Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alimentazione sana – il mito si sta dissolvendo: nessuna protezione del cuore, nessuna protezione contro il cancro e…

… Le patate sono “sane” come le mandorle!

C’è stato un chiaro consenso nei circoli di ricerca per decenni: la scienza nutrizionale è in gravi difficoltà e ha bisogno di una profonda revisione perché questa disciplina non può fornire alcuna prova affidabile. Quindi c’è una completa mancanza di vere prove causali, il che significa che non ci sono valide relazioni di causa-effetto tra di loro foraggio e prevenzione delle malattie. Quindi mancante Ricerca sulla nutrizione Nessuna prova per questo esempio la verdura Protegge il nostro sistema cardiovascolare, un’alimentazione “sana” previene il cancro o le patatine fritte non sono salutari – e queste lesioni non ci saranno mai a causa delle enormi limitazioni degli studi nutrizionali che possono essere effettuati. I cittadini sono invece confusi dalle “nuvole di salute” con correlazioni molto deboli, cioè semplici relazioni statistiche – e con questa conoscenza spuria, viene loro suggerito di sapere quale dieta li mantenga in salute. Ma il velo di foschia delle “cortine fumogene ambientali” sta svanendo sempre più dagli studi attuali – e dietro la visione confusa c’è una chiara focalizzazione sulla verità, sul dogma ambientale globale: non sai nulla di specifico.

Dopo l’apprezzata Cochrane Collaboration di recente con pochi carboidratiLa leggenda dovrebbe essere “la migliore di sempre”. dietaPresentato in uno studio su larga scala come numero d’aria [mehr dazu -> hier und Quelle ]1]negli ultimi mesi sono apparse altre pubblicazioni degne di nota che hanno smentito la ben nota (naso) saggezza nutrizionale.

Non protegge il cuore delle verdure

Anche se non ci sono prove, vale comunque la verità: molte verdure proteggono il cuore e la circolazione sanguigna. Ma una nuova massiccia analisi ha ora rivelato che mangiare verdure non protegge dalle malattie cardiovascolari. Gli ultimi risultati di questo nuovo studio solido e su larga scala sulla popolare rivista Frontiers in Nutrition mostrano che un maggiore consumo di verdure cotte o poco cotte non influisce sul rischio di malattie cardiovascolari. Nel loro articolo, i ricercatori spiegano anche come gli agenti dirompenti, chiamati “confondenti”, possono portare a primi falsi positivi (che, tra l’altro, è uno degli errori fondamentali nella ricerca nutrizionale). I dati del presente studio provengono dalla biobanca britannica, uno studio prospettico su larga scala che esamina come i geni e l’ambiente contribuiscono allo sviluppo delle malattie più comuni e pericolose per la vita. “Qui abbiamo utilizzato l’ampia dimensione del campione della biobanca britannica, il follow-up a lungo termine e le informazioni dettagliate sui fattori sociali e sullo stile di vita per studiare l’associazione tra il consumo di verdure e il successivo rischio di malattie cardiovascolari. di fiducia Ha affermato la professoressa Naomi Allen, scienziato capo del Regno Unito presso Biobank nel Regno Unito e coautrice dello studio.

READ  Miocardite: 7 segni

I ricercatori hanno analizzato i rapporti di quasi 400.000 partecipanti sul loro consumo medio giornaliero di verdure e hanno analizzato un’associazione con il rischio di ricovero o morte. Attacco di cuoreE il attacco cerebrale o pesante Malattia cardiovascolare. Inoltre, gli scienziati hanno controllato un’ampia gamma di potenziali fattori confondenti, tra cui lo stato socioeconomico, l’attività fisica e altri fattori dietetici.

Il dottor Qi Feng, ricercatore presso il Dipartimento di salute della popolazione di Nuffield presso l’Università di Oxford e autore principale dello studio, presenta i risultati: “Il nostro ampio studio ha nessuna prova Trovato per avere un effetto protettivo delle verdure sull’incidenza delle malattie cardiovascolari (CAD). Invece, le nostre analisi mostrano che l’apparente effetto protettivo del consumo di verdura contro il rischio di CHD è altamente probabile a causa di fattori confondenti residui associati a differenze di stato socioeconomico e stile di vita. “Messaggio chiaro. Real Assassin’s Creed – Veggie deve rinunciare al titolo di ‘Protettore del cuore’.” Per inciso: analisi di dati ampiamente comparabili in articoli scientifici [2] Già nel 2019 ha mostrato che la leggenda “carne Malsano: non è possibile ottenere alcuna prova causale.

