Febbraio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tre super tempeste solari si abbattono sulla Terra in 62 anni: “La minaccia è reale”

Tre super tempeste solari si abbattono sulla Terra in 62 anni: “La minaccia è reale”
  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Tra il 1859 e il 1921 la Terra fu colpita da tre intense tempeste solari. La loro influenza era piccola. Gli esperti avvertono che oggi le cose potrebbero apparire diverse.

NAGOYA – Nel novembre 2023, l’aurora boreale poteva essere vista molto più a sud: il sole ha inviato una violenta tempesta solare verso la Terra, provocando un gioco di luci colorate nel cielo. Il Sole si sta attualmente avvicinando alla massima attività del suo ciclo di undici anni e sta diventando sempre più attivo. Ma le colorate aurore boreali nel cielo non sono l’unico effetto del sole attivo. Le grandi tempeste solari possono anche danneggiare le infrastrutture della Terra e gli esperti mettono in guardia da molti anni su questo fronte.

Ora un nuovo studio mostra che la Terra è stata colpita più volte da una super tempesta solare negli ultimi 200 anni. I più famosi sono il cosiddetto “Carrington Event” del 1859 e la “New York Railroad Storm” del 1921. Tuttavia, un gruppo di ricerca ha ora scoperto le prove di una terza super tempesta solare che colpì la Terra nel febbraio 1872.

Tre super tempeste solari hanno colpito la Terra in poco più di 60 anni

Utilizzando documenti storici e dati solari contemporanei, il team internazionale è stato in grado di esaminare la cosiddetta “Tempesta Chapman-Silverman” del 1872 in modo più dettagliato. “I nostri risultati confermano che la ‘Tempesta Chapman-Silverman’ del febbraio 1872 è stata una delle tempeste geomagnetiche più estreme della storia moderna”, spiega Hisashi Hayakawa, responsabile dello studio. Nella rivista specializzata Giornale astrofisico pubblicato era diventato. L’esperto dell’Università di Nagoya (Giappone) continua: “Le sue dimensioni rivaleggiano con quelle della tempesta Carrington del settembre 1859 e della tempesta ferroviaria di New York del maggio 1921”.

Il sole attualmente è più attivo del previsto. Le esplosioni sulla superficie rilasciano plasma nello spazio, che può colpire la Terra come una tempesta solare. (Foto d’archivio) © NASA/SDO/AIA/Goddard Space Flight Center

Ciò che ha particolarmente sorpreso i ricercatori è stato il fatto che la violenta tempesta solare sembrava provenire da un ammasso di macchie solari di medie dimensioni vicino al centro del sole. Il team è stato in grado di ricostruirlo utilizzando i registri delle macchie solari provenienti da archivi italiani e belgi. Conclusione: “Questi risultati indicano che anche un ammasso di macchie solari di dimensioni moderate ha causato una delle tempeste magnetiche più estreme della storia”.

Le tempeste solari sono un “pericolo significativo”

Secondo i ricercatori, più di 700 registrazioni dell’aurora boreale del febbraio 1872, rimaste inattive negli archivi e nelle biblioteche, mostravano che nel cielo si potevano vedere aurore boreali colorate dalle regioni polari ai tropici, cioè fino alle latitudini circostanti. 20 gradi. Per fare un confronto: la tempesta solare può essere vista dall’inizio di novembre 2023 in luoghi lontani come l’Italia. Roma si trova a circa 41,8 gradi di latitudine e la punta più meridionale del paese è a circa 37 gradi di latitudine.

“Ora sappiamo che il mondo ha sperimentato almeno tre tempeste geomagnetiche negli ultimi due secoli. Gli eventi meteorologici spaziali che possono avere un impatto così grande rappresentano un rischio significativo.” avviso. Il ricercatore continua: “Eventi così estremi sono rari. Da un lato possiamo ritenerci fortunati per aver resistito a tempeste così violente in questi giorni. D’altra parte, il verificarsi di tre supertempeste di questo tipo nell’arco di sessant’anni dimostra che la minaccia che la società moderna deve affrontare è reale.

Le super tempeste solari possono paralizzare intere infrastrutture

Durante la super tempesta solare del 1872, le comunicazioni telegrafiche furono in gran parte paralizzate; Eventi simili sono stati segnalati anche intorno al “Carrington Event” e alla “New York Railroad Storm”. A quel tempo l’elettricità non era molto diffusa, quindi gli effetti aggiuntivi erano limitati. Tuttavia, nel mondo odierno guidato dalla tecnologia, gli esperti temono che l’impatto di una simile tempesta solare sarebbe molto maggiore. Dopotutto, l’umanità dipende dall’elettricità, dai sistemi di comunicazione e dai satelliti.

“Più a lungo viene interrotta l’erogazione di energia elettrica, più soffrirà la società, soprattutto coloro che vivono nelle aree urbane”, afferma Hayakawa. Negli scenari peggiori, le grandi tempeste solari potrebbero spegnere la rete elettrica, i sistemi di comunicazione, gli aerei e i satelliti. “Possiamo sostenere le nostre vite senza tali infrastrutture? Beh, diciamo solo che sarebbe molto difficile”, si chiede Hayakawa prima di rispondere. (fattura non pagata)