Maggio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una nave da crociera si è arenata al largo della Groenlandia

Una nave da crociera si è arenata al largo della Groenlandia

Al: 12 settembre 2023 alle 19:55

Una nave da crociera con 206 persone a bordo è rimasta bloccata al largo della Groenlandia. Sembra che né i passeggeri né i membri dell’equipaggio siano rimasti feriti. Ma l’operazione di salvataggio potrebbe richiedere giorni.

Una nave da crociera con 206 persone a bordo si è arenata al largo della Groenlandia. Lo ha annunciato il Comando Artico, facente parte delle forze armate danesi e responsabile della difesa della Groenlandia e delle Isole Faroe. La Ocean Explorer si trova da lunedì in un fiordo a circa 1.400 chilometri a nord-est della capitale Nuuk.

Le autorità danesi hanno confermato che nessuno dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio erano in pericolo. Non è stato segnalato nemmeno alcun danno. Tuttavia, gli operatori umanitari danesi più vicini si trovano a più di 2.000 chilometri di distanza dalla scena ad Albjord.

La nave, lunga 104 metri e larga 18, appartenente alla compagnia di navigazione norvegese Olstein, naviga sotto bandiera delle Bahamas e si è arenata ieri nello stretto di Albefjord, nel parco nazionale più settentrionale del mondo, noto per la sua iceberg e buoi muschiati.

Aiuto venerdì presto?

Brian Jensen del Comando Artico della Marina ha detto che gli aiuti non arriveranno prima di venerdì. Non vi è alcun rischio per l’ambiente, ma l’incidente viene preso sul serio. “La cosa più importante per noi è che tutti siano al sicuro”, ha aggiunto. Le autorità danesi hanno chiesto ad un’altra nave da crociera vicina di restare pronta in caso di emergenza.

Inizialmente non era chiaro il motivo per cui la nave da crociera si era incagliata e la compagnia operativa australiana Aurora Expeditions non ha fornito alcuna informazione. La zona in cui la nave è rimasta incagliata è stata finora poco esplorata e la profondità dell’acqua è difficile da stimare. Tuttavia, l’equipaggio potrebbe essere in grado di navigare di nuovo senza assistenza esterna durante la prossima alta marea.