Febbraio 6, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tre cose che la Francia ha fatto contro la Danimarca: Dembele e Mbappe sono fantastici – Tuchel Said in patria

Kylian Mbappe si è concesso un breve momento di euforia. Al fischio finale, il calciatore più costoso del mondo ha alzato le braccia, per poi battere i pugni contro i tanti tifosi francesi allo stadio 974.

ma questo 2: 1 (0: 0) contro la Danimarcain cui la stella ha segnato entrambi i gol, non dovrebbe essere la fine: la Francia vuole diventare il primo paese dopo il Brasile (1958 e 1962) ad essere incoronato due volte campione del mondo di fila.

“E’ stata una partita difficile contro una squadra forte – ha detto il Ct della nazionale Didier Deschamps -. Adesso è l’ideale per noi qualificarci prima dell’ultima partita. Ci dà tranquillità”. La posizione di partenza è “parfait”: la perfezione.

wm

Numeri incredibili: Mbappé vale quanto Zidane

2 ore fa

Ma non solo Mbappe ha avuto una giornata generosa.

Tre cose che abbiamo notato.

1.) Thomas Tuchel è felice a casa

Se Thomas Tuchel avesse assistito all’entusiasmante duello tra Francia e Danimarca, il suo cuore doveva essersi aperto.

Nell’Équipe Tricolore, Mbappé non è solo un giocatore che conosce bene dai tempi in cui allenava il PSG, ma anche un vecchio compagno del Dortmund, Ousmane Dembélé.

Se le cose si fanno serie contro i Solidarity Danes, di solito è coinvolto uno degli ex protetti di Tuchel. Le ali scandinave, Joachim Mahle e Rasmus Christensen, sono state regolarmente sopraffatte, soprattutto dal ritmo delle ali francesi. Così è stato anche al 61′, quando Mbappé ha segnato l’1-0 per i francesi dopo una bella combinazione con Theo Hernandez.

Ancora più impressionante è stato Dembele, che ha giocato al gatto e al topo con i suoi avversari sulla destra per 75 minuti (poi sostituito da Kingsley Coman), facendoli impazzire con i suoi impareggiabili ganci.

READ  Boris Becker: Una cella ristretta suscita preoccupazione

“Ti fa venire voglia di guardarlo”, esclama l’ardente esperto di ARD Thomas Hetzelsberger all’intervallo. A quel punto, Dembele era già stato coinvolto in cinque tiri in porta.

Il fatto che la stella d’attacco dell’FC Barcelona, ​​​​a differenza di Mbappe, che ha segnato anche il gol decisivo per 2: 1 all’86 ‘, non sia entrato nel tabellino del marcatore nel referto della partita, è dovuto principalmente ai suoi compagni di squadra. Adrien Rabiot (21) e Mbappe (40) hanno perso due buone occasioni dopo un buon pre-lavoro per il 25enne.

Oh sì, parlando di Thomas Tuchel: gli ex giocatori dell’allenatore attualmente senza club non sapevano come convincere solo la squadra francese. Andreas Christensen ha segnato il pareggio temporaneo per la Danimarca (68). Tuchel ha trasformato il 26enne in un difensore centrale di classe mondiale durante la sua permanenza al Chelsea.

2.) La Francia sta dannatamente sfidando e i suoi avversari la temono

In Francia, nonostante la vittoria per 4-1 contro l’Australia nel turno di apertura, si temeva un duello con la Danimarca. La maledizione del campione del mondo – almeno sui media – era un argomento al Grand Nation e la squadra di Didier Deschamps pendeva come la spada di Damocle.

Con Italia 2010, Spagna 2014 e Germania 2018, i campioni in carica hanno fallito nella fase a gironi degli ultimi tre Mondiali.

È il destino che la nazionale francese ha evitato sconfiggendo la Danimarca dopo la seconda partita del girone. Gli ottavi di finale sono certi. Piuttosto che preoccuparsi, la Francia può ora prendere tranquillamente in considerazione l’idea di far riposare alcune grandi stelle contro la Tunisia mercoledì nell’ultima partita del girone.

READ  NBA: Franz Wagner è di nuovo forte

Ha elogiato Sami Khedira, che ha messo un punto interrogativo sul campione del mondo prima dell’inizio del torneo, dicendo: “Devo correggermi, oggi è stato assolutamente di livello mondiale. Dalla prestazione della squadra, ma anche dai singoli giocatori”. Complice anche l’infortunio di tante grandi star come Paul Pogba e Karim Benzema.

Anche il fatto che la Francia avesse allontanato da ogni luogo gli ultimi sospetti contro la Danimarca aveva un sapore particolarmente dolce. Dopotutto, la squadra di Kasper Hjulmand era vista come un nemico dei Blues. I danesi hanno vinto le ultime due partite testa a testa in Nations League.

Ma questa volta la Francia ha riso di nuovo. “Meritatamente meritato – ha detto Michael Ballack a Magenta-TV -. Hanno giocato bene in entrambe le partite e hanno sottolineato le loro ambizioni di andare lontano anche qui”.

3.) Dark Horse ha combattuto contro la Danimarca

Non solo a causa delle due vittorie sulla Francia nella Nations League, la Danimarca è stata scambiata come un cavallo oscuro in vista del torneo in Qatar. Anche a Euro 2021, quando la squadra di Hjulmand è arrivata in semifinale, gli scandinavi hanno saputo stupire con un calcio difensivo disciplinato e transizioni rapide.

I danesi stanno seguendo lo stesso approccio in Qatar, ma con meno successo. Nella prima partita del girone contro la Tunisia, la favorita segreta ha concesso una cifra straordinaria ed è stata più contenta dello 0-0 che dell’esterno.

Contro la Francia è un quadro simile: la Francia ha segnato un totale di 21 contrasti, lasciando alcune occasioni di alto profilo oltre ai due gol. La Danimarca, che questa volta ha perso senza l’attaccante Simon Kjaer nella posizione difensiva di terzo difensore, non è sempre stata così forte. Al 20′, dopo una frenata d’emergenza contro Mbappe, Christensen ha avuto la fortuna di vedere solo un cartellino giallo invece che rosso.

READ  Gladbach Ultras Fake Cologne Vanzen - Antisemitismo documentato

Nell’ultima partita del girone contro l’Australia (3 punti), i danesi (1) ora hanno decisamente bisogno di una vittoria per raggiungere gli ottavi di finale.

L’attacco dà speranza, che questa volta è sembrato più flessibile e pericoloso, a differenza dell’inizio contro la Tunisia, in cui ha fatto la sua parte anche la stella del Francoforte Jesper Lindström, che ha avuto un ruolo nella formazione titolare.

“Non vediamo l’ora, mercoledì abbiamo una finale e dobbiamo vincere. Faremo di tutto per questo”, ha detto fiducioso l’allenatore della nazionale Hjulmand nonostante la difficile situazione.

Potrebbero interessarti anche: Lewandowski si sente esausto dopo il suo primo gol in Coppa del Mondo: “Un sogno che si avvera”

Flick attribuisce alla squadra della Confederazione tedesca la responsabilità della “finale” contro la Spagna

wm

La diretta dei Mondiali di oggi: chi trasmetterà Giappone vs Costa Rica?

3 ore fa

wm

Tre cose che spiccano: Giro, il vincitore della partita, è alla pari con Henry

Aggiornato il 22/11/2022 alle 21:54