Gennaio 23, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tre criteri: da economico a costoso: questi fattori determinano il prezzo delle NFT | newsletter

?? L’attuale clamore stabilisce un nuovo record per le vendite NFT
?? I ricercatori trovano tre fattori determinanti nel prezzo
?? La maggior parte delle NFT vengono vendute solo per piccole quantità

Gli NFT sembrano essere la prossima grande novità dopo le criptovalute. L’hype che circonda i token insostituibili ha già assicurato che Sempre più aziende stanno adottando la nuova tendenza. Tra gli altri, il gruppo di birrifici AB InBev ha recentemente lanciato un file NFT set di lattine digitali Budweiser È stato lanciato ed è andato esaurito in meno di un’ora. Tuttavia, alcune delle NFT del gruppo sono state vendute poco dopo con forti margini di profitto. C’è anche una grande richiesta di arte digitale. A marzo è diventato Opera d’arte NFT “Every Day: The First 5.000 Days” di Pebble da Christie’s Venduto all’asta per circa 69 milioni di dollari. Come riporta DW, questo è l’importo più alto mai pagato per un’opera d’arte NFT.

Secondo la rivista, JPMorgan stima che il mercato NFT globale valga l’equivalente di 6,3 miliardi di euro – e in teoria tutti possono avere una fetta della torta. Perché in linea di principio Chiunque può creare e vendere NFT. Tuttavia, ciò non significa automaticamente che con esso si otterrà un prezzo elevato. Un team di ricercatori guidati dal dott. Matthew Ndini dell’Alan Turing Institute (ATI) nel Regno Unito ha esaminato più da vicino il mercato dei token non fungibili e ha identificato tre fattori che svolgono un ruolo importante nel prezzo delle risorse digitali.

READ  Singapore mette in guardia contro Bitcoin: la Banca centrale di Singapore mette in guardia contro le criptovalute come risorsa | newsletter

Queste caratteristiche rendono prezioso NFT

Gli scienziati hanno esaminato un totale di 4,7 milioni di NFT di varie categorie come oggetti d’arte, da collezione o da gioco, che sono stati scambiati da oltre 500.000 acquirenti e venditori tra giugno 2017 e aprile 2021, e hanno presentato i loro risultati sul sito web dell’ATI e in la rivista Natura. Una delle prime scoperte dei ricercatori è che “i prezzi nel mercato NFT sono molto eterogenei”. Come hanno scritto gli autori dello studio, il 75% degli NFT intervistati ha recuperato meno di $ 15 dalla vendita. Solo l’1% dei 4,7 milioni di farmaci esaminati ha raggiunto prezzi superiori a 1.500 dollari. ha concluso il dott. E Andrea Baroncelli, uno degli scienziati coinvolti nello studio, ha riassunto la situazione riguardo a “DW”.

Vuoi investire in criptovalute? Le nostre guide spiegano come farlo in 15 minuti:

» comprare bitcoin, comprare ondulazione, comprare IOTA, comprare litecoin, comprare ethereum, Acquista Monero.

Tuttavia, secondo gli autori dello studio, ci sono alcuni fattori che determinano se un NFT avrà successo o meno, e questo potrebbe rendere possibile “prevedere con precisione i prezzi NFT”. Secondo lo studio, “solo tre fattori spiegano fino al 70% della variabilità dei prezzi NFT”. Questi tre fattori, secondo gli scienziati, sono i prezzi di vendita passati dei relativi NFT, le caratteristiche visive del token e la consapevolezza dell’acquirente e del venditore. Il fattore più importante per il prezzo sono state le vendite passate di NFT correlati, ovvero altri token dello stesso gruppo. Gli autori dello studio scrivono che spiegheranno fino al 50 percento della volatilità dei prezzi. Le caratteristiche visive speciali avranno un impatto dal 10 al 20 percento sul prezzo e la popolarità dei trader gioca un ruolo del 10 percento. In breve, puoi dire che chiunque abbia già guadagnato molti soldi vendendo NFT e offre un token ragionevolmente popolare ha buone possibilità di guadagnare molti soldi.

READ  Le negoziazioni in Borsa inizieranno mercoledì 22 dicembre 2021

Mettere in discussione criticamente la metodologia dello studio

Tuttavia, i risultati dello studio ATI devono essere trattati con una certa cautela. Per prima cosa, la maggior parte dei dati proviene da un’epoca in cui il boom della NFT non stava realmente prendendo velocità. Secondo ATI, un nuovo record di vendite NFT è stato raggiunto solo nella prima metà del 2021 con un totale di 2,5 miliardi di dollari. Tuttavia, lo studio ha preso in considerazione solo i primi quattro mesi dell’anno e molto tempo prima. D’altronde i dati esaminati sono stati raccolti solo dal marketplace NFT e non direttamente dalla blockchain corrispondente – perlopiù da Ethereum – tanto che gli autori dello studio sostengono che alcune importanti e indipendenti transazioni sono sfuggite. Inoltre, oltre ai tre fattori citati, non sono stati esaminati altri fattori, sebbene sia del tutto ipotizzabile che l’identità dell’autore di NFT e l’attenzione riservata ai social media possano avere un impatto decisivo sul prezzo.

Il mercato NFT è in pericolo di collasso?

Tuttavia, lo studio ha probabilmente ragione sul punto cruciale: la maggior parte delle NFT non guadagna quasi nulla. 10.000 nuovi articoli sono in vendita ogni giorno […] Secondo “DW”, il dottor Mauro Martino, un altro collaboratore dello studio, ha affermato che non ci sono 10.000 nuovi acquirenti al giorno per mantenere questa straordinaria produzione. In queste circostanze, è improbabile che si eviti un forte aggiustamento del mercato nel lungo periodo. “Se assumiamo che l’entusiasmo per gli NFT oggi sia molto simile all’entusiasmo iniziale per le criptovalute, possiamo ipotizzare una correzione più ampia”, ha affermato il suo collega Dr. Andrea Baroncelli di DW. Questa patch potrebbe sembrare NFT ed è completamente aperta, secondo il ricercatore, poiché non c’è ancora “niente da confrontare”.

READ  Anche elettrico on demand: torna Fiat Scudo

La redazione di Finanzen.net

Fonti di immagini: Sergei Elagin / Shutterstock.com, archy13 / Shutterstock.com