Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sports Check a Monaco è sul punto di essere salvato: il popolare rivenditore di articoli sportivi vuole scioperare

Sports Check a Monaco è sul punto di essere salvato: il popolare rivenditore di articoli sportivi vuole scioperare

MONACO DI BAVIERA – Il rivenditore di articoli sportivi Sport Scheck sembra sull'orlo del salvataggio: Cisalfa Sport, il più grande rivenditore italiano di articoli sportivi, vuole acquistare la storica azienda di Monaco. SportChic, fondata a Monaco nel 1946, ha dichiarato fallimento a novembre. Con la vendita all'azienda italiana il marchio Sport Scheck continuerà. La sede dovrebbe restare a Monaco.

Come ha annunciato mercoledì Axel Bierbach, curatore fallimentare di Sport Scheck, il processo di investimento si è concluso con successo: il nuovo proprietario di Sport Scheck sarà Cisalfa Sport, il più grande rivenditore di articoli sportivi in ​​Italia. “Cisalfa Sport si occupa dell’intera operatività aziendale.” Tuttavia, le autorità antitrust devono ancora approvare. Si dice che la vendita potrebbe finalmente avvenire a giugno.

Rescue for Sport Scheck a Monaco: Cisalfa Sport è il più grande rivenditore di articoli sportivi in ​​Italia

Cisalfa Sport SpA è il più grande rivenditore di articoli sportivi in ​​Italia con oltre 150 negozi in Italia e 50 negozi in Germania attraverso la sua controllata Sport Voswinkel GmbH. Secondo il curatore fallimentare Bierbach, Ciesalva “è riuscita a dominare con il miglior concetto complessivo contro un gran numero di potenziali investitori internazionali che hanno espresso interesse per l'acquisizione del rivenditore di articoli sportivi con sede a Monaco”. “Crediamo che con l'acquisizione di Sport Scheck potremo espandere la nostra presenza in Germania e nella regione DACH”, ha affermato Boris Zanoletti, amministratore delegato di Cisalfa. Grazie alla pluriennale esperienza nel settore sportivo, Cisalfa crede “Noi aiutiamo Sportchic
“Possiamo rafforzare ed espandere la nostra posizione sul mercato come rivenditore di articoli sportivi premium”.

Veduta di Karlstor da Stachus: impalcatura a destra, gru e impalcatura a sinistra - e così si prosegue nella zona pedonale.

Il centro storico di Monaco si trasforma in un enorme cantiere: “Qui vengono investiti miliardi”



X

Hai aggiunto l'articolo alla tua lista di controllo.

Alla lista di controllo




Pschorr House nel 2014, allora gli inquilini erano per lo più diversi da oggi.

È stato trovato il successore di Sport-Scheck: ora si trasferisce in casa Pschorr



X

Hai aggiunto l'articolo alla tua lista di controllo.

Alla lista di controllo




Alla fine del prossimo aprile è prevista l'assemblea dei creditori, dove verrà approvato il piano fallimentare. “Cisalfa Sport ci ha convinto nel processo di offerta del miglior concetto complessivo”, ha detto Bierbach. “Sono molto contento che siamo riusciti a trovare il proprietario giusto per Sport Scheck in così poco tempo.”

Monaco: Sport Scheck fa ancora parte del fallito gruppo Signa

Ovviamente la vendita agli italiani rappresenta anche un'ottima notizia per il presidente di Sport-Scheck Matthias Röcker: “Cisalfa è un rivenditore sportivo di successo, di lunga data, a conduzione familiare, che può offrire a Sport-Scheck una sede strategicamente adatta e interessanti opportunità di crescita. Sono molto felice che il team Sport-Scheck nel suo insieme sarà in grado di continuare ad avere un impatto duraturo sul commercio al dettaglio di articoli sportivi nella regione DACH con questa grande prospettiva negli anni a venire.

Sport Scheck fa ancora parte del fallito gruppo Signa di proprietà del fallito austriaco René Benko. Il rivenditore di articoli sportivi (34 filiali, circa 1.500 dipendenti a metà 2023) avrebbe dovuto essere venduto l'anno scorso: al colosso britannico di articoli sportivi Fraser's. Ma dopo il fallimento di Signa, a novembre anche Sport Scheck è diventata insolvente e ha dovuto dichiarare fallimento. L'acquisizione di Fraser è fallita. Il 1° marzo 2024 il tribunale distrettuale di Monaco ha aperto una procedura ordinaria di insolvenza nei confronti del patrimonio della Sport Scheck GmbH.

Monaco: l'assegno sportivo è stato salvato, ma ci saranno licenziamenti?

Non è ancora stato reso noto il numero dei dipendenti che manterranno il posto di lavoro e il numero delle filiali che rimarranno aperte. Sembra inoltre che non sia ancora chiaro dove aprirà il nuovo flagship store Sport Scheck a Monaco. Lo Sport Scheck attualmente esiste ancora nella cosiddetta Joseph-Pschorr-Haus nella Neuhauser Strasse. Fino al fallimento vi lavorarono circa 120 dipendenti. Ma il negozio sportivo di quattro piani sarà presto terminato: il proprietario, la Bayerische Hausbau (la divisione immobiliare del gruppo Schörghuber) e Sport Scheck hanno rescisso anticipatamente il contratto di locazione. L'affitto era troppo alto per Sport Scheck. Si è detto che il flagship store di Sport Scheck dovrebbe rimanere nel centro della città e che si cercano nuovi spazi commerciali.

Il successivo inquilino della Neuhauser Strasse è già stato individuato: C&A vuole trasferirsi lì dalla Kaufingerstrasse alla fine del 2024/inizio del 2025.