Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Viaggiare in Italia – sarebbe difficile senza il “Super Green Pass”

Le vacanze invernali in Baviera stanno arrivando e la Pasqua non è lontana. Molti sono attratti dall’Italia. Il paese lo farà Classificata come area ancora più pericolosa dal punto di vista tedesco, Anche se le nuove infezioni sono rare. Gli eventi di sette giorni sono stati recentemente meno di 700.

In Italia, il 2G si applica in molte aree

Vaccinati, guariti o testati – se vogliono entrare nel Paese devono essere adulti e bambini di età superiore ai sei anni. Tuttavia: la regola 2G si applica a molti ambiti della vita pubblica, ad esempio in hotel, ristoranti o piscine dove è necessario un “pass super green”.

Tutti i documenti equivalenti a questo Digital Govt Certificate sono emessi in formato digitale o cartaceo (compresa la tessera di vaccinazione gialla) in italiano, inglese, francese o spagnolo nei paesi membri dell’UE o Schengen.

Quasi sempre controllato

A volte c’è un assegno all’ingresso del ristorante, a volte solo al tavolo. Ma c’è quasi sempre un assegno. Ogni italiano va in un ristorante e automaticamente tira fuori il proprio smartphone e sblocca il certificato digitale del governo. Questo perché la regola 2-G si applica da molto tempo a chiunque abbia compiuto i dodici anni nei ristoranti e nei bar, compresi i rifugi.

Oltre a utilizzare il museo, il viaggio in treno, la piscina o la funivia. Il modo più rapido è scansionare il codice a barre. Chiunque si rechi in hotel deve esibire un “Super Green Pass” o certificato equivalente.

Ci sono eccezioni per gli stranieri

Tuttavia, alcuni vaccini corona non sono approvati nell’UE, il che colpisce Persone dalla Russia O la Cina. Il governo italiano ha fatto per loro un’eccezione: possono recarsi in un ristorante o in piscina con un test PCR negativo – non più di 72 ore – o un test rapido – non più di 48 ore.

READ  Sarà disponibile per i viaggiatori nel 2022 su le kleinezeitung.at

Questa regola si applica agli stranieri che non sono scoraggiati e che sono stati vaccinati contro una seconda corona nove mesi fa. Hanno bisogno di un test negativo proprio come il recupero da un’infezione sei mesi fa.

Non c’è più bisogno di mascherine all’esterno

L’Italia è stato il primo Paese in Europa a introdurre l’obbligo di indossare le mascherine all’esterno, che è stato recentemente eliminato. Ma: se si stringe, molte persone si radunano in un posto – ad esempio quando fanno la fila su uno skilift – per indossare una maschera.

È comunque obbligatorio quando si va in bagno a casa, cioè nei negozi, sui mezzi pubblici o nei ristoranti. Gli sciatori dovrebbero sempre avere una maschera FFP 2, che dovrebbe essere utilizzata in ambienti chiusi.

Riaprono le discoteche

Dopo quasi un anno e mezzo di accesi dibattiti nel Paese, hanno riaperto discoteche e locali. Tuttavia, le abilità sono limitate e solo il 50 percento è consentito. Anche qui si applica la regola 2G.

Il tasso di vaccinazione comune in Italia è elevato rispetto ad altri paesi. Più del 91% delle persone di età superiore ai 12 anni ha ricevuto la prima dose.