Dicembre 1, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tasso di interesse chiave per frenare l’economia: i verbali della Fed soffocano la ripresa di Wall Street

Il tasso di interesse chiave mira a tenere a freno l’economia
I verbali della riunione della Fed bloccano la ripresa di Wall Street

A settembre, i prezzi alla produzione negli Stati Uniti sono aumentati significativamente più del previsto. Quindi gli investitori di Wall Street temono che la Federal Reserve statunitense aumenti ulteriormente i tassi di interesse. I verbali dell’ultima riunione sui tassi di interesse dicono proprio questo. Tuttavia, Pepsi e Coca-Cola potrebbero segnare.

Dopo il recente crollo, gli investitori iniziano a tornare a Wall Street. Tuttavia, la possibilità di un rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve statunitense ha notevolmente smorzato il loro umore di acquisto. Indice di valore standard statunitense Dow Jones Mercoledì ha chiuso in calo di 0,10 punti percentuali a 29.210 punti. il largo Standard & Poveri 500 È sceso dello 0,3 percento a 3.577 punti. tecnologia pesante Nasdaq Ha chiuso in calo di 0,1 punti percentuali a 10.417 punti.

L’ultima cattiva notizia è arrivata dai prezzi alla produzione negli Stati Uniti. A settembre è aumentato dello 0,4% rispetto al mese precedente, il doppio di quanto previsto. Inoltre, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il tasso di inflazione è sceso meno nettamente di quanto sperato. Joe Saluzzi, preside della società di intermediazione Themis, ha affermato che l’inflazione è ostinata e che le speculazioni su un allentamento sono premature. Pertanto, la Federal Reserve continuerà ad aumentare i tassi di interesse con progressi significativi. Una rapida fine di questa fase non è in vista. Gli investitori sono certi che la Federal Reserve aumenterà i tassi di interesse di 0,75 punti percentuali per la quarta volta consecutiva all’inizio di novembre.

Il tasso di interesse primario è del 4,50 per cento alla fine dell’anno?

Standard & Poveri 500 3.580,77

Ciò è indicato anche dai verbali della riunione della Federal Reserve pubblicati per la riunione sui tassi di interesse di settembre. Durante la riunione, le autorità monetarie statunitensi hanno convenuto di aumentare il tasso di interesse di riferimento a un livello più restrittivo, ovvero tenere a freno ulteriormente l’economia. Dopodiché, è importante mantenere questo livello per un po’ di tempo. Diversi partecipanti hanno ritenuto importante “aggiustare” la portata di un’ulteriore stretta monetaria per mitigare i rischi di un impatto negativo significativo sulle prospettive economiche.

La Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse molto rapidamente per mesi per tenere sotto controllo l’inflazione. Il tasso di inflazione di agosto era dell’8,3%, ben al di sopra dell’obiettivo del 2,0% fissato dalla banca centrale. Gli analisti intervistati prevedono un valore dell’8,1 per cento per il mese di settembre.

A settembre, per la terza volta consecutiva, la Federal Reserve ha alzato il tasso di riferimento in modo insolitamente netto di tre quarti di punto percentuale. Attualmente è compreso tra il 3,00 e il 3,25 percento. Nella riunione di settembre, le autorità monetarie hanno indicato che potrebbero portarlo a un livello medio compreso tra il 4,25 e il 4,50 per cento entro la fine dell’anno. Secondo le loro previsioni, il tasso di interesse chiave dovrebbe terminare tra il 4,50 e il 4,75 percento alla fine del 2023.

Diminuzione della domanda di greggio

Questo punto di vista alimenta i timori di recessione e annegamento Domanda di greggio. Di conseguenza, il tipo americano WTI è sceso del 2,8% a $ 86,86 al barile (159 litri). D’altra parte, il prezzo dell’alluminio è aumentato del 7,3% a $ 2.400 per tonnellata.

Secondo Bloomberg, gli Stati Uniti stanno valutando un embargo all’Ucraina come parte delle sanzioni per la guerra in Ucraina Alluminio russo. È in discussione il divieto diretto, una moratoria de facto sull’importazione attraverso tariffe punitive elevate e sanzioni contro i produttori di alluminio rustica. Ciò fornisce il sei per cento della domanda globale. C’era il potenziale per aumenti dei prezzi a lungo termine e la scomparsa di uno dei principali concorrenti Alcoa Rafforzare. Le azioni della fonderia di alluminio statunitense sono aumentate del 5,3%.

La Pepsi alza le aspettative

PepsiCo
PepsiCo 175.28

Tra i vincitori del mercato azionario statunitense c’era Pepsi Con un buon aumento di prezzo del quattro per cento. Grazie alla forte domanda e all’aumento dei prezzi, il fornitore di bevande e snack mira ad aumentare le vendite del dodici percento invece del precedente dieci percento. Anche il profitto dovrebbe essere più alto. PepsiCo ha anche superato le crescenti aspettative per un risultato trimestrale, ha elogiato l’analista Kevin Grundy della banca di investimento Jefferies. Su questa base, gli obiettivi per il 2022 sono apparsi prudenti. A monte si trovano le carte dell’avversario Coca Cola 1,2 per cento.

Le cose sono andate bene Modernache ha registrato un aumento dell’8,3 per cento. L’azienda biotecnologica vuole sviluppare e commercializzare un vaccino contro il cancro in collaborazione con Merck & Co. Per questo, ottiene un anticipo di $ 250 milioni dalla società farmaceutica. Uno dei mediatori ha affermato che questa è un’indicazione che i test in corso per il corrispondente vaccino candidato stanno ottenendo i risultati desiderati.

sopra E il rapa Ha registrato un aumento di prezzo del 5,3 percento ciascuno. Gli esperti si aspettano una disputa lunga un anno su una nuova legge statunitense che rende difficile per i fornitori di trasporti e altre società come i servizi di consegna assumere autisti come lavoratori autonomi. La legge può essere revocata o addirittura vietata del tutto.

READ  La famosa compagnia di telefonia mobile è insolvente: debiti fiscali di 70 milioni di euro