Gennaio 25, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attività russe nel Mar Baltico: la Svezia aumenta la prontezza militare

Stato: 15.01.2022 00:21

I movimenti delle forze russe al confine con l’Ucraina hanno sollevato la preoccupazione della NATO. La Svezia ha anche risposto alle navi russe nel Mar Baltico e i soldati hanno pattugliato l’isola di Gotland.

Alla luce delle crescenti “attività russe” nel Mar Baltico, la Svezia ha inviato diversi veicoli blindati per le strade dell’isola di Gotland e li ha pattugliati. Venerdì, i militari hanno detto che circa una dozzina di veicoli corazzati da combattimento e dozzine di soldati si trovavano nella piccola città di Visby. Pochi giorni fa, tre navi della Marina russa sono entrate nel Mar Baltico attraverso lo stretto della Grande Cintura in Danimarca.

“Le forze armate stanno adottando le misure necessarie per proteggere la sicurezza della Svezia e per dimostrare la nostra capacità di proteggere gli interessi della Svezia e della Svezia”, ​​ha detto all’AFP il ministro della Difesa Peter Hultqvist. Hultqvist ha detto all’agenzia di stampa TT che l’aumento delle pattuglie a Gotland era un segno che la Svezia stava prendendo sul serio la situazione e “non sarebbe sorpresa”. Gotland è strategicamente situata nel Mar Baltico, a 300 chilometri dalla regione russa del Mar Baltico di Kaliningrad.

Nessuna “dimostrazione di potere” svedese

L’esercito svedese ha dichiarato giovedì sera che le unità sarebbero state utilizzate per “migliorare le operazioni in diverse località” mentre “aumentano le attività russe nel Mar Baltico”. Ma il capo delle operazioni delle forze armate svedesi, Michael Claesson, ha negato che si trattasse di una “mostra di forza” svedese mirata.

Ha detto all’AFP che le unità facevano parte della forza già di stanza sull’isola. È un “modo naturale per regolare la presenza militare”. Cleeson ha detto che alcune delle misure adottate dai militari saranno visibili e altre no. “Lavoreremo in modi diversi in luoghi diversi in Svezia”.

READ  venerdì 10 dicembre 2021

Il maggiore generale Lena Hallen, capo del servizio di intelligence militare svedese ST, ha affermato in precedenza che il paese era lontano da una normale situazione di sicurezza. “La tendenza verso una grave crisi della sicurezza è in Europa da tempo e ha subito un’accelerazione negli ultimi mesi”. È un’illusione che le tensioni in Europa siano solo temporanee.

La Svezia lavora a stretto contatto con la NATO

Sebbene la Svezia non sia un membro della NATO, lavora a stretto contatto con l’alleanza. La Russia ha recentemente avvertito il Paese di “gravi conseguenze” se si fosse unito all’alleanza. Dall’annessione della Crimea ucraina da parte della Russia nel 2014, Stoccolma ha rafforzato ancora una volta le sue difese. Nel 2017 ha reintrodotto la coscrizione.

Alla luce del massiccio dispiegamento delle forze russe al confine con l’Ucraina, l’Occidente è preoccupato che la Russia si stia attualmente preparando a invadere il paese vicino. Il Cremlino lo nega con forza.