Febbraio 8, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Carri armati per l’Ucraina: Rammstein Conference un ‘momento decisivo’?

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura:

a partire dal: Sandra KatiaE Katia ThorwarthE Neill AcquioneE Luca MayerE Storione Cristiano

Gli Stati Uniti non vogliono fornire all’Ucraina i principali carri armati Abrams. La riunione della NATO a Ramstein mira in particolare a chiarire le questioni relative alle consegne di armi. Ticker di notizie.

+++ 11:25: All’inizio di una riunione del cosiddetto gruppo di contatto ucraino a Ramstein, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto maggiore urgenza nelle consegne di armi. Zelensky ha detto tramite collegamento video venerdì mattina in una riunione presso la base aerea americana Rammstein in Renania-Palatinato che la guerra iniziata dalla Russia “non consente ritardi”. Il tempo rimane una “arma russa”. Zelenskyj ha ringraziato i partecipanti alla riunione per l’assistenza militare che avevano già fornito. “Centinaia di ringraziamenti non sono centinaia di carri armati”, ha aggiunto. Il presidente ucraino ha chiarito che “migliaia di parole” non aiuterebbero di fronte all’artiglieria russa. Con l’aiuto degli alleati, l’Ucraina può “veramente vincere”.

Carri armati per l’Ucraina: Rammstein Conference un ‘momento decisivo’?

+++ 11:00: All’inizio della riunione del gruppo di contatto ucraino a Ramstein, il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha chiesto sforzi per intensificare ulteriormente il sostegno all’Ucraina per respingere la guerra di aggressione della Russia. Austin ha detto venerdì mattina alla base dell’aeronautica americana Rammstein in Renania-Palatinato che la lotta dell’Ucraina contro l’invasione russa è attualmente in un “momento decisivo”. Pertanto, non è il momento di arrendersi su questa questione.

READ  Unione Europea: la Svezia è tra tutti i posti che rallentano la politica migratoria comune dell'Europa

+++ 10:15: Prima della conferenza di Ramstein, la Finlandia ha promesso 400 milioni di euro in aiuti militari all’Ucraina, tra cui artiglieria pesante e munizioni. Il ministro della Difesa finlandese Mikko Savola ha affermato che l’Ucraina ha ancora bisogno di “sostegno per difendere il proprio territorio”. Il consigliere speciale Mika Pinonen ha dichiarato all’agenzia di stampa che il suo ministero non ha fornito alcun dettaglio sull’assistenza militare. Francia Agenzia di stampa Tuttavia, non contiene un serbatoio Leopard.

Carro armato Leopard 2
Un carro armato Leopard 2 durante un’esercitazione dell’esercito tedesco. © Peter Steffen / dpa

+++ 9:00: Nella discussione sulla consegna dei principali carri armati all’Ucraina, l’esperto di politica estera della CDU Roderich Kiesewitter ha chiesto l’unità tra i paesi europei. Venerdì ha affermato sul quotidiano Deutschlandfunk che se l’Ucraina vuole vincere la guerra contro la Russia, sono necessarie un’azione coordinata in Europa e un segnale di unità. La Germania dovrebbe ora approvare i paesi vicini che vogliono consegnare i carri armati Leopard a Kiev. “Questo è il minimo”, ha detto. È anche una “amara necessità”.

Carri armati per l’Ucraina: gli Stati Uniti non offrono – la Germania esita ancora

Aggiornamento dal 20 gennaio, 6:30: Il Pentagono negli Stati Uniti ha pubblicato giovedì sera (ora locale) un elenco di consegne di grandi quantità di armi. Il pacchetto include, tra le altre cose, 59 veicoli da combattimento di fanteria Bradley e, per la prima volta, 90 veicoli da combattimento di fanteria Stryker su ruote, ma nessun carro armato Abrams.

Il ministro della Difesa federale Pistorius ha affermato che la consegna di carri armati americani Abrams all’Ucraina non era una condizione per la possibilità di inviare carri armati tedeschi: “Non sono a conoscenza di un tale collegamento”, ha detto il politico SPD in un punto focale per ARD quando Alla domanda se la Germania avrebbe fornito i principali carri armati senza gli Stati Uniti, Pistorius ha detto che era una questione che Schultz aveva discusso con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Carri armati in Ucraina: il Pentagono attualmente considera le consegne di Abrams “inconcepibili”.

+++ 21:45: Dal punto di vista del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, la consegna dei principali carri armati statunitensi Abrams all’Ucraina “in questo momento” non ha senso. La portavoce del Pentagono Sabrina Singh ha detto, secondo uno dpaRapporto ai giornalisti a Washington. Il motivo di questa valutazione è che l’Abrams MBT sarebbe più difficile da utilizzare e mantenere in Ucraina a causa del carburante richiesto. Anche un giornale americano Politico Aveva già riferito mercoledì (18 gennaio) che Washington potrebbe non pianificare la fornitura di carri armati Abrams, ma sta invece valutando la possibilità di fornire veicoli corazzati Stryker.

Questa notizia arriva dopo le notizie di una telefonata tra il cancelliere tedesco Olaf Schultz e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, in cui Schulz ha chiesto a Biden di fornire anche carri armati Abrams in caso di consegna di un’auto Leopard tedesca. Lo ha confermato in serata il nuovo ministro della Difesa Boris Pistorius, che ha prestato giuramento giovedì ARDche la potenziale consegna del Leopardo non era direttamente correlata alla consegna dei carri armati americani.

