Ottobre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Suggerimenti per le regole Corona: orario primaverile


la mia conoscenza

Stato: 16/02/2022 15:59

Consiglieri e capi di stato stanno attualmente discutendo la strategia di uscita da Corona. Dovrebbe essere intorno a un programma specifico per l’apertura in primavera. Quali sono le regole del corona che possono andare e cosa resta?

Modalità iniziale

Quasi due anni fa, l’allora cancelliere Angela Merkel ha annunciato i prudenti piani di rilassamento degli Stati durante la riunione della presidenza della CDU. “Aprire una discussione sull’orgia” Egli, a sua volta, ha criticato ciò che all’epoca l’opposizione FDP aveva fortemente criticato.

Nel frattempo, la Germania è di nuovo al culmine della primavera, ma il numero di casi e l’incidenza sono molto più alti, eppure la situazione non è paragonabile. Omikron sta cambiando le regole del gioco, aggiungendo la protezione vaccinale, che in futuro sarà obbligatoria anche per tutti, un sistema sanitario stabile e valori empirici, anche dei paesi limitrofi. E una data: secondo l’attuale situazione giuridica, le attuali misure di protezione Corona scadono il 19 marzo, salvo proroga. Tuttavia, è improbabile che il 20 marzo non sia solo l’inizio della primavera sul calendario, ma anche una sorta di “Giornata della libertà”, come vorrebbe vedere il FDP. È probabile che la legge sulla protezione delle infezioni venga adattata, per diventare una base giuridica per la “protezione essenziale contro la corona”.

Come sarebbe la sequenza temporale di apertura?

un proposta di decisione Da oggi, dalle 14:00 ARD Capital Studio Disponibile, fornisce tre passaggi per una vita più normale. Di conseguenza, le misure di protezione contro la corona saranno in gran parte e gradualmente eliminate entro il 20 marzo.

in uno Il primo passo Le riunioni private di vaccinazioni e recuperi dovrebbero essere nuovamente consentite senza restrizioni. Una volta che una persona non vaccinata partecipa, si applicano nuovamente le restrizioni di connessione. Nel retail dovrebbe cadere la norma 2G a livello nazionale, ma rimarrà l’obbligo di indossare la mascherina. Tuttavia, l’accesso incontrollato è già ampiamente consentito negli stati federali.

il La seconda fase di mitigazione È previsto per il 4 marzo in forma. Quindi il regolamento di terza generazione dovrebbe essere applicato ovunque nel settore della ristorazione, anche le persone non vaccinate che sono sotto l’attuale test possono entrare nel settore della ristorazione. Lo stesso dovrebbe valere per le offerte di alloggio. La normativa 2G Plus dovrebbe poi essere applicata a discoteche e locali. Ciò significa che i non vaccinatori dovrebbero rimanere esclusi per il momento. Nella seconda fase, più persone saranno nuovamente accettate nei principali eventi nazionali. L’ultima proposta della risoluzione parla di un tasso di occupazione del 60 percento per gli eventi al chiuso, mentre un tasso di occupazione del 75 percento dovrebbe essere fattibile per gli eventi all’aperto, un massimo di 25.000 persone.

READ  Sopravvivenza per 11 ore nel carrello di un aereo

Dal 20 marzo in terzo passo Tutte le misure preventive a lungo termine vengono omesse se la situazione del sistema sanitario lo consente. Oltre alla connettività e alle restrizioni di accesso, dovrebbe essere gradualmente eliminato anche l’obbligo di lavorare da casa. Tuttavia, i datori di lavoro possono continuare a offrire l’home office, soprattutto negli uffici open space. Tuttavia, i requisiti della maschera devono essere applicati dopo il 20 marzo al chiuso così come su autobus e treni. Tuttavia, una proposta di risoluzione deve essere discussa prima.

Cosa dicono i paesi?

In linea di principio, le fasi di apertura sono invitate e spesso richieste. Alcuni stati hanno già spinto o annunciato un allentamento, aumentando così la pressione sul governo federale. In primis il primo ministro bavarese Markus Söder. Il capo della CSU ha premuto per una strategia di uscita per circa due settimane.

Crede che il “semplice allentamento graduale” sia corretto, ha detto ai giornali Funke il primo ministro della Renania-Palatinato Malu Dreyer (SPD). È importante concordare le normative standard nazionali. Lo vuole anche Sodder, soprattutto con l’obiettivo di aprire locali e discoteche. “In modo da non avere discoteche o turismo festivo”. Naturalmente, questo non gli ha impedito di camminare da solo con restrizioni di comunicazione in Baviera il giorno prima della festa dell’MPK.

Il capo del governo della Renania settentrionale-Vestfalia e il capo del partito MPK, Hendrik Fust, parlano a Welt di “una nuova fase dell’epidemia, che apre prospettive per un’apertura graduale”. Deve essere protetto da una protezione di base, ovvero maschere obbligatorie, regole di distanza e concetti di igiene.

Anche il primo ministro dello Schleswig-Holstein, Daniel Gunther, vuole tornare alle misure di protezione di base. Il politico della Cdu fa affidamento anche sulla responsabilità personale delle persone. Nella tendenza pasquale, il requisito della maschera potrebbe diminuire.

“Non riesco a immaginare che aumenteremo il requisito della maschera il 20 marzo”, afferma il primo ministro del Baden-Württemberg, Winfried Kretschmann. Solo perché la variante Omicron è meno pericolosa non dovrebbe dare l’impressione che ora sia sparita. Il politico verde sottolinea soprattutto i pericoli per gli anziani non vaccinati. È contrario a far scadere la legge sulla protezione dalle infezioni il 19 marzo.

