Maggio 18, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sono apparse registrazioni audio esplosive: interazione con il rapper

Bushido è tornato personalmente di recente quando è proseguito il processo contro Arafat Abu Shaker e tre dei suoi fratelli. Foto: dpa/Sebastian Wilno

Potrebbe esserci una svolta sorprendente nel processo di Arafat Abu Shaker e tre dei suoi fratelli, con Bushido che testimonierà come testimone e pubblico ministero. Nei 58 giorni dell’operazione, il tribunale distrettuale di Berlino ha ascoltato se Abu Shukr sia stato effettivamente privato della libertà, insultando e ferendo gravemente il rapper il 18 gennaio 2018.

Secondo l’accusa, i crimini sono avvenuti dopo che Bushido ha voluto sciogliere il rapporto d’affari con Arafat Abu Shaker nel 2017. Tuttavia, l’altra parte non ha voluto accettarlo e ha chiesto di pagare un milione di dollari e impegnarsi nel mondo della musica per un altro 15 anni dal traduttore “Mephisto”. Bushido è stato minacciato, umiliato, imprigionato e ferito. I fratelli Abu Shukair accusati di complicità o complici. Bushido ha ricordato quella sera in lacrime davanti al tribunale mentre era sotto protezione personale della polizia, proprio come lui bambini E sua moglie.

Da allora le prove sono andate fuori controllo. Nei giorni scorsi di trattative, un documentario in sei parti del rapper, che Amazon Prime Video è stato rilasciato ed è stato ampiamente visto in aula. Anna Maria Ferchichi, che non era presente all’incontro nell’ufficio di Abu Shqair, ha contribuito alle prove per diversi giorni, soprattutto perché nel processo erano già stati discussi problemi coniugali e altri presunti reati del Bushido, come l’evasione fiscale.

Quasi l’intero processo principale si basa sulle dichiarazioni e sulla credibilità del noto attore comune. Ora sta mentendo alla rivista”severaTuttavia, c’è una registrazione audio esplosiva che può confutare tutte le affermazioni di Bushido.

L’esplosiva registrazione del suono può rendere il bushido un disperato bisogno di chiarimenti

Il resoconto di Bushido di ciò che è accaduto in tribunale è il seguente: è entrato nell’ufficio del suo ex socio in affari e Arafat ha chiuso la porta alle sue spalle. Poi uno dei suoi fratelli ha minacciato il rapper: “Allora bastardo, non uscirai vivo di qui finché non ci dirai la verità!”

Nel corso della conversazione, che doveva essere negoziata su come dividere il lavoro di Ferchichi e Abu Shaker, la situazione è diventata ancora più accesa, e Abu Shaker ha fracassato una bottiglia d’acqua in faccia alla star del palcoscenico e ha lanciato una sedia a lui. . Come spiegò con calma: “Prima mi scopo tua madre, poi mi scopo tuo padre, poi mi scopo i tuoi figli e quando avrò finito ti scoperò.” In generale, Bushido doveva rimanere in ufficio per quattro ore e mezza.

La registrazione audio a disposizione di Stern ora dipinge un quadro completamente diverso: si può sentire come ogni persona si saluta in modo amichevole. Manca completamente la minaccia del fratello di Abu Shaker, dopo sei minuti si sente solo una breve richiesta e nessuno gli risponde. Così come i corridoi di Arafat in cui si trovava Bushidos genitori Offeso, non poteva essere ascoltato. Ma invece il seguente:

“Hai seppellito tuo padre. Hai seppellito tua madre.”

Bushido dovrebbe chiamarlo “amico di vita” e “fratello” nella registrazione. Viene due volte secondo il rapporto uomini Nella stanza c’era un cameriere dell’Arafat’s Café, e di nuovo l’amico d’infanzia di Abu Shakir, Visel Kelish, con il quale era in corso un’accesa discussione. Tuttavia, Bushido non è coinvolto in modo udibile in questo. Non riesco a sentire il rumore di chiusura o addirittura bussare alla porta dell’ufficio che dovrebbe essere chiusa. Infine, si sentono due fratelli Abu Shaker che chiedono la riconciliazione tra Arafat e Bushido:

Dopodiché, si sente uno schiaffo e la registrazione audio termina dopo circa due ore invece delle quattro e mezza come sostiene Bushido. Almeno se il documento audio non è stato in alcun modo manomesso.

Gli scienziati forensi hanno verificato l’autenticità della registrazione

La registrazione è stata fatta in segreto e quindi illegalmente, e quindi non dovrebbe essere utilizzata come prova in tribunale. Tuttavia, può aiutare a chiarire il caso, poiché sottolinea che Bushido ha completamente mentito alla corte e al procuratore generale.

Diverse registrazioni illegali sono già state ascoltate nel processo e la registrazione in questione sarà presto presentata agli investigatori, con “Stern” che continua.

Tuttavia, la domanda fondamentale è se la registrazione sia reale e non sia stata abbreviata o manomessa in altro modo. Una prova che un giornale fornisce credibilità è legata al contenuto. Il modo in cui Ali Bomay ha chiamato Arafat e ha denunciato un’operazione alla polizia può essere ascoltato in un concerto alla Columbia Hall di Berlino. Il codice temporale corrisponde all’ora dell’operazione di polizia.

Ma non è tutto: il famoso scienziato forense ed esperto di registrazioni audio è stato consultato da “Stern”, che si occupa di analizzare Ci sono voluti 24 giorni. Ha trasmesso la sua sentenza come segue:

“Non possiamo trovare alcuna indicazione che qualcosa sia stato rimosso o aggiunto in nessuno dei modelli di analisi utilizzati”.

Né Abu Shakir né Bushido avrebbero risposto alle domande sul meraviglioso post. Tuttavia, Bushido ha parlato più volte al pubblico del presunto corso degli eventi. Non c’è solo il documentario “Uncensored – The Reality of Bushido”, ma anche diversi servizi televisivi a figura intera. Alla fine del 2021, Bushido può anche essere visto in quasi tutte le riviste annuali, tra cui “People. Pictures. Emotions” con Günther Jauch.

Bushido insiste sulla sua storia

Anche un padre di sette figli ha commentato la sua storia su Instagram dopo la pubblicazione dell’articolo di Stern. In esso insiste: “Rimango fedele agli eventi del 18 gennaio 2018.” Ha anche messo in dubbio l’autenticità della registrazione: “È molto sorprendente che una registrazione appaia improvvisamente quasi un anno e mezzo dopo l’inizio del processo e che questa registrazione non sia stata portata in giudizio dall’imputato, ma sia trapelata al volontà di “Stern”.

Bushido prende posizione sulla registrazione audio che è emersa.

Bushido prende posizione sulla registrazione audio che è emersa. Foto: screenshot / Instagram / bush1do

Tuttavia, è anche certo: Se l’audio fosse effettivamente reale e non manomesso, la reputazione di Bushido sarebbe quasi distrutta. Perché non solo avrebbe mentito alla corte, ma anche alla sua stessa bugia fan E molte produzioni televisive. La sua protezione della polizia, che rivendica per paura delle ritorsioni della famiglia Abu al-Shaqar e dei costi ad essa associati, non deve essere in alcun modo giustificata.

Il processo dovrebbe continuare presso il tribunale distrettuale di Berlino il 9 febbraio. Watson sarà anche lì di nuovo dal vivo e riferirà su come continueranno le trattative e quale ruolo avrà la colonna sonora esplosiva in esse.

(cfr)