Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Abbassare il colesterolo: cinque errori e tre consigli – Puoi farlo da solo se il tuo livello di colesterolo è molto alto

Abbassare il colesterolo: cinque errori e tre consigli – Puoi farlo da solo se il tuo livello di colesterolo è molto alto

Idea sbagliata 1: se hai livelli elevati di colesterolo, non dovresti mangiare grassi o uova

Fortunatamente questo è sbagliato. Ci sono anche cibi grassi come le noci che possono aiutare a ridurre il colesterolo. Per questo ogni giorno sulla tavola della colazione dell'ex cancelliere Gerhard Schröder e di sua moglie ci sono noci!

Altri alimenti – come i toast o la pasta – contengono solo pochi grassi, ma vengono convertiti dall'organismo in trigliceridi (i grassi nel sangue più importanti oltre al colesterolo), che possono ostruire le vene o accumularsi nei tessuti adiposi. Quindi è importante dare un'occhiata più da vicino!

La Società tedesca di nutrizione raccomanda di limitare l'assunzione giornaliera di grassi a 60-80 grammi di grassi al giorno. I tedeschi, infatti, ne consumano in media dai 100 ai 120 grammi.

Tale quantità si raggiunge velocemente se si considera che la salsiccia con patatine fritte e maionese contiene già 87 grammi di grasso. La razione giornaliera consigliata è già coperta da un pezzo di cioccolato e 100 grammi di patatine!

Addio, uovo per la colazione?

Fortunatamente, ora sappiamo che questo non è vero. Le uova sono molto salutari perché contengono proteine ​​di alta qualità, grassi e pochi carboidrati. Ci fornisce anche diverse vitamine come A, D e B12, oltre ad acido folico, sodio, calcio e altre.

Il semplice fatto di evitare cibi che contengono colesterolo, come le uova, difficilmente modifica il valore del colesterolo. Tuttavia, dosare correttamente le proteine ​​è ancora importante!

Idea sbagliata 2: il colesterolo è dannoso

Ebbene, il colesterolo ha una pessima immagine. Una sorpresa per molti: Il colesterolo è essenziale per la vita. Il corpo ha bisogno di grassi nel sangue per costruire le pareti cellulari, produrre vitamina D e produrre ormoni, come gli ormoni sessuali estrogeni e testosterone.

Mangiare troppo – soprattutto il colesterolo LDL “sbagliato” – non fa bene. Qui ti spieghiamo come puoi scoprire che aspetto ha per te.

Idea sbagliata 3: solo i farmaci possono aiutare a combattere i livelli elevati di colesterolo nel sangue

A molte persone con livelli elevati di grassi nel sangue vengono prescritti farmaci chiamati statine. A prima vista questo può sembrare ragionevole, perché la sua efficacia è stata dimostrata da numerosi studi indipendenti.

Tuttavia, maggiori cambiamenti nell’esercizio fisico e nella dieta dovrebbero sempre precedere i farmaci. Ciò significa che i valori si possono sicuramente abbassare e i tablet potrebbero non essere necessari.

Se i livelli di colesterolo sono persistentemente elevati e sono presenti altri fattori di rischio, spesso è necessario il trattamento farmacologico. Tuttavia, dovresti monitorare quanto segue: Le statine aumentano il rischio di diabete perché possono aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Idea sbagliata 4: il colesterolo è uguale al colesterolo

Vale la pena dare un'occhiata alle differenze: il colesterolo è un grasso nel sangue che si trova… LDL (lipoproteine ​​a bassa densità) e HDL (Lipoproteine ​​ad alta densità). Circa tre quarti di esso vengono prodotti nel corpo e il resto lo otteniamo dal cibo.

LDL è considerato il colesterolo “cattivo”.Pertanto il valore deve essere basso perché: Un aumento del colesterolo LDL si deposita nelle pareti dei vasi sanguigni e porta alla calcificazione dei vasi sanguigni. Di conseguenza, i vasi sanguigni si restringono, passa meno sangue e i tessuti non vengono sufficientemente riforniti di ossigeno. Le conseguenze includono angina, infarto, ictus o demenza.

D'altro canto è appropriato un valore HDL sufficientemente elevato: Trasporta il colesterolo in eccesso dalle pareti dei vasi sanguigni al fegato per la conversione in acido biliare e l'escrezione.

