Maggio 23, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Adler Group – L’investitore avverte: “Gli azionisti devono affrontare una perdita totale come Wirecard” – Economia

Questo è stato il crollo del mercato azionario più mortale in Germania dai tempi di Wirecard: lunedì, le azioni della società immobiliare Adler Group sono crollate di oltre il 50 percento!

La società in precedenza aveva registrato una perdita di 1,2 miliardi di euro (dopo un utile di 191 milioni di euro nel 2020) – anche se non è chiaro se la società stia nascondendo qualcos’altro: perché i revisori dei conti non vogliono rilasciare un certificato per il bilancio.

A settembre 2021, il Gruppo Adler gestiva circa 69.000 unità abitative per un valore di 13 miliardi di euro.

Il caso ricorda inizialmente il crollo totale di Wirecard nel giugno 2020 – e ha anche qualcosa in comune con lo scandalo di frode da 1 miliardo di euro al fornitore di servizi finanziari di Monaco: mesi fa, Viceroy Research dell’investitore Fraser Perring si è scontrato con entrambi. Entrambi erano l’affermazione di un cacciatore di falsi bilanci: numeri aziendali intenzionalmente gonfiati…

Vede chiari parallelismi: “Gli azionisti di Adler sono a rischio di perdita totale e, come nel caso di Wirecard, vengono truffati”, dice Perring a BILD.

Nel caso del gruppo Adler, sabato la società di revisione KPMG ha scritto una cosiddetta nota di disapprovazione nel suo bilancio, affermando che non poteva comprendere appieno alcune transazioni della società perché stava bloccando le e-mail.

800.000 documenti sono stati trattenuti dagli esaminati. Quindi cosa potrebbe mancare nel bilancio?

La compagnia ha quasi colpito il muro

Anche con un bilancio controverso, la società ha mancato di poco un totale fallimento. Se i numeri fossero stati rilasciati solo cinque ore dopo, i creditori avrebbero potuto staccare la spina e rivendicare immediatamente 4,4 miliardi di euro.

READ  Mobilità elettrica: le auto elettriche sono utili anche nel paese

Il CEO Stefan Kirsten, che spiega anche perché ai revisori dei conti non è ancora stato permesso di vedere migliaia di documenti, “l’azienda avrebbe potuto sbattere contro il muro”, e ha sottolineato che anche il bilancio era stato esaminato in questo modo.

Il motivo della significativa perdita: aumento dei costi di costruzione e diminuzione del numero di progetti nella controllata Consus Real Estate AG, acquisita nel 2019. Ciò ha portato a una cancellazione di un miliardo di euro.

800.000 documenti tenuti sotto chiave e serratura

Ma non è chiaro se questi documenti verranno divulgati ora, afferma Fraser Bering, che parla di “manipolazione del mercato”. È particolarmente interessato al traffico di posta elettronica tra Adler e l’uomo d’affari austriaco Cevdet Caner.

Di cosa lo accusa il falso cacciatore: ritardare deliberatamente i progetti di costruzione. Obiettivo presunto: uscire da progetti non redditizi ma vendere un appezzamento di terreno redditizio per la costruzione. Perché, contrariamente a quanto afferma Adler, i progetti non solo sono stati ritardati dalla crisi del Corona, ma molto prima.

Già nell’ottobre 2021, Bering ha avvertito che il patrimonio immobiliare della società era sopravvalutato, quindi il prezzo delle azioni è sceso del 60%.

BaFin deve intervenire

Perring a BILD: Adler ha ancora attività per coprire le passività, ma: “Ti sei sparato e ora sei completamente dipendente dalla misericordia dei tuoi creditori”.

Ma i creditori devono essere molto preoccupati che la società sia stata saccheggiata. Riteniamo che sia probabile che presto adotteranno le misure necessarie per proteggere i propri interessi”.

Inoltre: “Gli esaminatori hanno chiarito che Adler non può essere testato. La palla è ora nelle mani del regolatore finanziario in modo che Adler non continui a fingere che il test fallito abbia avuto successo. È assurdo pensare che il rifiuto di testimoniare non è altro che un disastro per l’azienda. Gli investitori vengono nuovamente ingannati, come nel caso di Wirecard”.

READ  Un importante rivenditore insolvente dopo oltre 30 anni: la catena chiude tutte le filiali

Vede anche che BaFin abbia un obbligo: “Siamo sbalorditi dall’inerzia delle autorità di regolamentazione. Le dichiarazioni della direzione di Adler non hanno indicato che i conti annuali sono in corso di revisione”.

Cosa significa il caso Adler Group per il mercato immobiliare?

L’esperto immobiliare Achim Aman di Black Label Immobilien pensa che le grandi società immobiliari potrebbero aver commesso un grave errore: i loro profitti negli ultimi anni sono stati principalmente profitti di bilancio, calcolati da valutazioni sempre più elevate. Si sono assunti molti rischi e si sono finanziati sempre di più con prestiti, anche se i costi di costruzione ei tassi di interesse ora stanno aumentando, mentre i prezzi delle case non stanno più aumentando così tanto.

I prezzi non salgono più di tanto

Una cosa è chiara: i prezzi degli immobili non stanno più esplodendo come negli ultimi anni. “Ma non c’è motivo di farsi prendere dal panico, anzi, in realtà è meglio così”. Perché i piccoli investitori hanno ancora l’opportunità di possedere le proprie case e beneficiare di continui aumenti di valore, anche se rallentano. “Comunque, non posso parlare dello scoppio delle bolle.

Gli investitori immobiliari possono anche sperimentare ciò che sta attraversando Adler?

“No, almeno non in un modo che si rompe”, dice Aman. “I piccoli investitori sono molto più controllati dei grandi investitori e hanno più difficoltà ad accedere al credito fin dall’inizio”.