Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un trattamento speciale cura un uomo dall'HIV

Un trattamento speciale cura un uomo dall'HIV
  1. Home page
  2. mondo

Insiste

Una quinta persona nel mondo è stata curata dall'HIV e dalla leucemia grazie alla terapia con cellule staminali. © Panama Pictures/Imago (Avatar)

Se l’infezione da HIV non viene trattata, progredisce verso l’AIDS. Da tempo si cercava una cura per l’HIV, ha avuto successo?

FRANCOFORTE – Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 39 milioni di persone in tutto il mondo convivono attualmente con il virus dell’immunodeficienza umana, comunemente noto come virus dell’immunodeficienza umana (HIV). Un uomo di 68 anni è diventato la quinta persona a essere trattata con la terapia di combinazione.

Una pietra miliare nella lotta all'HIV: la guarigione di un uomo dopo 30 anni

Alcuni decenni fa, essere infettati dall’HIV era considerata una condanna a morte. Ora il virus può essere trattato con farmaci in modo da evitare che l’infezione porti all’AIDS. L’HIV/AIDS rimane mortale, con decessi che si verificano ogni anno Ministero federale per la cooperazione e lo sviluppo economico Partecipano quasi 800.000 persone. Ma dal 2005 il numero annuo di decessi è diminuito del 55%.

Per ridurre ulteriormente queste cifre, sono in corso ricerche sui trattamenti per l’infezione da HIV. Il “paziente di Berlino” è passato alla storia come la prima persona guarita dall'HIV. Si sa ora che la quinta persona è guarita grazie al trattamento. Ciò è stato ottenuto trapiantando cellule staminali speciali, che hanno curato l’uomo dall’infezione da HIV e dalla leucemia. Il 68enne aveva già più di 30 anni di infezione da HIV. Anche le nuove cure contro il cancro possono dare speranza alle persone.

Il trattamento combinato cura l'HIV e la leucemia di 68 anni

Il trattamento combinato potrebbe avere successo perché l’uomo di 69 anni ha ricevuto un trapianto di cellule staminali da un donatore con una rara mutazione genetica. L'uomo, che è sieropositivo, era originariamente in terapia antiretrovirale ma ha smesso di prenderla tre anni fa. Il caso dimostra che è possibile raggiungere il successo con l'approccio delle cellule staminali anche quando i pazienti sono più anziani e dopo aver convissuto per molti anni con l'HIV, ha affermato l'équipe medica responsabile guidata da Jana Decter. Giornale di medicina del New England.

Tuttavia, il recente successo non promette una cura per tutti i pazienti affetti da HIV. La terapia con cellule staminali comporta rischi elevati e viene utilizzata solo per persone con malattie molto gravi. Tuttavia, con i farmaci antiretrovirali (ART), l’infezione da HIV è comunque ben tollerata. Anche tutte le persone che finora sono guarite dall’HIV lo hanno avuto cancro Ha ricevuto un trapianto di cellule staminali. Per il successo del trattamento è importante che ai donatori manchi il cosiddetto recettore CCR55, che è la porta attraverso la quale l'HIV penetra in molte cellule del corpo. (rd/dpa)