, Skjelmose ha ora 17 secondi di vantaggio su Evenepoel e 24 secondi su Ayuso. Gall è passato al nono posto (+1:07) e Uijtedebroeks è all’undicesimo.

Un gruppo di fuga di quattro uomini

Poco dopo il decollo, si è formata una fuga di quattro uomini, tra cui Zukowsky, Lilian Calmejane (Intermarche – Circus – Wanty), Alexander Kamp (Tudor) e Paul Orselin (TotelEnergies). Il loro vantaggio è cresciuto rapidamente fino a superare i tre minuti, ma non è aumentato dopo. Zukowsky si era già dimostrato un attivo fuggitivo il giorno prima e si era aggiudicato la maglia della montagna.

Sul campo, Soudal-Quick-Step ha organizzato la prima azione di tracciamento e ha mantenuto il gruppo di fuga su una catena corta. Con la partenza del Col des Mosses a 50 chilometri dal traguardo, il gruppo in fuga aveva un vantaggio di appena 1:20 minuti. Allo stesso tempo, è iniziata la pioggia prevista. Tuttavia, la salita di 13 km è stata moderata con una pendenza media del 4,1 percento, quindi il gruppo di testa ha raggiunto la vetta prima del gruppo. Calmeghani si è assicurato la classifica di montagna di categoria 1 davanti a Zukowski, che ha così difeso la sua maglia da montagna. Tuttavia, all’inizio della discesa di circa 20 chilometri dal Col des Mosses, la squadra di fuga è stata catturata.

Attacco da Evenepoel

Trek – Segafredo e DSM hanno spinto il ritmo in discesa e il gruppo si è diviso in diversi gruppi per un breve periodo, ma poco prima della valle tutto si è ricomposto per la maggior parte. Tuttavia, il ritmo in avvicinamento alla salita finale di Villars-sur-Ollon è rimasto alto, con il DSM in particolare che ha svolto gran parte del lavoro. Sulla salita stessa, Soudal-Quick-Step ha nuovamente dominato, mentre la debolezza del campo è persistita – tra gli altri, Sergio Higuita (Bora-Hensgrohe) ha sorprendentemente perso il contatto all’inizio.

Tuttavia, a 6,3 km dal traguardo, l’ultimo copilota di Evenpoel, James Knox, ha sterzato, dopodiché il campione del mondo in carica ha attaccato subito, accompagnato da Skjelmose e Gall. Dietro di loro si è formato un gruppo di inseguitori con Belo Bilbao (Victorious Bahrain), Wilko Kelderman (Jumbo – Visma), Juan Ayuso (UAE Emirates Team), Rigoberto Uran (EF Education – Easy Boost), Harold Tejada (Astana) e Captain Bora Oijtdebroeks.

A 2,5 km dalla fine, Gall è uscito dal gruppo di testa lasciando dietro di sé Evenpoel e Skjelmos. Poco dopo, Trek Pro si è allontanato dal belga, che è stato catturato dal gruppo di inseguitori. Skjelmose ha rapidamente colmato il distacco da Gall e, saltando a 500 metri dal traguardo, ha conquistato la vittoria di giornata davanti all’austriaco, anche se ha lottato fino al traguardo. Nell’ultimo gruppo, Ayuso si è staccato dal terzo posto a 12 secondi dalla fine, con Evenpoel che ha portato a casa il resto dei corridori con 21 secondi di vantaggio su Oujtdebroeks.

Potrebbero interessarti anche: Van Aert critica la serie Netflix: “mira a emozionare”

Evenepoel è caduto: Skjelmose vince a Villars-sur-Ollon

Giro di Svizzera

Evenepoel è caduto: Skjelmose vince a Villars-sur-Ollon

10 ore fa

Giro di Svizzera

Highlights: Van Aert scommette contro lo sprint

Aggiornamento di ieri alle 23:51