Gennaio 30, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Violenza in Namibia: Adolf Hitler combatte la “mascolinità tossica” | Politica

“Va bene che gli uomini piangano…”

Parole delicate dell’amministratore distrettuale di fama mondiale della Namibia, Adolf Hitler Onona (57). Il politico è impegnato a combattere la violenza nelle relazioni di coppia e in famiglia e ad educare alla “mascolinità tossica” – secondo Onona, causa di molti atti di violenza. In Namibia sono stati annunciati i “16 giorni di attivismo” e la campagna durerà fino al 10 dicembre.

ONNA ha tenuto un discorso in occasione del Labor Day a Ongwedeva (Namibia settentrionale), indossando un berretto con la visiera con la scritta “Stop alla violenza di genere” e una rosa rossa sul risvolto, ha detto: “Quest’anno ci concentriamo sull’unire l’attivismo per porre fine alla violenza contro donne ed eliminando le ragazze”.

Come Adolf Hitler implorò Onoña durante la “Giornata degli uomini” di Ongwedeva: “Gli uomini possono essere forti. Ma possono anche provare a essere originali ed empatici!”

Tuttavia, questo è “non accettabile” in molte culture in Namibia. La conclusione del politico: “In molte delle nostre culture, non ci si aspetta che gli uomini piangano, mostrino empatia e si prendano cura della loro salute mentale”.

“Lascia che uomini e ragazzi mostrino i loro sentimenti”

“Ma lasciami essere onesto con te: va bene che gli uomini piangano! Lascia che uomini e ragazzi mostrino i loro sentimenti. Uomini che usano la loro forza mentale per imporre comportamenti sani nelle nostre comunità”.

La mascolinità positiva è l’antitesi della mascolinità tossica. Riguarda noi uomini, in quanto uomini, che rifiutiamo le norme maschili tradizionali! ”

︎ “C’è stato un aumento dei femminicidi in Namibia”, ha detto il politico. Significato: omicidi contro le donne. Appello urgente: “Poniamo fine a questo comportamento barbaro!”

Onona afferma che la violenza spesso avviene “nella sfera privata, all’interno della famiglia”. “La violenza di genere e la violenza contro i bambini è una pandemia globale che colpisce una donna su tre nel corso della sua vita. Secondo la polizia, la maggior parte dei crimini sono commessi da familiari o conoscenti della zona”.

Migliaia di atti di violenza contro le donne sono stati commessi in Namibia

sfondo: Secondo la polizia namibiana, nel 2021 ci sono stati 5.320 casi di crimini violenti classificati come “violenza di genere”.

► Quindi le donne sono state stuprate 447 volte e 31 donne sono state uccise. Tra gli uomini ci sono stati 41 stupri e 20 omicidi classificati come violenza di genere. I bambini sono stati aggrediti sessualmente o stuprati in 557 casi e sono stati registrati otto casi di omicidio di minori.

Adolf Hitler ha avvertito Onona: “Questi casi si verificano nelle nostre case e comunità, e sono perpetrati dai nostri padri e fratelli, sulle nostre sorelle e mogli. Questo non è solo un problema per il governo, deve essere affrontato nelle comunità, comprese le chiese e leader della comunità”.

Adolf Hitler Onona ha avvertito in “Men’s Day”: “La maggior parte della violenza è commessa da noi uomini!” La sua soluzione: “Mascolinità positiva”.

Foto: Namibia Broadcasting Corporation

Parlando a nome di Doreen Ciocka, vice ministro per l’uguaglianza di genere, Onona ha affermato che la questione è una delle principali preoccupazioni. Parlando della Giornata degli uomini, ha dichiarato: “È un onore e un privilegio essere qui oggi durante questa importante conferenza per gli uomini. Questo evento era atteso da tempo. Dobbiamo porre fine alla violenza di genere in Namibia”.

Perché: “Una giovane donna su quattro subisce violenza nella propria relazione. Il 90% degli autori di violenza da parte del partner sono uomini! Questa è una situazione preoccupante per il nostro Paese! La maggior parte dei casi di violenza sessuale e domestica sono commessi da noi uomini!”

E ancora: “Questa situazione che sto solo evidenziando è un invito per noi uomini in Namibia a riunirci come uomini e discutere come possiamo agire per risolvere questo problema!”

Obiettivo di Uunona: mascolinità “positiva” invece di mascolinità “tossica”. Il politico ha parlato con dozzine di uomini che si sono presentati, provenienti da tutte le regioni della Namibia. Onuna: “Il fatto che il tuo onore dimostra: sei abbastanza uomo!”

La necessità di ridefinire la mascolinità

Amministratore distrettuale: “Vorrei invitare tutti gli uomini della Namibia a capire cosa significa essere un uomo! Dobbiamo ridefinire cos’è la mascolinità! Dobbiamo pensare di più alla mascolinità positiva e motivarci a vicenda ad abbracciarla! “Dopo di che alle nostre regioni e comunità.

Yonuna: “Parliamo di come possiamo riconoscere dove la violenza sta accadendo intorno a noi! Nel nostro ambiente e nelle nostre famiglie. Assicuriamoci che gli uomini ricevano il supporto psicologico di cui hanno bisogno”.

READ  Gli allenatori di pattinaggio di figura lanciano l'allarme COVID-19: 19 persone positive