Dicembre 10, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Chemnitz: dolore per la leggenda dell’allenatore – Matt Gerd Shedlich

17.014

Lutto per la leggenda dell’allenatore: Matt Gerd Schedlich

L’icona dell’allenatore Gerd Shedd è morto sabato sera all’età di 69 anni.

Chemnitz – Giornata triste per la Sassonia occidentale! L’icona dell’allenatore Gerd Shedd è morto sabato sera all’età di 69 anni.

Gerd Shedlich è morto all’età di 69 anni. © Picture Point / Roger Beach

Era molto apprezzato dai fan di tre club con i quali raramente avevano un buon rapporto.

Ce l’ha fatta nel 1994 Zwickau e 2003 con ospitare Promozione in seconda classe nel 2011 Chemnitz per il terzo campionato.

“Non posso crederci,” disse Helge Leonhart, il capo di Oy, piangendo. “Che periodo difficile? Devo affrontarlo ora. Sono così triste, mi inchino così tanto a Gerd. Era un lavoratore davanti al Signore. Oo, Zwickau e Kemnitz non sarebbero quello che sono senza di lui Le mie condoglianze e quelli della famiglia Shedlich, tutti i parenti e gli amici.” Questo è un dolore incredibile”, ha detto Leonhardt.

"Eccellenza!" Roscher si è fatto strada nel CFC partendo dall'XI?
Chemnitz FC
“Eccellenza!” Roscher si è fatto strada nel CFC partendo dall’XI?

Matthias Kroes (47), membro del Consiglio di amministrazione per il marketing e gli affari dei club dell’FSV, nonché organizzatore dello Zwickau Indoor Masters e del campionato Oldi, è molto turbato. “Gerd ha dato un enorme contributo al calcio nella regione”, ha detto Krause. “Ha goduto di un’ottima reputazione a Zwickau, Oe e Chemnitz come nessun altro ed è sempre stato un ospite gradito”.

Inoltre: “Lo ricorderò come una persona molto gentile e disponibile e vorrei esprimere le nostre più sentite condoglianze al lutto a nome del Consiglio di amministrazione dell’FSV Zwickau”.

“È molto triste e molto difficile trovare le parole in questo momento o capire la portata per noi. Gerd Shedlich era una persona costante e un lavoratore che era lì per il club con calma e sempre senza problemi sulla sua persona e personalità Successo sopra tutto con la sua calma e il suo carisma quasi paterno, mi sono sempre sentito apprezzato, rispettato e sostenuto in sua presenza”, ha affermato Romy Polster, CEO di CFC.

“Oggi abbiamo perso un grande calciatore, una persona e un amico. Chemnitz è profondamente addolorato”.

Il dannoso è stato il 30 dicembre 1952 a Vogtland Rodewisch è nato. In termini di calcio, aveva le sue radici nell’FC Karl Marx-Stadt, dove ha giocato 25 partite nell’Oberliga.

All’età di 25 anni ha concluso la sua carriera a causa di un infortunio ed è diventato un allenatore di successo. Nel 1991 ha allenato l’FS a Zwickau e lo ha portato in seconda divisione nel 1994 ed è arrivato quinto nella stagione 1995/96.

Durante la pausa invernale 1996-1997 è stato in congedo dall’FSV. Nel 1999 ha preso in carico l’Aue e con loro è salito nel 2003. Dopo otto anni e mezzo, vi si è fermato il 17 dicembre 2007. Nel 2008 è tornato a un corso completo.

All’inizio della nuova stagione, è passato al CFC, è stato in grado di salire in terza lega nel 2011 e ha fondato il club fino al suo ritiro il 6 ottobre 2013.

Aggiornato: 29 gennaio, 18:17

READ  World Snooker Championship: Ronnie O'Sullivan vince il titolo record contro Judd Trump - sentimenti sinceri dopo aver vinto la finale