Nessuna prevenzione del cancro attraverso una “alimentazione sana”

Non solo ci sono migliaia di studi individuali sulla domanda “Quali alimenti hanno un effetto sul rischio di cancro?” , che forniscono solo interrelazioni e pertanto consentono solo ipotesi. Da questi numerosi articoli sono già stati generati numerosi studi su larga scala, le cosiddette meta-analisi, in cui i singoli risultati sono riassunti e valutati. Uno studio massiccio su una delle riviste più importanti “Nature” ha ora combinato 860 di queste meta-analisi in un’unica meta-analisi massiccia [4] Secondo i ricercatori, per usare un eufemismo, il legame tra dieta e cancro potrebbe essere sovrastimato. Gli autori hanno trovato alcune associazioni che potrebbero essere causali potevo (Nota anche qui la condizione.) La maggior parte delle altre associazioni di dieta contro il cancro potevo Sii reale anche tu, ma c’è ancora molta incertezza. È improbabile che ulteriori ricerche simili cambieranno le prove attuali per la maggior parte dei collegamenti. “In effetti, un altro milione di studi osservazionali non ci avvicinerà più alle prove causali di cui abbiamo bisogno. Gli autori quindi raccomandano piuttosto che raccomandazioni dietetiche concrete per la prevenzione del cancro: “Per la salute pubblica e le politiche, gli sforzi dovrebbero mirare a ridurre i principali nutrienti noti legati alla nutrizione. fattori di rischio Soprattutto per la cura del cancro obesità e consumo di alcol”.

Patatine fritte “sane” come mandorle!

Infine, per una volta, non è stato presentato nessuno studio osservazionale, ma un vero e proprio studio randomizzato controllato, ovvero uno studio randomizzato Studio clinicoQuesto è il gold standard per la ricerca scientifica. Ci sono pochissimi disegni di studio controllati randomizzati maiuscoli di questo tipo in nutrizione, ma anche questi sono “perle” Scienza della nutrizione“Ha gravi debolezze: di solito è molto breve e fornisce solo informazioni su valori surrogati (“parametri surrogati”) come analisi del sangue o delle feci, ma non fornisce — la ridondanza può essere tollerata — prove causali di problemi clinici significativi punti finali come infarto. o ictus o cancro o morte (= mortalità, l’endpoint scientifico più difficile, davvero un vero punto finale).Anche se celebrato allegramente come evidenza nel panorama alimentare salutare degli antichi messaggeri nutrizionali, dopo un’analisi più approfondita dei dati , spesso si rivelano “non statistici” per il mese”. [5]che deve essere ritirato per incongruenze statistiche [6]”: Tutti e due fatto contenuto nel “Studio principale” PREDIMED, che è stato più volte evidenziato come “prova dell’effetto di promozione della salute della nutrizione mediterranea” – ma anche questo debole “piccolo documento” non può iniziare a svolgere il suo ruolo di risorsa causale. Ma questo è solo a margine. Torniamo al centro del piatto e concediamoci una gustosa porzione di patatine fritte croccanti e fritte – solitamente attribuite a “cibi malsani” (sebbene questa rigida classificazione di “cibi sani e malsani” non esista più – è ufficialmente confermata) da i sette stabilimenti.Ecologia major in Germania, Austria e Svizzera [7]).

READ  Roulette svizzera Omicron: perché il governo preferisce aspettare e vedere

Ma ecco che arriva la riabilitazione della salutare reputazione dei bastoncini di patate ad alta energia, offerta dagli scienziati dell’Università dell’Indiana e dell’Università dell’Alabama a Birmingham, pubblicata sul rispettato American Journal of Clinical Nutrition. [8]. I ricercatori hanno condotto un’indagine approfondita, uno studio randomizzato controllato che ha esaminato l’effettiva relazione di causa ed effetto tra patatine fritte e consumo di mandorle. Gli scienziati hanno confrontato due gruppi assegnati casualmente (= randomizzati) di 90 adulti ciascuno. I partecipanti al gruppo P hanno mangiato una porzione di patatine fritte (.300.). calorie). Nel gruppo M, che fungeva da controllo, i soggetti hanno rosicchiato una porzione di mandorle con lo stesso contenuto energetico (300 calorie) al giorno al posto delle patatine fritte. Inoltre, i ricercatori non hanno voluto altri “interventi”, in modo che tutti potessero mantenere il loro stile di vita e la dieta abituale.