Qual è la posizione del governo di riferimento?

Neanche standardizzato. L’FDP sta facendo una campagna per un sollievo rapido e completo: tutte le misure di Corona devono essere revocate entro cinque settimane, secondo il segretario generale designato dall’FDP Bijan Gir Saray. La “fine delle misure detentive” deve essere imminente. Il leader dell’Fdp e ministro delle finanze Christian Lindner chiede un “ritorno alla vita normale”. Il suo collega membro del Gabinetto Verde del Dipartimento di Economia Robert Habeck, In primo luogo vorrebbero allentare le misure associate a costi economici più elevati, come le restrizioni all’accesso al dettaglio.

D’altra parte, il ministro della Salute Karl Lauterbach svolge il ruolo di mentore. Sebbene il politico dell’Spd abbia anche previsto la possibilità di un allentamento “ben prima di Pasqua”, al momento non lo vede possibile. Il suo avvertimento di 500 morti al giorno gli è valso recentemente il titolo di “Ministro della paura” dalla CDU. Nel frattempo, si ritiene possibile una “moderata diluizione”.

Il consigliere Olaf Schultz è stato l’ultimo Attenti passi di apertura in futuro Quindi, rispondeva principalmente agli appelli degli stati. Tuttavia, non ha menzionato alcun dettaglio.

Cosa dice il consiglio di esperti al governo federale?

Rilassati, sì, ma con saggezza. Il Consiglio ritiene che l’apertura delle fasi sarà possibile nelle prossime settimane a determinate condizioni. Perché con l’attuale onda omicron, è prevista una formazione di plateau e quindi numeri inferiori. Ha senso ridurre le misure preventive se c’è una diminuzione costante dei ricoveri e dell’occupazione delle unità di terapia intensiva. Tuttavia, la commissione ha esplicitamente sollecitato un approccio discreto.

Il requisito della mascherina può essere temporaneamente revocato “se il numero di contagi è sufficientemente basso” – “sebbene accompagnato da una chiara notifica sul limite di tempo”. Gli esperti prevedono che in autunno e in inverno potrebbe essere nuovamente necessario indossare maschere al chiuso. Quindi isolamento e test rimangono importanti.

Quali sono i rischi?

Un sacco. Dopotutto, la pandemia ci ha insegnato a non escludere prematuramente qualsiasi sviluppo. Dopo Delta è arrivata anche Omicron Sottotipo BA.2 Porta nuovi dubbi. aggiungere a quello Lo stato dei dati è incerto. Nel frattempo, il numero giornaliero di casi e anche il tasso di infezione a sette giorni stanno lentamente diminuendo. Tuttavia, gli esperti presumono un gran numero di casi non registrati nei dati RKI, ad esempio a causa di un sovraccarico del sistema di reporting e test. Inoltre, è probabile che il numero di persone infette aumenterà Non più confermato dal test PCR L’infortunio non è incluso nelle statistiche ufficiali.

READ  L'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea: la disputa sulla pesca - Londra nomina ambasciatore in Francia

“Abbiamo bisogno di una settimana per poter dire con certezza se l’onda si sta ritirando”, ha affermato Haju Zeb dell’Istituto Leibniz per la ricerca sulla prevenzione e l’epidemiologia di Brema. Anche in Danimarca, dopo una breve pausa, i numeri sono nuovamente aumentati in modo significativo.

La professione medica accoglie con favore misure di apertura prudentiMa invita anche alla prudenza. “Gli incidenti che sono stati molto alti nelle ultime settimane raggiungono le cliniche solo con un ritardo”, spiega Gerald Gass dell’Associazione ospedaliera tedesca. Anche se il tasso di ospedalizzazione per la variante Omicron è molto inferiore al tasso Delta, il numero di persone che risultano positive in clinica continuerà ad aumentare nelle prossime due o tre settimane. “È positivo che l’aumento delle unità di terapia intensiva sia stato finora così piccolo”. Al momento non si prevede che il sistema sanitario sarà sovraccaricato.

Ciò potrebbe cambiare di nuovo in autunno e in inverno. Questo è uno dei motivi per cui la Baviera, tra le altre cose, chiede una strategia di emergenza in caso di un’altra ondata di corona. Preparati per l’inverno: questo è ciò che la comunità ospedaliera richiede e paga vaccinazione generale. Il capo del partito MPK Wüst e altri politici della CDU, che anche la sostengono, hanno rilasciato dichiarazioni simili. Obbligo di vaccinare se necessario modulo.. Il progetto di risoluzione odierna degli Stati guidati dall’UE al primo round rileva anche un impegno per la vaccinazione universale, insieme alla richiesta di un record di vaccinazione.

A marzo è probabile che il Bundestag discuterà la legge sulla vaccinazione obbligatoria. Ci sono molte applicazioni o bozze. Anche quanto già stabilito è controverso La vaccinazione in sanità Da metà marzo, qui ci sono domande sull’attuazione pratica e sul monitoraggio.

Poco meno del 75%, il tasso di vaccinazione della Germania è piuttosto basso, anche nel confronto europeo. La frequenza delle vaccinazioni è in costante rallentamento. Il governo del semaforo si è allontanato da tempo dagli ambiziosi obiettivi di vaccinazione.