Dicembre 8, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Spyware sanzioni USA: Pegasus atterra sull’indice di odio

Sanzioni USA Spyware
Pegasus atterra nell’indice di odio

Dopo aver condotto una ricerca internazionale, gli sviluppatori dello spyware Pegasus sono nei guai. Lo strumento è particolarmente popolare tra i regimi autoritari per monitorare i critici. Il governo degli Stati Uniti sta ora inserendo la società israeliana nella lista nera. creatori di terrore.

Dopo che lo spyware Pegasus è stato scoperto, lo sviluppatore israeliano NSO Group è stato inserito nella lista nera degli Stati Uniti. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha affermato che lo spyware ha permesso ai governi autoritari di prendere di mira i critici di governi stranieri, giornalisti e attivisti per metterli a tacere. Il segretario al Commercio Gina Raimondo ha affermato che gli Stati Uniti utilizzano “aggressivamente” i controlli sulle esportazioni per tenere conto di società che sviluppano, vendono o utilizzano tecnologia per rendere conto di “attività dannose”.

Una ricerca condotta da 17 media internazionali pubblicata a luglio ha rivelato che i telefoni di centinaia di giornalisti, politici e attivisti per i diritti umani sono stati monitorati in diversi paesi con l’aiuto di Pegasus. Il software sviluppato da NSO Group può accedere ai dati sul telefono senza essere notato. Il software è anche in grado di far funzionare la fotocamera e il microfono del dispositivo inosservati. Il controverso programma spyware è stato acquistato anche dall’Ufficio federale di polizia criminale (BKA). Secondo i media di ottobre, è stato utilizzato anche dal Federal Intelligence Service (BND).

NSO Group si considera un combattente contro il terrorismo

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha ora inserito il gruppo NSO nella cosiddetta Entity List. Ciò limita le potenziali esportazioni di tecnologia statunitense verso l’azienda israeliana. Nella lista nera sono state inserite anche la società israeliana Candiru, la Computer Security Initiative Consultancy con sede a Singapore e la società russa Positive Technologies. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha affermato che ciò riflette gli sforzi dell’amministrazione Biden per mettere i diritti umani al centro della politica estera degli Stati Uniti.

Il gruppo NSO ha risposto non comprendendo la decisione ed è stato “costernato”. “Le nostre tecnologie supportano gli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti”, ha detto un portavoce. La società lavorerà per garantire che la decisione venga annullata. La società afferma che il suo software è stato sviluppato per combattere la criminalità e il terrorismo.

READ  L'Etiopia è diventata molto pericolosa: la Gran Bretagna invita i suoi cittadini a lasciare il Paese