Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Coppa del mondo di freccette: Zuff per la superstar Michael van Gerwen! Anche dietro le quinte | gli sport

Questo gioco mentale non è mai stato un successo, ma ha fatto scalpore…

Nella seconda semifinale della Coppa del mondo di freccette, Dimitri van den Berg voleva sconvolgere il suo avversario Michael van Gerwen (0:6). Nella terza frase c’erano strane scene.

Come in quasi tutte le partite, van Gerwen è stato molto vicino all’avversario. Non si deve infatti entrare nella zona rossa del tappeto dove si trova il lanciatore. Ma questo non ha importanza per Mighty Mike. Poiché l’arbitro non ha notato la scena, Van Gerwen ha continuato a stare lì.

Enorme lotta contro Smith L’ultimo grande video di combattimento di Gaga

Ad un certo punto, Van den Berg ne ebbe abbastanza. Nella sua serata abituale, non ha vinto un solo set, rinunciando a una meta prima di Dart II. Prima della terza freccia, si voltò e disse qualcosa in direzione dell’olandese.

Successivamente la disputa è continuata. Van den Bergh ha impiegato molto tempo prima di lanciare il dardo sul bersaglio. Anche durante le interruzioni pubblicitarie, i giochi mentali non erano finiti.

Il belga si è fatto rapidamente strada per poter lasciare il palco davanti a Van Gerwen. Poco prima si fermò e andò molto lentamente. L’olandese scosse più volte la testa.

Van Gerwen è in piedi sul tappeto

Foto: Getty Images

Ma questo non ha aiutato Van den Bergh. MVG lo ha inviato senza intoppi in sei frasi. Dopo la partita, Zoff era di nuovo nei guai. E la reazione di Van Gerwen è stata molto arrabbiata!

Perché non si trattava del tappeto! Van den Berg si lamentava del fatto che l’olandese lo prendeva a calci e cercava di distrarlo. Era ovvio che si lamentava. Farei lo stesso se giocassi come fa lui oggi”, ha detto seccamente Van Gerwen in seguito.

Quant’è fico? Qui Clemens ha insegnato la regola delle frecce

Quando un giornalista del Sun gli ha chiesto cosa fosse successo sul palco, l’olandese ha davvero brontolato in conferenza stampa: “Cosa vuoi da me? Non sei stupido, mi fai queste domande apposta. Solo per farne una storia di nuovo. Guarda la partita e non limitarti ad ascoltare quando viene detto qualcosa. “Cosa c’è in TV. Se vuoi farmi una domanda, almeno informati prima.”

Quando gli è stato chiesto dallo stesso giornalista se fosse stato calpestato di proposito, la testa di Van Gerwen è diventata rossa. Lui risponde con molto sarcasmo: “Sì, certo. Ho calpestato apposta. Tutto il tempo. Poi lo saluta”.

Quando è intervenuto un portavoce della federazione mondiale PDC che ha voluto trasferire all’olandese almeno la formazione del giornalista, tra i tre è iniziata una vivace discussione. Infine, van Gerwen ha detto ai giornalisti: “Guarda le mie ultime 100 partite, non vedrai alcuna differenza con me. Se fossi stato investito, te l’avrei già detto. Non mi interessa”.

Dopo che PK è finito. Vediamo se Van Gerwen causa anche Zoff in finale (oggi alle 21:15 contro Michael Smith)…

READ  Un calciatore iraniano rischia l'esecuzione per aver parlato a nome delle donne | gli sport