Scoperta della NASA sul Pianeta Rosso: un buco su Marte potrebbe garantire la sopravvivenza degli astronauti

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Nella zona del vulcano spento Arsia Mons, parte del gruppo vulcanico Tharsis Montes su Marte, il Mars Exploration Orbiter ha scoperto un misterioso fenomeno geologico: un cratere di pochi metri di diametro e profondo circa 178 metri. Il cratere è stato fotografato il 15 agosto 2022. Quest’area, con una superficie di migliaia di metri quadrati, era originariamente caratterizzata da un’intensa attività vulcanica. L’area è interessante per la NASA perché contiene molti altri misteri.

Alcuni scienziati sospettano che il buco potrebbe essere l’ingresso di un tubo di lava sotterraneo. Questi tubi di lava, che potrebbero essersi formati da precedenti colate di lava su Marte, sono di grande importanza per la futura colonizzazione marziana. Probabilmente fornirebbe protezione dal duro ambiente di Marte, comprese le radiazioni solari mortali, le fluttuazioni estreme della temperatura e le tempeste di polvere. Inoltre, questi tubi di lava potrebbero contenere depositi d’acqua che potrebbero essere cruciali nella ricerca della vita extraterrestre.

Sperando di scoperta su Marte: La vita sul pianeta rosso sarà presto possibile?

Il cratere è stato scoperto nel 2022 dal Mars Reconnaissance Orbiter

DPA, A3077 EPA NASA

Tuttavia, le immagini del cratere mostrano una parete laterale illuminata, suggerendo che potrebbe trattarsi semplicemente di un cratere cilindrico senza alcun collegamento con i tubi di lava. Tali crateri, simili a quelli trovati nei vulcani hawaiani, sono formati da collassi vulcanici piuttosto che da colate di lava.

L’esatta natura di questo buco non è ancora chiara. Può essere l’ingresso di un tubo di lava o di un cratere vulcanico isolato. Sono necessarie ulteriori ricerche per risolvere questo enigma. Almeno indica l’attività vulcanica sul pianeta rosso. Esplorare queste strutture è importante non solo per comprendere la storia geologica di Marte, ma anche per pianificare le future missioni su Marte e la possibile colonizzazione del Pianeta Rosso.

Vita su Marte: Umidificatore per l’agricoltura del pianeta rosso

Related articles

Il bilancio delle vittime dell’ondata di caldo in Italia

Pagina inizialePanoramastava in piedi: 18 luglio 2024 alle 15:57Da: Paolo Luca SchneiderPremeredivisoL’ondata di caldo in Italia sta mettendo...

Enormi perdite di posti di lavoro nel settore automobilistico: “Bosch deve lottare”

Home pageun lavorostava in piedi: 18 luglio 2024, 15:18da: Katharina BewsInsisteDivideBosch ha dovuto tagliare migliaia di posti di...

Vita sulla Terra: i primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa

Scienze sviluppo I primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa...