Maggio 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

ZF Friedrichshafen: Il capo di ZF sta cambiando direzione: profitti più bassi, debito più alto

ZF Friedrichshafen: Il capo di ZF sta cambiando direzione: profitti più bassi, debito più alto

Per continuare ad avere abbastanza soldi per investimenti futuri, il fornitore di auto ZF Friedrichshafen sta frenando i costi e mettendo in vendita parti della sua attività. Metteremo in discussione le strutture e accorceremo i processi decisionali. Quando presenteremo il bilancio consolidato per il 2022, presteremo maggiore attenzione ai costi, ha affermato Holger Klein, amministratore delegato di ZF in carica dall’inizio dell’anno. Non si può essere “soddisfatti” dell’attuale forza degli utili dell’azienda.

Sono rimasti 4,7 centesimi in un euro

Nel 2022, il secondo più grande fornitore di automobili della Germania dopo Bosch stabilirà un record di vendite di 43,8 miliardi di euro. La conclusione è che i profitti sono diminuiti di una buona metà a 376 milioni di euro rispetto all’anno precedente, ad esempio a causa dei maggiori costi di stoccaggio e del lancio di prodotti costosi.

Misurato rispetto al risultato operativo (EBIT rettificato), solo 4,7 centesimi di ogni euro guadagnato sono finiti per finire. Secondo Klein, nel lungo periodo saranno necessari almeno sei centesimi. Ha detto che l’attuale turno alla ZF è storico. Ciò richiede un “margine di profitto adeguato”.

Produzione della trasmissione ZF: si investe solo se si tratta di una trasmissione ibrida.

Produzione della trasmissione ZF: si investe solo se si tratta di una trasmissione ibrida. | Foto: Carl Joseph Hildenbrand/dott

Un quadro misto sta attualmente emergendo nel settore automobilistico. Mentre produttori come Mercedes Benz e BMW stanno realizzando profitti record e aziende come General Motors offrono bonus record di circa $ 13.000 ai loro dipendenti statunitensi, l’aria per i fornitori si sta schiarendo.

Molte piccole imprese in Germania sono già in bancarotta e anche i giganti del settore sono sotto pressione. Sebbene le vendite aumentino a causa dell’inflazione, i profitti diminuiscono. Il concorrente ZF Bosch ha attualmente un ritorno sulle vendite di circa il quattro percento. Questo è ben al di sotto degli obiettivi che ci siamo prefissati.

Le parti ZF sono argentate

Per questo motivo, già nell’ultimo anno fiscale, ZF ha deciso di aprire parti dell’azienda agli investitori. Ciò include, ad esempio, la divisione tecnologia di sicurezza passiva, il business dei mozzi per auto convenzionali e le navette a guida autonoma. Klein non ha voluto dire giovedì quanti soldi dovrebbero entrare.

Vogliono risparmiare denaro creando una specie di nuovo super dipartimento. A tale scopo, saranno integrati i reparti Tecnologia della carrozzeria e Tecnologia della sicurezza attiva.

Ha ottenuto i suoi benefici alla Mahle di Stoccarda ed è ora il nuovo CFO di ZF: Michael Frick.

Ha ottenuto i suoi benefici alla Mahle di Stoccarda ed è ora il nuovo CFO di ZF: Michael Frick. | Foto: Felix Kästle / dpa

Con un fatturato di oltre 14 miliardi di euro, un gigante apparirà nel mercato dei componenti per telai. Inoltre, vuoi investire in modo più mirato. Klein ha chiamato aree classiche del futuro come la mobilità elettrica o la digitalizzazione, così come i veicoli commerciali e la tecnologia industriale. Qui, ad esempio, ZF è riuscita a realizzare molte innovazioni per le turbine eoliche, ad esempio nella costruzione di riduttori estremamente robusti per turbine eoliche.

Quali stabilimenti ZF hanno un futuro?

Ultimo ma non meno importante, tutti gli stabilimenti ZF tedeschi sono attualmente sottoposti al cosiddetto processo target. Alla fine del processo dovrebbe essere chiaro se i singoli siti hanno un futuro o se verranno chiusi in casi estremi.

Secondo Klein, un accordo futuro corrispondente è già stato concluso sul lato del personale per 18 fabbriche. Sono attese altre sette piante. In otto stabilimenti si cercano ancora soluzioni con i dipendenti. Non ci sono prospettive future per uno stabilimento a Dam, nel nord della Germania. Dovrebbe essere chiuso.

Voci di tagli di posti di lavoro alla ZF

Klein non ha commentato in dettaglio gli effetti sullo sviluppo futuro dei dipendenti. Mentre ZF ha creato circa 7.000 posti di lavoro in tutto il mondo nell’ultimo anno fiscale, il capo di ZF ha ora affermato che saranno “molto, molto, molto attenti all’aumento delle assunzioni”. “Vedo che stiamo crescendo in molte aree, ma restringendo in altre”, ha sottolineato Klein. Pertanto, “sarà difficile fornire dati precisi sull’andamento dell’occupazione”.

Negli ultimi mesi, lo ZF Business Council ha parlato di fino a 9.000 posti di lavoro che potrebbero essere persi solo in Germania nei prossimi anni. Klein non ha commentato questo, ma ha detto di essere grato al comitato aziendale e alla IG Metall per aver espresso chiaramente tali punti. Alla fine, si tratta di mantenere la competitività della produzione nazionale.

Potrebbe interessarti anche

Friedrichshafen

L’addio di Cheddar alla ZF: “Farai stappare dei tappi di champagne qui”

All'inizio del 2023 passerà da CEO di ZF a asset manager in Svizzera: Wolf-Henning Scheider.  Durante il suo mandato...


ZF è anche turbata dall’alto livello di indebitamento. Secondo il nuovo CFO di ZF Michael Frick, il debito totale del gruppo costituente è aumentato di circa 400 milioni di euro a 12,9 miliardi di euro nel 2022. Frick ha detto che ZF sta attualmente pagando interessi di circa 320 milioni di euro all’anno per questo.

Alla luce dell’aumento dei tassi di interesse e di ulteriori rifinanziamenti in attesa, nel 2023 verrà aggiunto un “numero minore su un milione”. Tuttavia, le scuse saranno possibili nel 2023. “Dovrebbe essere un numero di tre cifre milioni”, ha detto Frick. possibile qui.”

Molti nuovi ordini e buoni prodotti

È positivo che lo ZF 2022 abbia superato lo sviluppo del mercato in tutte le regioni del mondo, ha affermato il CFO Frick. Klein ha aggiunto che gli ordini in entrata hanno raggiunto il massimo storico di sette miliardi di euro. Inoltre, ZF ha un portafoglio ordini di 30 miliardi di euro entro il 2030 per le unità elettrificate in portafoglio. Il mainframe per auto ProAI è già stato venduto più di 14 milioni di volte. “I nostri prodotti sono stati accolti molto bene”, ha detto Klein.