Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vacanze 2023: Vacanze Italia: regole severe per prevenire il crollo del turismo

Vacanze 2023: Vacanze Italia: regole severe per prevenire il crollo del turismo

Cosa c’è di meglio di una vacanza? Molte cose non mi vengono in mente. Tuttavia, chiunque viaggi verso una o più delle destinazioni di viaggio preferite in Italia nel 2023 dovrà affrontare restrizioni in molti luoghi.

Per l’anno in corso, l’industria dei viaggi e le autorità si aspettano arrivi simili o superiori rispetto al periodo pre-coronavirus. Ciò significa non solo scegliere destinazioni di viaggio prive di fastidiose restrizioni, ma anche effetti collaterali negativi come la folla nei luoghi turistici e le spiagge sovraffollate. Destinazioni di viaggio specifiche Quindi dovrebbe essere evitato.

Vacanze in Italia 2023: restrizioni imposte alle destinazioni di viaggio popolari

Le popolari destinazioni turistiche italiane dovranno affrontare nuove misure nel 2023 per far fronte alle folle di turisti. Questo vale in larga misura per i viaggiatori tedeschi Paese mediterraneo È una destinazione popolare perché può essere raggiunta rapidamente. Spiagge da sogno, città popolari e altre mete escursionistiche: spieghiamo quali restrizioni si applicano dove.

In italiano Corriere della Sera È stato pubblicato un rapporto che elenca diverse misure che l’Italia intende adottare per frenare il turismo quest’anno. Da un lato, le destinazioni popolari dipendono dal reddito e dall’altro, viste le condizioni di molti luoghi, è maturo rendersi conto che se non vengono applicati controlli, la congestione e l’inquinamento peggioreranno. Il modo migliore per farlo è entrare nel portafoglio del vacanziere. Tuttavia, viene prestata attenzione anche alle autovetture per tenere sotto controllo la situazione del traffico a volte caotico.

Vacanze in Italia: le spiagge della Sardegna sono accessibili solo con biglietto

La Sardegna è un’isola da sogno – e quindi molto popolare tra i vacanzieri. Tuttavia, le spiagge hanno solo una certa capacità, che non dovrebbe essere superata nel prossimo futuro. Pertanto, i biglietti sono necessari per garantire un posto preferito via mare per alcune tratte. Questo può essere fatto in loco, ma può anche essere fatto in anticipo attraverso l’applicazione fa e dirige Oggi.alle al di fuori. Quindi costa 6 euro a persona. Questa azione interessa in particolare le spiagge della Sardegna orientale, ad esempio la zona di Stintino.

Ci sono tre isole nel Golfo di Napoli. Uno di loro segue da anni una rigida politica per quanto riguarda le auto turistiche: Procida, la più piccola di quattro chilometri quadrati. Tuttavia, con circa 10.000 abitanti, è un’isola molto densamente popolata, il che rende inevitabili rigide restrizioni per i turisti. Procida ha da tempo vietato l’ingresso nel Paese ad auto e moto perché per loro non c’è molto spazio.

Sud Italia: l’isola popolare vieta l’ingresso di auto e moto dall’esterno

Altre isole italiane sono ora costrette a prendere misure simili. Uno di loro Lampedusa: Qui vogliono vietare completamente auto e moto dall’esterno tra la fine di luglio e l’inizio di settembre, la principale stagione di viaggio. Filippo Mannino, il sindaco dell’isola nella parte meridionale del paese, ha lanciato una campagna per questo, secondo i rapporti. Nell’isola settentrionale di Linosa, questo vale per tutta l’estate Corriere della Serra al di fuori.

La Sicilia è stata a lungo sensibile a un fragile ecosistema: sulle isole settentrionali di Stromboli e Panaria (le Isole Eolie), solo un piccolo numero di visitatori dalla terraferma e dalla Sicilia può arrivare in barca in estate. Questo per evitare che più visitatori giornalieri si avventurino troppo lontano in aree idilliache Morgenpost.de.

Il Giglio è una famosa isola turistica al largo della costa italiana, appartenente alla Toscana. Il sindaco ha annunciato che dal 2023 i turisti dovranno pagare un biglietto d’ingresso (tre euro in estate, due euro in inverno). Inoltre, solo coloro che sono rimasti sull’isola per almeno cinque giorni possono entrare nell’isola in auto, che richiede la compilazione di un modulo. Tuttavia, questa mossa è limitata al solo mese di agosto.

Venezia e Firenze regolano le folle in modo diverso

I turisti sono sia una maledizione che una benedizione. Tuttavia, esiste una linea sottile tra reddito critico e uso eccessivo e dumping delle infrastrutture. Venezia ha imparato dalla crescita degli ultimi anni. In vacanza nel 2023, se vuoi visitare la bellissima cittadina lacustre, sempre affollata d’estate, non puoi entrare: i turisti devono pagare prezzi diversi a seconda di dove soggiornano. Biglietti acquistare Se viene raggiunta la capacità, l’accesso verrà negato.

Firenze sta cercando di affrontare le folle di turisti in modo diverso: per proteggere i residenti e il centro storico, l’affitto di un appartamento per le vacanze in Italia è ora regolato dalla legge.

Italia: anche le aree montane ei laghi dovrebbero essere protetti

Tuttavia, le attività per le vacanze in Italia non si limitano a isole, spiagge e mete turistiche ambite. Gli interventi sono necessari anche nelle zone montuose, soprattutto dove attraggono laghi rinfrescanti. Al Lago di Tenno (Trentino) il flusso di visitatori è limitato e l’accesso è limitato quando la capienza è piena.

Alto Adige E alcuni posti sono sovraffollati. Il traffico automobilistico è stato a lungo regolamentato rigorosamente a Praxer Wildsee, e presto altre aree seguiranno l’esempio. Anche le Dolomiti, che hanno ricevuto molta attenzione nel turismo sostenibile, meritano di essere protette. Conseguenza: dove vanno più vacanzieri, sono necessarie norme per proteggere la natura.

L’Italia non è la sola a lottare contro gli effetti del turismo di massa. E il Condizioni climatiche Preoccupa il paese.

Da: A causa della siccità, può 2023 Vacanze sul Lago di Garda in pericolo Essere.