Come le patate, anche le mandorle

I ricercatori hanno analizzato sia la massa grassa corporea che Glicemia e produzione di insulina. Alla fine del mese di studio, tutti i valori in entrambi i gruppi erano comparabili: “In base ai nostri risultati, c’è numero Evidenze statisticamente significative per gli effetti differenziali tra il consumo giornaliero di una tipica porzione da 300 calorie di patatine fritte e 300 calorie di mandorle. I risultati lo supportano nessuno È stata studiata la relazione causale tra l’aumento del consumo di patatine fritte e gli effetti negativi sulla salute. “Naturalmente, anche qui valgono le solite limitazioni e critiche della scienza consolidata: durata troppo breve, poche materie di prova, solo criteri surrogati ecc. MA: questo piccolo pilota sintonizzato può sicuramente essere utilizzato numero Fatti un’ipotesi che necessita di ulteriori approfondimenti: le patatine fritte non sono salutari e fanno ingrassare. Non c’è più alcun motivo per questo. Ciò significa: le patatine fritte non sono ovviamente un tabù quando si perde peso, devi solo includerle correttamente. Ma questa è un’altra questione. Se sei interessato a perdere peso con successo e, soprattutto, a mantenere il nuovo peso magro desiderato, vedi -> prossimo articolo Consigliato, che ruotano esplicitamente attorno a questo gruppo di argomenti.

READ  Sylt: l'epidemia di Corona paralizza il turismo - chiudono hotel e ristoranti | regionale

Mangia quello che ti piace e tollera bene!

La morale della storia? Non ci sono prove di un’alimentazione sana! Quindi, la raccomandazione dietetica liberale è: quando mangi, fidati solo di qualcuno che sa cosa è veramente buono per te: il tuo corpo. Ascolta i tuoi sentimenti intuitivi: mangia solo quando sei reale, fisico – biologico fame Ottieni ciò che senti, ciò che ti piace davvero e, soprattutto, ciò che puoi tollerare bene. Mangia una varietà di cibi freschi e di alta qualità. Fidati dei suoi “sofisticati sospiri dal profondo del tuo stomaco”, che il tuo corpo ti sta segnalando: mi sento bene, tutto è fatto bene! Il dogma è: ci sono tante diete sane quante sono le persone, perché: Ognuno è diverso. Con questo in mente: goditi la vita – complimenti epicurei!

[1] Una revisione Cochrane confronta le diete a basso contenuto di carboidrati con le diete ben bilanciate e ipocaloriche. Comunicato stampa Cochrane Germania, 31 gennaio 2022

[2] Uno studio su larga scala ha scoperto che mangiare verdure non protegge dalle malattie cardiovascolarinotiziario 21 febbraio 2022

[3] Nutrizione e clima: mangiare senza carne, sano, rispettoso del clima: mancano le prove. Dtsch Ärzteebl 2020; 117 (27-28): A-1384 / B-1184. ((Ecco le fonti [4, 5, 6, 7, 8, 9, 10] a Annali di medicina interna Una serie di articoli pubblicati))

[4] Papadimitriou N, Markozannes G, Kanellopoulou A et al. Revisione completa delle prove che collegano la dieta al rischio di cancro in 11 siti anatomici. Nat comune 12, 4579 (2021). https://doi.org/10.1038/s41467-021-24861-8

[5] L’olio d’oliva previene il diabete. Non statistico al 31/01/2014

[6] PREDIMED Studio sulla Dieta Mediterranea Pulled – e ripubblicatoaerzteblatt-de, 14 giugno 2018

[7] Ci sono cibi sani? Forum sulla nutrizione il 24.10.2019

[8] Smith, dott.; et al. Consumo di patatine fritte e bilancio energetico: uno studio randomizzato controllato Giornale americano di nutrizione clinicaE il https://doi.org/10.1093/ajcn/nqac045Pubblicato: 18 febbraio 2022