Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come si sta preparando l’Austria per una bolla immobiliare?

DrIl rapido aumento dei prezzi degli immobili e la grande disponibilità delle banche a finanziare l’acquisto di abitazioni con prestiti molto convenienti preoccupano le autorità di vigilanza finanziaria in un numero sempre maggiore di paesi. L’Autorità di vigilanza finanziaria austriaca ha recentemente annunciato che imporrà regole più severe alle banche in materia di prestito e prestito. In definitiva, questo dovrebbe proteggere entrambe le parti: il mutuatario e il prestatore.

Andreas Mihm

Corrispondente commerciale per l’Austria, l’Europa orientale, centrale e sudorientale e la Turchia con sede a Vienna.

Ma è probabile che molti acquirenti interpretino questa come una cattiva notizia: “Il limite di prestito dell’80% potrebbe porre fine al sogno della proprietà della casa per molte famiglie a reddito medio”, afferma Reaper Akar dell’agenzia di rating Scope. L’analista avverte che “l’esclusione di gran parte della popolazione dal mercato immobiliare può portare a tensioni sociali e fare più male che bene”.

Tuttavia, non è lontano. Ma a metà del nuovo anno, in Austria si applicheranno linee guida più rigorose, hanno deciso i rappresentanti del Ministero delle finanze, della Banca centrale e dell’Autorità di vigilanza finanziaria della Commissione per la stabilità dei mercati finanziari (FMGS). FMGS mette in guardia contro i rischi sistemici nel finanziamento di immobili residenziali a lungo termine; Le banche hanno già avvertito di stare attenti.

Tre criteri per prestiti sostenibili

Ovviamente invano. Le linee guida sul credito ipotecario sostenibile non sono state sufficientemente rispettate, lamenta l’autorità di vigilanza di Vienna: “Un gran numero di mutuatari rimane vulnerabile alle variazioni a breve termine dei tassi di interesse. Una parte significativa dei mutui di nuova concessione continuerà ad essere concessa con un debito eccessivo rapporto di servizio e prestito al valore.

READ  Prodotto popolare non sarà più presto nei negozi?