Idea sbagliata 5: Coloro che sono magri hanno bassi livelli di colesterolo

Non sempre: contrariamente a quanto si crede, esistono anche persone in sovrappeso con livelli di colesterolo normali e persone magre con livelli di colesterolo elevati. L'esempio più recente: la moglie estremamente magra dell'ex cancelliere Gerhard Schröder, il cui livello di colesterolo era più alto di quello del marito nonostante una dieta sana – e ora è riuscita a tenerlo sotto controllo attraverso l'esercizio fisico e una dieta mirata!

Quindi, perché una persona potrebbe essere magra e mangiare sano ma avere valori molto alti? Il colesterolo alto può quindi essere ereditato, fenomeno chiamato ipercolesterolemia.

Secondo uno studio danese, colpisce una persona su 300 in tutto il mondo, ma solo il 15% circa delle persone infette conosce la propria malattia e i rischi ad essa associati.

Consigli facili e veloci per la vita quotidiana – Come tenere sotto controllo il colesterolo

Suggerimento 1: questo è un buon modo per stimare i livelli di colesterolo

Per determinare se hai un livello elevato di colesterolo, è sufficiente misurare i livelli di colesterolo nel sangue. Per la diagnosi vengono controllati il ​​colesterolo totale, il colesterolo buono (HDL), il colesterolo a bassa densità (LDL) e i trigliceridi.

Uno è considerato economico Il livello di colesterolo totale è inferiore a 200 mg/dl E un Il livello di colesterolo LDL è inferiore a 115 mg/dL.

Cos'altro vale la pena per te: guardare il rapporto tra i due tipi di colesterolo tra loro, il cosiddetto Rapporto LDL/HDL: Se non ci sono altri fattori di rischio, questo valore dovrebbe essere inferiore a 4.

Suggerimento 2: con questi semplici consigli nutrizionali puoi controllare il colesterolo

Buono a sapersi: con una dieta equilibrata si possono influenzare positivamente i livelli di lipidi nel sangue e altri rischi per la salute come l'ipertensione, l'obesità e il diabete di tipo 2!

Consigli nutrizionali: a cosa dovresti prestare attenzione:

  • Riduci i carboidrati semplici come pasta, riso, patate, pane bianco o toast e scegli prodotti integrali, perché saziano a lungo e fanno bene all'intestino.
  • Assicurati di includere molte verdure nel tuo menu giornaliero e sono adatti anche frutti a basso contenuto di zucchero come i frutti di bosco scuri
  • Suggerimento: avena, ad esempio fiocchi d'avena o crusca d'avena! Contiene prezioso beta-glucano, che può aiutare a regolare i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Proteine ​​- ma è vero! Latticini a basso contenuto di grassi, noci o legumi 2-3 volte al giorno e talvolta uova, pesce o carne sono una buona combinazione.
  • Ciò che le persone tendono a trascurare: grassi e zuccheri nascosti nei piatti pronti e nei fast food: prestate maggiore attenzione.
  • I grassi giusti aiutano anche ad abbassare i livelli di colesterolo: olio di semi di lino, olio di oliva e olio di colza al posto del burro o dello strutto.
  • La frutta secca funziona come una medicina: una piccola manciata al giorno può abbassare il colesterolo del 10-20%.
  • Nessuna bevanda dolce come le bibite analcoliche. I succhi sono sempre sotto forma di bibite e un po' di alcol.

Oltre alla giusta alimentazione, piccoli accorgimenti nella vita di tutti i giorni possono aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo anche in cucina:

  • Togliere i pezzi di grasso dalla carne e non mangiarli
  • È meglio acquistare latticini a basso contenuto di grassi e prestare attenzione allo zucchero negli ingredienti
  • È meglio cuocere il cibo nel forno piuttosto che friggerlo in padella: questo consente anche di risparmiare grasso
  • Usa pentole smaltate: in questo modo devi usare meno grassi
  • Trucco preferito: aggiungere il cibo dopo che il grasso nella padella si è riscaldato, in questo modo il cibo ne assorbe meno

E non dimenticare: è tutta una questione di movimento!

Probabilmente lo avete già capito: la dieta è solo un lato della medaglia: astenersi dall'alcol, evitare il fumo, fare attività fisica regolare e perdere peso sono altri pilastri da cui dipende un basso livello di colesterolo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda da 2,5 a 5 ore di attività fisica a settimana – come camminare, nuotare o andare in bicicletta!