Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attacco a due ville di un conduttore televisivo russo in Italia

Ci sono stati due attacchi alle case di una conduttrice televisiva russa in Italia. Pneumatici sono stati dati alle fiamme vicino alla villa di Vladimir Solovyev. È considerato un sostenitore di Vladimir Putin.

Due ville Uno dei capi di stato della Russia Vladimir Putin Ci sono presentatori televisivi vicini Italia Divenuto bersaglio di attacchi. Le autorità hanno dato fuoco alla villa del giornalista russo Vladimir Soloviev sul Lago di Como, nel nord Italia, martedì, hanno detto i funzionari. La vernice rossa è stata versata sulla seconda piscina della villa nella zona.

Soloviev è stato uno dei più famosi sostenitori dell’invasione russa dell’Ucraina. Ogni sera pubblicizza la guerra nel suo programma. Possiede tre immobili sul Lago di Como per un valore complessivo di otto milioni di euro. Sono stati congelati dalle autorità italiane all’inizio di marzo, insieme ai beni di altri alleati russi di Putin, sotto sanzioni sulla guerra in Ucraina.

La villa è una vasta area immobiliare

La villa danneggiata dal fuoco è attualmente in fase di ristrutturazione. Secondo i funzionari, alcuni pneumatici sono stati dati alle fiamme lì e sono stati rapidamente estinti. “E’ stato un incendio molto piccolo con piccoli oggetti. Non ci sono stati praticamente danni”, ha detto all’AFP Geno de Mayo, capo dei vigili del fuoco di Como.

Per il sindaco del Comune di Menaggio Michele Spaggiari si tratta chiaramente di una “anti-azione”. Soloviev ha comprato la villa cinque anni fa, “ma fino a un mese fa nessuno dei miei concittadini sapeva”, ha detto all’agenzia Agi Spaghiari, chi fosse il proprietario. Secondo quanto riportato dai media, la polizia sta indagando.

READ  Italia: Johnson & Johnson Booster for Immunization - Salute

In un video diffuso dall’agenzia Ansa si legge che vernice rosso sangue è stata spruzzata sulla facciata della seconda villa dei Soloviev a Pianello del Lario e versata in piscina. In prima pagina erano scritte le parole “No all’omicidio, no alla guerra”.