Dicembre 10, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Anche una lieve infezione da Covid sembra cambiare il cervello dei malati

Le conseguenze tipiche della malattia di Covid includono la perdita dell’olfatto e la memoria compromessa. Entrambi possono essere visti anche nel cervello dei malati, riferiscono ora i ricercatori.

Uno dei più sintomi COVID-19 È la perdita dell’olfattoMa anche la memoria sembra soffrire in molti pazienti dopo l’infortunio. Le cause dei sintomi non sono ancora ben comprese. Un team di ricercatori ha ora cercato anomalie nel cervello dei pazienti con Covid 19 dopo l’infezione e ha trovato cambiamenti nelle aree relative all’elaborazione degli aromi e alla memoria.

Sulla rivista “Natura” Gwenel Dowd e i suoi colleghi riferiscono sulle indagini. Il team ha analizzato due scansioni cerebrali che hanno richiesto circa 38 mesi, ad eccezione di 785 volontari che hanno anche eseguito test cognitivi. Delle persone, 401 hanno contratto SARS-CoV-2 durante il periodo delle indagini e 15 hanno dovuto essere ricoverate in ospedale.

Le scansioni hanno mostrato cambiamenti caratteristici nel cervello di coloro che sono risultati positivi, che possono ancora essere rilevati dopo qualche tempo: Ecco com’era Materia grigia o poco chiara È più sottile in aree come il lobo orbitale e il giro paraippocampale rispetto alle persone che non hanno avuto il Covid-19. Il lobo orbitale è coinvolto nei processi di memoria, il giro paraippocampale nella memoria degli odori. Inoltre, si osserva frequentemente un danno alla corteccia olfattiva, in cui vengono elaborati gli stimoli olfattivi.

È più probabile che infezioni lievi causino cambiamenti nel cervello

I pazienti hanno ottenuto punteggi nei test cognitivi dopo aura– L’infezione peggiora in media, a differenza dei pazienti testati come controlli dopo la polmonite. Apparentemente, un’infezione abbastanza lieve con Corona virus Per i cambiamenti nel cervello, hanno concluso i ricercatori; Questo non colpisce solo le cellule di supporto della mucosa nasale, che è una delle cause della perdita acuta dell’olfatto.

READ  La bacca di Goji combatte la perdita della vista legata all'età: una pratica di guarigione

I ricercatori ritengono che sia ipotizzabile che il danno causato dal virus possa diffondersi al sistema nervoso centrale: ad esempio attraverso la via olfattiva o tramite processi infiammatori nei canali nervosi. Tuttavia, è anche possibile che le aree cerebrali interessate ricevano improvvisamente meno input a causa di danni ai sensori olfattivi e si riducano gradualmente a causa della minore attività.