Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Conversazione telefonica tra Putin ed Erdogan

Il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan hanno parlato al telefono di possibili soluzioni alla controversia sulle esportazioni di grano dall’Ucraina. Una dichiarazione rilasciata lunedì dall’ufficio presidenziale turco afferma che è giunto il momento per le Nazioni Unite di attuare il piano per il corridoio del grano attraverso il Mar Nero. Il Cremlino ha detto che si trattava anche di cooperazione economica tra i due paesi. Si è parlato anche di un “incontro russo-turco ai massimi livelli” previsto nel prossimo futuro. I dettagli non sono menzionati.

Più tardi nel corso della giornata, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha twittato di aver parlato anche con Erdogan dei modi per sbloccare i porti e riprendere le esportazioni di grano.

La Russia ha recentemente segnalato la volontà di parlare delle scorte di grano che sono rimaste bloccate in Ucraina dall’inizio della guerra alla fine di febbraio. Allo stesso tempo, Mosca, che ha iniziato la guerra, ha ripetutamente negato che avrebbe impedito l’esportazione di grano, mettendo così in pericolo la sicurezza alimentare nel mondo. D’altra parte, è chiaro che molti politici occidentali e la stessa Ucraina incolpano la Russia per la situazione.
Secondo entrambe le parti, Putin ed Erdogan hanno discusso anche della situazione in Siria durante la loro telefonata. Ankara ha affermato che Erdogan si è espresso pubblicamente a favore dell’estensione del meccanismo di aiuto transfrontaliero alla Siria. La legge, scaduta domenica, consente alle Nazioni Unite di spostare forniture di aiuti critici oltre il confine in parti della Siria non sotto il controllo del governo.

Tuttavia, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite non è stato in grado di concordare un’estensione del meccanismo. E venerdì scorso, la Russia ha posto il veto a una bozza di risoluzione che durerà per un altro anno. Anche la controdecisione della Russia, secondo cui il valico di Bab al-Hawa dovrebbe rimanere aperto per sei mesi, non ha trovato maggioranza.

READ  Bucha: le immagini satellitari rivelano la menzogna di Putin - Politica all'estero