Dicembre 9, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un manifestante di Hong Kong trascinato e picchiato al consolato cinese di Manchester | Politica

Residenti di Hong Kong a una manifestazione a Manchester |

Un uomo è stato trascinato e picchiato al consolato cinese

Un manifestante di Hong Kong è stato trascinato nel complesso del consolato cinese a Manchester, in Inghilterra, domenica e picchiato.

La forza di difesa indigena pro-democrazia di Hong Kong si è espressa nel pomeriggio davanti al consolato contro Congresso del Partito Comunista Le proteste sono iniziate contemporaneamente a Pechino. Un video clip mostra come è scoppiata una discussione sul marciapiede davanti al consolato e la gente è corsa verso l’ingresso, urlando. Un manifestante viene trascinato attraverso il cancello del cortile del Consolato e picchiato da un gruppo di uomini. Poi un agente di polizia ha tirato fuori i manifestanti dall’edificio del consolato e li ha riportati in strada.

Domenica (16 ottobre) il gruppo pro-democrazia Hong Kong Indigenous Defence Force ha manifestato davanti al consolato cinese a Manchester.

Foto: FOTO AFP / THE CHASER NEWS / MATTHEW LEUNG

“Mi hanno trascinato dentro e mi hanno picchiato”, ha detto alla BBC il manifestante di Hong Kong. La gente è uscita dal consolato e ha distrutto i manifesti dei manifestanti. “Quando abbiamo cercato di fermarli, mi hanno trascinato dentro e mi hanno picchiato”, ha detto.

Inoltre: “E’ ridicolo. Non dovresti farlo. Dovremmo avere la libertà qui (nel Regno Unito, ndr) Diciamo quello che vogliamo”.

La polizia di Greater Manchester è stata informata dell’incidente. “I funzionari del sito hanno risposto immediatamente per calmare la situazione”, ha detto un portavoce. Le indagini per chiarire le circostanze esatte non sono ancora state completate. I manifestanti hanno accusato la polizia di non fare abbastanza.

Un portavoce del consolato ha detto che i manifestanti “hanno appeso una foto offensiva del presidente cinese all’ingresso principale”. Ciò è inaccettabile e inaccettabile per le missioni diplomatiche e consolari di qualsiasi Paese. Condanniamo quindi questo atto sfortunato con forte indignazione e forte opposizione”.

Il personale del consolato è stato disturbato dal poster satirico con il presidente cinese Xi Jinping

Il personale del consolato è stato disturbato dal poster satirico con il presidente cinese Xi Jinping

Foto: FOTO AFP / THE CHASER NEWS / MATTHEW LEUNG

Il leader del Partito conservatore, Ian Duncan Smith, ha twittato che il governo britannico dovrebbe chiedere le scuse complete all’ambasciatore cinese e le persone interessate dovrebbero tornare Cina inviare.

Qui è dove troverai i contenuti di Twitter

Per interagire o visualizzare contenuti da Twitter e altri social network, abbiamo bisogno del tuo consenso.

Attivisti di spicco hanno parlato anche a Hong Kong. Nathan Lo, un attivista pro-democrazia fuggito nel Regno Unito nel 2020, ha twittato: “Se il personale responsabile del consolato non sarà ritenuto responsabile, i residenti di Hong Kong vivranno nel timore di essere rapiti e perseguitati”. Ha invitato il governo britannico a “indagare e proteggere la nostra comunità e il popolo del Regno Unito”.

Qui è dove troverai i contenuti di Twitter

Per interagire o visualizzare contenuti da Twitter e altri social network, abbiamo bisogno del tuo consenso.

Il Consolato si trova sul suolo britannico ma l’ingresso non è consentito senza permesso. I reati commessi nei locali di una missione diplomatica sono disciplinati dalla legge del paese ospitante. Tuttavia, i dipendenti possono godere dell’immunità diplomatica.

READ  Accusa di alto tradimento: ex giornalista russo condannato a 22 anni in campo di concentramento