Dicembre 6, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Xi segue le orme di Mao: CPC consiglia “soluzione storica”

Xi sta seguendo le orme di Mao
CPC consigliato su “soluzione storica”

Finora, il Partito dell’Unità Cinese ha emesso due “risoluzioni storiche”. Ora se ne sta pianificando un altro. Il capo dello stato dovrebbe conferire potere a Xi a partire da un terzo mandato. Questo raggiungerà il rivoluzionario Mao. La propaganda sta già facendo confronti.

Il Partito comunista cinese vuole spianare la strada al leader dello stato e del partito Xi Jinping per un possibile terzo mandato. Il Comitato Centrale, composto da 370 membri, si è riunito a Pechino per una sessione plenaria di quattro giorni per discutere una “decisione storica”. Dopo il 1945 e il 1981, questa era solo la terza volta nei 100 anni di storia del partito che veniva presa una decisione del genere.

Questo per riassumere le “grandi conquiste e le esperienze storiche” nella storia del partito. Secondo gli osservatori in vista del congresso del partito nell’autunno del 2022, la decisione dovrebbe consolidare la posizione di Xi Jinping al potere per consentirgli un terzo mandato in carica, come primo leader dopo il fondatore dello stato rivoluzionario Mao Zedong.

La pubblicità ha aumentato il culto della personalità intorno al 68enne. Xi Jinping è stato descritto come “un uomo di determinazione e azione, un uomo di pensieri e sentimenti profondi”. Non solo sono state elogiate le sue visioni e il suo duro lavoro, ma è stato anche elogiato il suo “grande coraggio e saggezza politica” nella lotta contro la pandemia. “C’è un uomo a capo di questa grande nave”, ha detto in un confronto indiretto con il “Grande timoniere” Mao Zedong. Mentre la Cina una volta si era “rivolta” sotto Mao Zedong, e poi era diventata “ricca” sotto l’ingegnere riformista Deng Xiaoping, il paese sotto Xi Jinping è diventato più forte che mai.

“Decisioni storiche” come pietra miliare o punto di svolta

Le “decisioni storiche”, che sono come i “libri sacri” dei membri del partito e hanno effetti di vasta portata, di solito segnano una pietra miliare o un punto di svolta nella storia del passato. Con questo documento, Mao Zedong consolidò la sua posizione nel 1945, quattro anni prima della fondazione della Repubblica popolare cinese, e mise ai margini i suoi critici. Ha testimoniato che solo il rivoluzionario ha seguito la “linea politica corretta”. Dopo la sua morte nel 1981, Deng Xiaoping ha tracciato una linea sotto il caos del governo di Mao Zedong con il “Grande balzo in avanti” (1958-1961) e la “Rivoluzione culturale” (1966-1976) con questa decisione. Il giornale è stato chiaramente critico, ma ha onorato il fondatore del Paese e ha assicurato il sostegno di Deng Xiaoping per cambiare rotta con la politica di riforma e apertura.

La nuova “risoluzione storica” ​​dovrebbe suggellare la “nuova era” dei “pensieri di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi”. I giornali del partito hanno affermato che il “Grande Rinnovamento” della nazione cinese è una “inevitabilità storica” ​​sotto Xi Jinping. Secondo gli esperti di partito, la decisione richiederà probabilmente più seguaci, intensificherà l’indottrinamento e cambierà anche il modo in cui viene presentata la storia. Ma, ha detto, non si tratta tanto del passato quanto del futuro e del ruolo di leadership assoluta di Xi Jinping. Resta da vedere se il documento sarà pubblicato al termine della riunione del Comitato centrale di giovedì o nei giorni successivi.

Attraverso un emendamento costituzionale del 2018, il capo dello Stato e del partito si è già dato la possibilità di governare per più di due mandati e forse anche a vita. È il leader del partito più potente dai tempi di Mao Zedong e Deng Xiaoping, che hanno governato in varie posizioni fino alla loro morte o hanno tirato le fila in secondo piano.

READ  Scopri l'isola di Vostok in Google Maps: l'isola nera nell'Oceano Pacifico | vita e conoscenza