Zelensky: “Se avete carri armati Leopard, dateceli”

+++ 20:30: Prima della deliberazione degli alleati occidentali a Ramstein, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha rinnovato la sua richiesta di carri armati principali. “Certo che puoi ancora parlare per sei mesi, ma la gente muore qui ogni giorno”, ha detto Zelensky. ARD e anche, “Se hai un carro armato Leopard, daglielo.”

“Si tratta di non fare da soli”, ha detto il nuovo ministro della Difesa federale Boris Pistorius (SPD). RTLAnche giovedì (19 gennaio). Nella sua intervista, Selinski ha criticato aspramente questa tesi, che in precedenza era stata più volte rafforzata dal cancelliere Olaf Scholz (SPD). “Queste pantere non attraversano la Federazione Russa. Ci stiamo difendendo”, ha spiegato il presidente.

L’Inghilterra fornisce missili Brimstone

+++ 18:30: “Oggi posso annunciare che invieremo 600 missili Brimstone, che è molto importante per il dominio dell’Ucraina sul campo di battaglia”, ha dichiarato in Estonia il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace.

Dopo aver visitato il contingente NATO guidato dagli inglesi, ha annunciato la consegna di 14 carri armati Challenger 2. Non era ancora stato informato della data di consegna.

Rapporto: l’industria della difesa tedesca potrebbe fornire più di 100 carri armati principali

+++ 15:52: Sembra che l’industria tedesca delle armi si stia preparando a consegnare carri armati – con piani specifici. Com’è? Handelsblatt Ora si dice che sia in grado di fornire più di 100 carri armati principali; Non sarebbe superfluo toccare le scorte dell’esercito tedesco. Il documento faceva riferimento ai circoli industriali.

Il giornale citava circoli del settore che affermavano che le considerazioni erano per il carro armato principale Leopard 2 e il suo predecessore, il modello Leopard 1, ma anche per il carro armato principale britannico Challenger 1. Questi carri armati potrebbero essere ristrutturati e consegnati a Kiev.

Aggiornamento da giovedì 19 gennaio alle 7:00: Gli Stati Uniti chiedono alla Germania che la Cancelleria consenta non solo ad altri paesi di fornire i principali carri armati Leopard 2, ma anche di fornirli loro stessi. che riporta Giornale della Germania meridionale. Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin è atteso a Berlino giovedì per colloqui con il suo nuovo omologo tedesco, Boris Pistorius (SPD).

Negoziati nella guerra in Ucraina: Kissinger parla a Davos dell’adesione dell’Ucraina alla NATO

Primo rapporto da mercoledì 18 gennaio: Kiev / Mosca / Davos – mentre sei dentro Ucraina Guerra di aggressione russa Inesorabilmente e severamente, politici e rappresentanti delle imprese si incontrano al World Economic Forum di Davos. L’argomento dominante è la guerra in Ucraina. durante la presidenza degli Stati Uniti Joe Biden Non partecipa al forum diventa cancelliere federale Olaf Schulz (Partito socialdemocratico) intervenendo alla sessione plenaria della riunione di mercoledì pomeriggio. Sta aspettando con ansia se commenterà le possibili consegne di carri armati a Kiev.

L’ex Segretario di Stato americano Henry Kissinger ha parlato a Davos martedì (17 gennaio). Il suo cambiamento di opinione sulla questione dell’adesione dell’Ucraina alla NATO dopo l’invasione russa è stata una sorpresa per gli osservatori. “Prima di questa guerra, ero contrario all’adesione dell’Ucraina perché temevo che sarebbe iniziato lo stesso processo che vediamo ora”, ha detto Kissinger tramite collegamento video al World Economic Meeting (WEF). “L’idea di un’Ucraina neutrale non ha più senso”, ha detto il 99enne.

Per mesi, l’anziano diplomatico di lunga data si è espresso a favore di un cessate il fuoco in Ucraina che sarebbe andato di pari passo con il riconoscimento delle conquiste territoriali della Russia. Ma nel suo messaggio al World Economic Forum, Kissinger ha ora affermato che l’adesione alla NATO sarebbe una “conseguenza appropriata” di un’invasione russa.

Negoziati nella guerra in Ucraina: la Russia tiene una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sull’Ucraina

Mentre si discuteva delle crisi globali a Davos, un inviato russo alle Nazioni Unite ha annunciato la risposta di Mosca alle critiche. Il conflitto in Ucraina su di me. Come riportato da Newsweek, è in programma un incontro informale al Consiglio di sicurezza dell’Onu, dove si discuterà della “posizione anti-russa”. Il portale ha citato il primo vice rappresentante della Russia alle Nazioni Unite, Dmitry Polyansky, che prendeva in giro i “patroni occidentali dell’Ucraina”. I membri delle Nazioni Unite prenderanno una “posizione anti-russa ‘una volta al mese'” quando discuteranno della guerra.

Infine, ha lanciato un avvertimento sui prossimi incontri delle Nazioni Unite, coniando: “Non entrerò nei dettagli su ciò che accadrà sulla nostra proposta al Consiglio di sicurezza all’inizio della prossima settimana”. Pertanto, gli “avversari” della Russia dovrebbero “tenersi all’oscuro”. Ha aggiunto che dopo una sessione “anti-russa”, si cercherà di organizzare una sessione su un argomento “scomodo”. (parla con le agenzie)