Maggio 22, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Appassionato “Impossible Kitchen”: “Volevo amarla così tanto” – TV

Softshell hard core?

Lo chef televisivo Tim Mälzer, 51 anni, è noto da tempo per le sue imprecazioni emotive ed eccessive. Quindi, prima dell’attuale puntata di “Kitchen Impossible” di domenica sera, è stato mostrato un avvertimento per precauzione: gli chef andranno a situazioni estreme. “Se la scelta delle parole è influenzata nella foga del momento, ci scusiamo”.

Ma era anche sorprendentemente emotiva…


Cornelia Polito e Tim Malzer non si davano nienteFoto: RTL / Picture Alliance / Axel Heimken

Le cose si fanno tese a Moltser

Questa settimana Mälzer ha cucinato con la chef di Amburgo Cornelia Polito (50) per la competizione e in tutto il mondo. Così ha dovuto recarsi in Svizzera e sospettare il peggio quando ha guardato in un lago dell’Alta Engadina.

Il famoso chef si maledisse di riflesso: “Ci vedo dei paddleboard. Se pensi che starò su uno stupido paddleboard, ti schiaffeggio nel culo!”

Ma è peggiorato: per Malzer, avrebbe dovuto fare surf. Le cose sono andate così contro la direzione dello chef televisivo che prima ha piegato l’allenatore di surf in avvicinamento: “Ehi, mi stai già dando sui nervi!” Questo ha giocato un ruolo importante dopo aver indossato una muta.

Mälzer era preoccupato per la corretta rappresentazione dei suoi genitali: “Non sono sicuro che i genitali si mostrino bene”. Questa è stata seguita da una spiegazione dettagliata dell’attrezzatura di Mälzer: “Ho un pene sanguinante. Quando il serpente dorme, non succede molto. Ma quando lo fa, il cobra diventa vigile”.

Dopo i primi tentativi infruttuosi di surfare e cadere in acqua, Mälzer ha voluto continuare a parlare dei suoi meriti: “Ho un bel culo”.

Tuttavia, i punti assegnati sono stati solo per il primo corso “Swiss Capuns with Deer in Trumpet Coat Medals”: 7,8 punti.

Con LEI è così morbido

Le parolacce e le parolacce divennero rapidamente un tabù.

Mälzer è stato inviato a Modena in Italia ed era solo sicuro di dover andare dal famoso chef Massimo Bottura (59) nell’Osteria Francescana. Dopo aver provato l’Erbazzone, una crostata di spinaci con parmigiano e pancetta, è rimasto deluso: “Sembra una cena sfiziosa”.

Sperava in un piatto tradizionale di “nonna” (italiano: nonna), perché vedeva in quello l’unica vera sfida: “Non è sicuramente la nonna che cucina. Non posso fallire qui!”


Tim Malzer nel paradiso del formaggio

Tim Malzer nel paradiso del formaggioFoto: RTL/Endemol Shine

Anche il fatto di aver ricevuto un secondo pacchetto di cucina non ha fatto dubitare Malzer di se stesso: “Sei Mike Tyson, sei all’asilo e i bambini piccoli vogliono eliminarti. Bolito è solo una ragazzina bionda con le trecce e che piange per niente. E io sono Mike Tyson.”

Ma il sito di cucina ha confuso lo chef. Non era il nobile ristorante che aspettava Moultster, ma la tradizionale piccola “Antica Mocha”. E poi Malzer ha salutato Anna Maria Barbieri (76), una vera “nonna”! Lo chef è rimasto sbalordito: “La suora di cui parlo sempre! Se dovessi farla con la plastilina, sarebbe la signora. Non sono mai stato sorpreso da ‘Cucina’. Non sono mai stato così arrabbiato”.

Voleva dare tutto ad Anna Maria, dimenticandosi persino di giurare: “Perché l’ho incontrata ora, mi sento come se avessi preso le palle, per mio orgoglio. Voglio che mi abbracci ora e mi dica: ‘Piccola fratello!'”


Ora è la mia nonna onoraria: Tim Malzer

Ora è la mia nonna onoraria: Tim MalzerFoto: RTL / Picture Alliance / Axel Heimken

Ha dato in pasto il suo piatto alla padrona di casa in persona e ha confessato: “Volevo che mi amasse così tanto. Davvero così tanto! “Il miglior complimento a Malzer è seguito poco dopo, perché Anna Maria Barbieri era entusiasta: “Può davvero passare facilmente come una nonna”.

Ciò si è riflesso anche nel punteggio della giuria: 7,6 punti per l’italiana “Nonna” di Mälzer, e quindi la vittoria assoluta su Cornelia Polito.

READ  Howard e Donis Carpendale: Era spesso una questione di vita o di morte - gli umani