Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come le aziende si stanno adattando al cambiamento climatico

Come le aziende si stanno adattando al cambiamento climatico

Al: 12 marzo 2024 alle 11:06

Lo scorso inverno è stato, ancora una volta, notevolmente molto caldo, e febbraio in particolare si è distinto. Sempre più aziende pensano a come rispondere alle mutevoli circostanze.

Jan Koch

Potrebbe essere un’opportunità nella lotta al cambiamento climatico. Gli alberi a crescita rapida possono portare relax, soprattutto per l’agricoltura. Gli agricoltori soffrono da anni temperature estremamente calde. Gli alberi di Kerry crescono così rapidamente che in pochi anni raggiungono i due o tre metri di altezza. Ciò significa che possono fornire ombra dove non c'è ombra. “Frutta e verdura spesso condividono il campo con gli alberi di Kerry”, afferma Alain Gasparin, cofondatore dell'azienda agricola Wigeru nella Renania settentrionale-Vestfalia.

Ma non si tratta solo di questo. Gli alberi di kiri, alcuni dei quali coltivati ​​in laboratorio, verranno trasportati ovunque per produrre legno sostenibile. “Gli effetti del cambiamento climatico sulle foreste e l’elevato livello di spreco di risorse ci costringono a ripensare molte cose”, spiega Gasparin. “Gli alberi di Kiri sono anche un'alternativa al settore edile.” Crescono rapidamente e producono legno rapidamente. Lega anche l'anidride carbonica. Quindi altre foreste possono essere salvate.

Gli alberi di Kerry crescono così rapidamente che in pochi anni raggiungono i due o tre metri di altezza.

Febbraio è stato di nuovo molto caldo

Ridurre e sequestrare l’anidride carbonica sta diventando ogni anno più importante. Febbraio è stato il nono mese consecutivo a registrare temperature record. Il servizio climatico dell’Unione Europea Copernicus riporta il febbraio più caldo da quando sono iniziate le registrazioni. Il Servizio meteorologico tedesco sta facendo una valutazione simile. I progetti che affrontano l’adattamento ai cambiamenti climatici stanno diventando sempre più importanti. Perché è sempre più chiaro che l’obiettivo di un grado e mezzo annunciato alla conferenza sul clima di Parigi è molto difficile da raggiungere.

“È diventato chiaro l'estate scorsa che i mesi intorno al 2023/2024 avrebbero portato anche a nuovi record di temperatura globale, quando è diventato chiaro che si sarebbe sviluppato un forte El Niño”, spiega Helge Gosling, climatologo di Alfred Wegener. Istituto.Istituto. “L'influenza di El Niño è solitamente più forte verso l'inizio dell'anno. Da questo punto di vista, la cosa più sorprendente è che i mesi precedenti, dalla primavera all'autunno del 2023, erano già molto caldi. Ciò a sua volta è in gran parte dovuto verso l'oceano.” “Un Atlantico insolitamente caldo, con il Nord Atlantico che si riscalda in modo significativo.”

Il Nord e il Sud Atlantico sono molto caldi

El Niño è un fenomeno climatico naturale associato all’aumento della temperatura dell’acqua di mare nell’Oceano Pacifico tropicale e all’indebolimento degli alisei. Gli impatti sono particolarmente visibili nel Sud-Est asiatico, in Australia, Africa e America Centrale.

Ma non solo l'Oceano Pacifico, ma anche l'Oceano Atlantico è interessato da particolari fenomeni meteorologici e climatici. L’Atlantico settentrionale è sempre stato considerato molto caldo, e dalla fine dell’anno lo stesso si osserva anche nell’Atlantico meridionale. “Mentre il calore in molte altre regioni degli oceani del mondo può essere in gran parte spiegato da El Niño, nell'Atlantico non è ancora chiaro cosa stia determinando l'attuale riscaldamento. Tuttavia, si può presumere che le fluttuazioni casuali nel sistema climatico siano più “È probabile che accada.” “Ha svolto un ruolo importante”, ha detto Gosling.

Tuttavia, anche il cambiamento climatico provocato dall’uomo è in parte responsabile di questi sviluppi. “La speranza e l’opinione della maggior parte degli scienziati è che gli ultimi nove mesi siano stati straordinariamente eccezionali e che la temperatura si abbasserà nuovamente, almeno a breve termine”, afferma Niklas Hone del New Climate Institute. “Ma è chiaro che dobbiamo prepararci per un riscaldamento a lungo termine”.

Molte aziende la pensano così Più adatto al clima

Con l’aumento del cambiamento climatico, anche altre aziende e startup stanno pensando a come possono contribuire a modellare la transizione. Piantato è uno di questi. “Permettiamo alle aziende non solo di esporsi ai rischi, ma anche di vedere opportunità”, spiega Jan Borchert, cofondatore della startup tedesca. Molte aziende vogliono pensare in modo più rispettoso del clima, ma molte devono anche considerare la propria capacità di sopravvivere economicamente. Planted vuole rendere più semplice per le aziende che vogliono adattarsi alle sfide future.

Il team fornisce consulenza alle aziende su come trasformarsi, risparmiare CO2 e contribuire a un futuro migliore. “Le aziende che si rivolgono a noi spesso dicono: ‘Non sappiamo nemmeno da dove cominciare’. Questo ha molto senso”, afferma Borchert. Quindi la sua azienda fornisce inizialmente supporto analizzando l'azienda e scansionando le capacità e le capacità. Tuttavia, valutano anche la serietà delle aziende. “Non dovrebbe trattarsi di greenwashing”.

“Gli effetti possono essere notevolmente ridotti.”

In definitiva Borchert non si limita a fornire consulenza alle aziende, ma promuove anche le foreste in Germania. Ciò significa che ogni azienda può finanziare direttamente la piantumazione di alberi e la conservazione delle foreste miste e contribuire così direttamente a un’importante trasformazione in termini di adattamento delle foreste ai cambiamenti climatici.

“A lungo termine, l'adattamento climatico svolgerà probabilmente un ruolo molto importante in tutto il mondo e anche in Germania”, afferma lo scienziato Gosling dell'Istituto Alfred Wegener. “Naturalmente non è possibile adattarsi a tutto, ma molti impatti possono essere significativamente ridotto.” . In Germania vedo opportunità soprattutto nella gestione dell’acqua per contrastare la tendenza che ci porta a lottare con troppa acqua in inverno e troppo poca in estate. “Aziende come wegrow e Planted Green vogliono contribuire a questo.