Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una missione congiunta nonostante la crisi: un lancio di un razzo americano con un astronauta alla Stazione Spaziale Internazionale

Stato: 05.10.2022 21:08

Non è una domanda, ovviamente, viste le tensioni tra Stati Uniti e Russia: un equipaggio statunitense-russo-giapponese-americano è decollato dalla Florida con un razzo SpaceX diretto alla Stazione Spaziale Internazionale.

Un cosmonauta russo, un cosmonauta americano e un cosmonauta giapponese sono partiti insieme dallo spazioporto statunitense di Cape Canaveral alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Trascorrerai circa cinque mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e ti impegnerai in molti esperimenti scientifici. È stato lanciato nello spazio da un razzo della compagnia spaziale privata SpaceX. Il lancio, originariamente previsto per il 3 ottobre, ha dovuto essere posticipato a causa dell’uragano Ian.

Insieme sulla strada per la Stazione Spaziale Internazionale (da sinistra a destra): Anna Kekina (Russia), Josh Cassada e Nicole Mann (entrambi dagli USA) e Koichi Wakata (Giappone).

Foto: Reuters

Il fatto che un missile statunitense abbia fatto volare nello spazio un cosmonauta russo nel mezzo delle forti tensioni sulla guerra in Ucraina ha un valore simbolico speciale. Lo spazio è una delle poche aree in cui Stati Uniti e Russia stanno ancora lavorando insieme. Due settimane fa, un cosmonauta americano e due colleghi russi sono volati alla Stazione Spaziale Internazionale in una capsula Soyuz.

Il futuro della Stazione Spaziale Internazionale: la Russia rimarrà a bordo?

Tuttavia, la cooperazione tra i due paesi non è priva di rischi. In estate, il capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Yuri Borisov, ha affermato che la Russia si sarebbe ritirata dalle operazioni congiunte della Stazione Spaziale Internazionale dopo il 2024 e si sarebbe impegnata a costruire la propria stazione spaziale. Questa settimana, Sergei Krikalev, capo del programma di volo spaziale umano della Russia e lui stesso ex cosmonauta, ha affermato che la Russia probabilmente rimarrà impegnata per molto più tempo.

READ  Esplode la nana bianca: parte della supernova che vola attraverso la Via Lattea

I partner della ISS USA, Russia, Europa, Canada e Giappone si sono impegnati a gestire il laboratorio spaziale congiunto fino al 2024. Tuttavia, i funzionari statunitensi hanno già annunciato che intendono continuare fino al 2030.