Luglio 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Come niente che sappiamo”: scoperta di una stella di neutroni che gira molto lentamente

Un gruppo di ricerca in Inghilterra ha scoperto una “strana” stella di neutroni che impiega 76 secondi per ruotare sul proprio asse. Questo è molto lento e, tra l’altro, ha triplicato il precedente detentore del record. In effetti, le sfere richiedono solo millisecondi, che è il più veloce solo per pochi millisecondi. D’altra parte, PSR J0901-4046 si comporta in modo abbastanza diverso e potrebbe appartenere a una classe di stelle di neutroni che è stata descritta solo in teoria: “stelle di neutroni di lungo periodo”. Ci sono anche prove che tali cose non sono affatto rare come potrebbero sembrare – e questo avrà implicazioni per le teorie sulla formazione delle stelle di neutroni e sull’età in generale.

Le stelle di neutroni sono i resti estremamente densi di stelle lasciati dopo una supernova. Come un faro cosmico, possono emettere onde radio estremamente potenti in direzioni ristrette, Spiega il team che circonda Manisha Kaleb dell’Università di Manchester. Attualmente ne conosciamo circa 3.000 nella nostra galassia, nessuno dei quali è uguale a quello appena scoperto. I segnali hanno mostrato le proprietà delle cosiddette pulsar, magnetosfere e persino misteriosi Fast Radio Bursts (FRB) – esplosioni di radiazioni estremamente brevi ma estremamente violente di origine sconosciuta. Le proprietà delle onde radio misurate indicano anche che è una coincidenza particolarmente grande che attraversino direttamente la Terra. Quindi potrebbero esserci molte cose che non riusciamo a capire.

“L’emissione radio della stella di neutroni è diversa da tutto ciò che abbiamo visto prima”, afferma l’astronomo Ben Stubbers, che è stato coinvolto nello studio. Poiché ruota così lentamente, possono essere visti per 300 millisecondi alla volta, molto più a lungo di altre stelle di neutroni. Inoltre, i segnali pulsavano in sette modi diversi, molti dei quali altamente ciclici. Ciò potrebbe essere dovuto a vibrazioni sismiche all’interno della stella. Il team ritiene che potrebbe anche essere possibile ottenere importanti informazioni sulle cause di queste spinte. Hanno il loro lavoro Pubblicato in Astronomia della natura.

READ  Questo test dell'aura sarà un tuttofare


(mo)

alla home page