Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Seller Capital Group?: Titoli bancari sotto pressione

Stato: 04/12/2022 12:09

Oggi le azioni di Deutsche Bank e Commerzbank sono sotto pressione. Il motivo: dopo l’uscita dell’hedge fund statunitense Cerberus, le due istituzioni hanno perso un altro importante investitore.

Le azioni di Deutsche Bank sono scese fino al 10,3 percento al mattino. A volte le azioni di Commerzbank hanno perso quasi il nove percento. Il motivo è la vendita di azioni per miliardi di dollari da parte di un investitore precedentemente sconosciuto.

Probabile per il venditore Capital Group

Ieri sera, la banca d’affari Morgan Stanley ha messo due blocchi di azioni in due grandi banche tedesche, ognuna delle quali possiede più del cinque per cento, che provenivano dallo stesso investitore senza nome. Tuttavia, solo i gestori patrimoniali statunitensi Blackrock e Capital Group hanno segnalato partecipazioni in Deutsche Bank e Commerzbank di queste dimensioni.

La maggior parte delle partecipazioni di Blackrock sono in Exchange Traded Fund (ETF), che replicano uno dei principali indici azionari. Pertanto, i singoli articoli di queste dimensioni non possono essere venduti senza ulteriori indugi.

Quindi è probabile che il venditore sia il Capital Group, uno dei maggiori investitori al mondo con quasi 2 trilioni di dollari di asset in gestione. Il gestore patrimoniale con sede a Los Angeles ha aumentato la sua partecipazione in Deutsche Bank a oltre il cinque percento a novembre. Detiene una partecipazione altrettanto ampia in Commerzbank, che è quotata su MDAX, da ottobre 2020.

Anche il Gruppo Capital, che generalmente non commenta i propri impegni, ha voluto commentare l’offerta. Secondo la legge tedesca sulle società finanziarie, in questi casi le notifiche dei diritti di voto ufficiali sono dovute entro pochi giorni.

READ  Maggiore domanda: grande potenziale di idrogeno: ecco come Plug Power vuole aumentare la quota di mercato | newsletter

Accetta sconti a prezzi elevati

Anche la reazione dei prezzi è stata molto forte poiché l’investitore ha accettato le riduzioni di prezzo più elevate all’uscita. Secondo la banca autorizzata, 116 milioni di azioni di Deutsche Bank devono essere vendute per almeno 10,98 euro, quasi l’8% in meno rispetto al prezzo di chiusura di Xetra lunedì. 72,5 milioni di banconote Commerzbank dovevano essere collocate a 6,55 euro ciascuna, sei per cento in meno rispetto al precedente prezzo di chiusura. In generale, le vendite avrebbero dovuto pagare all’investitore un totale di 1,75 miliardi di euro.

Secondo Bloomberg News, tutti i giornali sono stati collocati. La domanda è sempre stata molto più alta dell’offerta. In mattinata, i corsi azionari delle due banche sono scesi al di sotto del limite di vendita dell’investitore.

Le due banche hanno affermato in modo quasi identico che un’uscita degli investitori non cambierebbe le rispettive strategie. “Il modello di business e la gestione del rischio della banca si sono dimostrati validi in tempi difficili”, hanno affermato i portavoce di Deutsche e Commerzbank. Entrambi hanno indicato un inizio anno promettente.

Cerbero si ritirò all’inizio dell’anno

Prima dell’inizio della guerra in Ucraina, i titoli finanziari si erano comportati relativamente bene: l’imminente spostamento dei tassi di interesse tendeva a avvantaggiare le banche perché potevano essere raccolti spread maggiori tra i tassi di investimento e quelli sui prestiti.

All’inizio di quest’anno, l’hedge fund statunitense Cerberus Ha venduto grandi porzioni delle sue azioni in Deutsche Bank e Commerzbank Attualmente possiede meno del tre per cento di entrambe le banche. Secondo gli addetti ai lavori, Cerberus ha scommesso su una fusione bancaria, una scommessa che non ha funzionato. Nessuno dei due è nato dalla grande fusione tra le due casatedi cui si è parlato più volte, e non vi è stata alcuna fusione con un istituto estero.