Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Boom, boom, boom” – il segnale del battito cardiaco dall’universo stordito

  1. Pagina iniziale
  2. Conoscenza

creatura:

a: Tanya Banner

Il telescopio CHIME in Canada ha “catturato” l’esplosione radio insolitamente veloce. (Immagine iconica) © Courtesy of CHIME, con sfondo a cura di MIT News

Un telescopio canadese capta un segnale insolito dall’universo. I ricercatori hanno stabilito che il misterioso segnale aveva un “battito cardiaco”.

Cambridge – le infinite distese dell’universo sono incredibilmente meravigliose e belle, Vengono mostrate anche le prime immagini del telescopio spaziale James Webb Ma i ricercatori sono lontani dal capire tutto. Un fenomeno che non può essere completamente spiegato è il cosiddetto “fast radio bursts” (acronimo FRB). Questo termine descrive un’onda molto corta (lunga pochi millisecondi) di radiazione radioattiva di origine sconosciuta nello spazio. Nel 2007 è stato scoperto il primo FRB e da allora centinaia di lampi cosmici così veloci sono stati segnalati da diversi angoli dell’universo. Ma molte domande sui segnali misteriosi, come come sono apparsi o da dove sono venuti, rimangono ancora senza risposta.

I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Cambridge stanno ora segnalando un’eccitante esplosione radiofonica da una galassia lontana. Il misterioso nuovo segnale è durato fino a tre secondi, circa 1.000 volte più a lungo del burst medio di una radio veloce. Durante questa finestra temporale, i ricercatori sono stati in grado di identificare un’altra caratteristica: esplosioni di onde radio che si ripetono ogni 0,2 secondi in uno schema periodico distinto, “simile a un cuore che batte”, secondo una dichiarazione del Massachusetts Institute of Technology.

Un misterioso segnale dall’universo: “Boom, boom, boom – come un battito cardiaco”

“Era insolito”, ricorda Danielle Mitchell, che ha scoperto il segnale nel Canadian Hydrogen Intensity Mapping Experiment (CHIME) nel 2019. Il ricercatore spiega la sua scoperta: “Non solo era molto lungo, circa tre secondi, ma c’erano anche questi picchi periodici che erano straordinariamente precisi e si verificavano in una frazione di secondo – boom, boom, boom – come un battito cardiaco”.

Si ritiene che il segnale, denominato FRB 20191221A, sia complesso, la lunghezza d’onda radio veloce più longeva con il pattern periodico più chiaro rilevato fino ad oggi. Il misterioso segnale sembra provenire da una galassia a miliardi di anni luce dalla Terra. Quale sia esattamente la fonte del segnale è un mistero per i ricercatori. Tuttavia, sospettano che dietro possa esserci una pulsar radio o una magnetar, entrambi i tipi di stelle di neutroni.

bollettino satellitare

Segnali misteriosi dall’universo, strani corpi celesti nella nostra galassia o viste nello spazio profondo – con newsletter spazio libero Sei sempre all’erta.

Segnale sconosciuto dallo spazio: “Magnetar o pulsar con steroidi”

“Non ci sono molte cose nell’universo che emettono segnali rigorosamente periodici”, osserva Micheli, che ha guidato lo studio dello strano segnale. Il ricercatore continua: “Nella nostra galassia, ad esempio, sappiamo di pulsar e magnetar radio che ruotano ed emettono un raggio di emissione simile a un faro”, aggiungendo: “Pensiamo che questo nuovo segnale possa essere una magnetar o una pulsar sul doping. “

Il team di ricerca di Michilli spera di scoprire segnali più periodici dalla fonte precedentemente sconosciuta per poi usarli come una sorta di orologio astrofisico. I ricercatori sono particolarmente interessati alla frequenza dei focolai e al modo in cui stanno cambiando. Man mano che l’universo si espande, la sorgente del segnale si allontana dalla Terra: i ricercatori possono utilizzare la frequenza variabile per misurare la velocità con cui si sta espandendo l’universo.

Era insolito. Non solo erano molto lunghi a circa tre secondi, ma c’erano picchi periodici che erano straordinariamente accurati e si verificavano in una frazione di secondo – boom, boom, boom – come un battito cardiaco.

Un misterioso segnale di “battito cardiaco” dall’universo: incredibilmente luminoso e lungo

L’insolita esplosione radiofonica veloce è stata scoperta da Micheli e dal suo team Pubblicato sulla rivista Nature. Nel loro studio, i ricercatori hanno dimostrato che ci sono somiglianze con le emissioni di pulsar radio e magnetiche nella nostra Via Lattea. Ma c’è anche una grande differenza: FRB 20191221A sembra essere un milione di volte più luminoso. Micheli ritiene che i lampi luminosi potrebbero aver avuto origine da un globo distante che di solito è meno luminoso ma, per un motivo precedentemente sconosciuto, emetteva una serie di esplosioni molto luminose in una rara finestra di tre secondi.

I ricercatori sanno già alcune cose sul misterioso segnale e sulla sua sorgente: “Sulla base delle proprietà di questo nuovo segnale, possiamo dire che c’è una nuvola di plasma attorno a questa sorgente, che deve essere molto turbolenta”, spiega Micheli. Ulteriori esplosioni del segnale potrebbero aiutare a comprendere meglio la sorgente e le stelle di neutroni. Michilli riassume le domande poste dai ricercatori: “Questa scoperta solleva la domanda su cosa potrebbe causare questo segnale estremo che non abbiamo mai visto prima e come possiamo usare questo segnale per studiare l’universo”. (scheda)

READ  I linfociti T possono proteggere il comune raffreddore dall'infezione del virus Corona, una pratica curativa