Febbraio 28, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Come animali selvatici”: Quando il sogno della vita rurale si trasforma in un incubo

“Come animali selvatici”: Quando il sogno della vita rurale si trasforma in un incubo
film “Come animali selvaggi”

Quando il sogno della vita rurale si trasforma in un incubo

Marie (Marie Colomb) aiuta sua madre Marie (Marie Colomb) aiuta sua madre

Pecore innocenti? Marie (Marie Colomb) aiuta sua madre

Fonte: Lucia Freij

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Natura a perdita d’occhio, un fiume in cui nuotare e un campo pieno di pomodori freschi proprio davanti a casa. È così che la coppia francese immaginava il loro ritiro nella campagna spagnola. Ma quello che non si aspettava erano i vicini che trasformarono la sua vita in un inferno.

HUn evento può essere raccontato in molti modi e spesso emergono storie molto diverse. Così appare al regista spagnolo Rodrigo Soroguín nel suo nuovo film “Come animali selvatici” (originale: “As bestas”): il francese Antoine (Denis Minochet) e sua moglie Olga (Marina Foix) sognano di invecchiare. Casa di campagna spagnola con orto vicino al fiume Bathing. Qui coltivano pomodori, si godono le visite dei nipoti e guardano il tramonto in uno scenario idilliaco.

Leggi anche

Tuttavia, due fratelli iniziano una nuova vita in città vendendo la loro terra per costruire turbine eoliche. Ma i nuovi arrivati ​​idealisti, che non vedono la terra come la rovina che è sempre stata per i residenti, sventano i loro piani votando contro la vendita.

Nei guai: Antoine (Denis Minochet) e Olga (Marina Foix)

Nei guai: Antoine (Denis Minochet) e Olga (Marina Foix)

Fonte: Lucia Freij

La voce di chi vive qui da soli due anni dovrebbe essere uguale alla voce di chi lavora qui da più di 50 anni? I fratelli sono arrabbiati e incolpano gli ambientalisti fuori dal mondo per la loro sofferenza e per essere stati privati ​​di quella che vedevano come la loro ultima possibilità di trovare una moglie. Il villaggio è abbandonato e fatiscente da molti anni e da molto tempo non si vede più nessun bambino.

Domanda di prospettiva

È forse la prima giovane donna che incontrano da anni, ed è qui che entra in gioco la terza prospettiva sugli eventi, la figlia di Antoine. Marie (Marie Colomb) considera pericolosi non solo i fratelli, ma l’intero villaggio, che accetta la violenza dei fratelli e la nasconde. Le vere menti piccole non sono gli abitanti dei villaggi, ma gli abitanti delle città che pensano di poter competere con loro.

Leggi anche

Nella Grotta del Benessere: meditazione, sauna, respirazione

In un’accesa conversazione tra madre e figlia, le due donne si accusano a vicenda di aver scelto la vita sbagliata. Perché la vita quotidiana di Mary, che oscilla tra avventure sentimentali e maternità single, è molto migliore dell’ingenuo desiderio dei suoi genitori di costruire un’ode hippie tra i contadini amareggiati?

Odia la vita di campagna: Xan (Luis Zahira) e Lorenzo (Diego Anedo)

Odio la vita di campagna: i fratelli Zan (Luis Zahira) e Lorenzo (Diego Anedo)

Fonte: Lucia Freij

Il film è basato su una storia vera e spazia tra il dramma sociale e il thriller. Perché la violenza dei fratelli contro i nuovi arrivati ​​aumenta gradualmente fino ad arrivare al punto in cui Olga guarda Antoine e dice: “Ti uccideranno. Ne vale la pena?” Antoine annuì. Il suo sogno, il suo sogno, ne vale la pena. “Like Wild Animals” ricorda la commedia irlandese sulla vendetta nove volte nominata all’Oscar “The Banshees of Inisherin” (2023) non solo nel scontro tra malessere spirituale e vastità del paesaggio. Il film horror danese “Speak No Evil” (2023) ha recentemente rappresentato la tensione tra diversi stili di vita.

annuncio:
Risparmia sulle visite al cinema con WELT: Buono Cinestar

“Like Wild Animals” parla del conflitto tra coloro che si trasferiscono nel paese e coloro che vogliono andarsene. Il fatto che riesca a rappresentare entrambe le parti nel modo più convincente possibile è tanto intelligente quanto scioccante. Mentre nella prima metà del film, dominata dagli uomini, le scene di bullismo nei bar oscuri diventano un simbolo di mascolinità tossica, la seconda metà contiene immagini più gentili, più femminili, quasi religiose.

Quando la madre e la figlia portano il loro agnello appena acquistato nella scatola sotto lo sguardo avido degli altri acquirenti, questo simbolismo unisce la vulnerabilità e il coraggio totale dei personaggi, che accettano alcune difficoltà per il loro nuovo modo di vivere. Niente è gratis, questo è anche il messaggio di questa toccante esplorazione della casa come luogo di nostalgia e inferno.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.