Dicembre 8, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sconvolti gli eredi di Collina: come Felix Zuer ha perso il suo buon equilibrio

Gli eredi di Collina sono sconvolti
Come Felix Zuer ha perso il suo buon equilibrio

Scritto da Alex Feuerradt

BVB perde contro il Bayern – L’arbitro Felix Zoer è apertamente criticato, soprattutto per la decisione di rigore del Monaco. In effetti, l’arbitro farebbe meglio a mantenere la sua serie generosa, che è stata effettivamente positiva per la partita.

Dopo la sconfitta per 2:3 in casa contro il Bayern Monaco, la rabbia del Borussia Dortmund nei confronti dell’arbitro Felix Zoer era troppo grande. Il BVB si è sentito svantaggiato in situazioni cruciali della partita e ha accusato l’arbitro di “squilibrio” nella conduzione del gioco, ha detto il direttore sportivo Michael Zorc a “Kicker”. “Ha deciso la partita alla fine perché non aveva una striscia positiva”, ha detto. “Se fischi o guardi alcune cose, dovrei fare lo stesso dall’altra parte.”

Le critiche hanno acceso principalmente due decisioni del 40enne: quando Marco Reus è caduto dopo 53 minuti in un duello con Lucas Hernandez in area di rigore di Monaco, non c’è stato rigore per i padroni di casa, e nemmeno l’assistente video Tobias Wells. Raccomando una revisione sul campo per cambiarlo. Venti minuti dopo, dopo un fallo di mano di Mats Hummels in area di rigore del Dortmund, Zuer ha inizialmente lasciato che il match continuasse, ma questa volta, consultato il VAR, è andato sullo schermo al limite del campo e ha assegnato al Bayern un rigore la fine. . Robert Lewandowski lo ha trasformato nel gol della vittoria.

Per giudicare queste due decisioni non basta guardarle isolatamente; Devono inoltre essere inseriti nel contesto dell’amministrazione generale della governance. Durante il duello tra Hernandez e Rios, ci sono stati tre contatti con il capitano del BVB che si occupa di palla: si è passato la mano sulla schiena e si è toccato leggermente polpaccio e piede. Zuwer si era accorto, come aveva dichiarato in un’intervista alla stazione “Sky”, della spinta contro la parte superiore del corpo, che tuttavia non considerava punitiva. Il VAR ha negato che ci fossero stati ulteriori contatti.

Il fatto che Reus non abbia ricevuto una sanzione era giustificato…

Anche se questo non può essere conciliato con le immagini, si può dire che l’arbitro ha notato le basi di questo duello. “Per me la situazione non è bianca o nera, ma un duello duro”, ha detto. “Ho deciso contro un rigore a causa della mia serie generosa nel gioco.” Una decisione giustificata e comprensibile che Zuer ha preso nel contesto della sua gestione: ha lasciato che si svolgesse il gioco frenetico e un certo grado di duello impegnativo, che ha portato al flusso del gioco. In situazioni di confine, di solito decide di lasciare andare il gioco.

Quindi anche in questo caso. C’erano anche motivi per un fischio di rigore se i contatti provocati da Hernandez fossero considerati la causa della caduta di Reus. Il fatto che Zuer non l’abbia fatto, si adattava alla sua linea nella valutazione del duello. Inoltre, qualcosa a malapena ha avuto un ruolo nella recensione mediatica della partita subito dopo la partita, ma è successo il giorno successivo: poco prima del duello tra Hernandez e Rios, Erling Haaland era solo un fuorigioco, che la squadra arbitrale credeva. Tuttavia, Field è rimasto nascosto.

…il fuorigioco di Haaland avrebbe comunque impedito la punizione

Ciò significa che anche se Felix Zoer avesse riconosciuto un rigore, il VAR avrebbe corretto quella decisione a causa del fuorigioco dell’attaccante del Dortmund, ha dichiarato domenica Jochen Dreis, project manager del VAR della Federcalcio tedesca. Spiegazione del sito. Perché l’infiltrazione criminale di Haaland è avvenuta prima della scena del duello. Ma senza penalità e senza interferenze VAR, l’assistente video Wells non ha dovuto controllare la scena per una possibile intrusione.

Così è successo che non c’erano immagini con linee di intrusione calibrate da Colonia. Poiché la posizione si è rivelata molto ristretta, non era chiaro a occhio nudo se Haaland fosse messo da parte o meno. Diverse stazioni televisive non hanno mostrato la situazione furtiva con la propria animazione fino a domenica, prima che Jochen Dreis confermasse ufficialmente questo fatto con il suo annuncio. Questo alla fine ha trasformato una scena nell’area grigia in una in cui non c’era apprezzamento. Se questo fosse stato spiegato prima, avrebbe potuto smorzare un po’ l’eccitazione.

Hummels Handball: Calcio di Punizione Pro e Contra

Questo lascia la pallamano di Mats Hummels. Se lo si guarda isolatamente, ci sono senza dubbio buone ragioni per valutarlo come un reato penale: il difensore del Dortmund “è andato con il braccio davanti a un movimento attivo alla palla e l’ha giocata con il gomito”, come ha descritto Jochen Dreis esso. l’operazione. La posizione del braccio è “classificata come anormale”. Così l’ha vista lo stesso Zuer, che ha dichiarato di aver consultato il VAR perché ha notato la pallamano in campo, ma non quanto Hummels abbia “allungato” il braccio fuori dal corpo. Quindi alla fine si è trattato di una revisione sul campo e di una decisione sulla sanzione.

Tuttavia, ci sono anche controargomentazioni. Drese, ad esempio, sostiene che Hummels “non ha guardato la palla nel momento in cui ha toccato la palla” e che “è stato disturbato anche da un altro compagno di squadra” – oltre che dall’avversario Thomas Muller, a cui vanno aggiunti entrambi. Soprattutto, però, si può sottolineare che da questa stagione il fattore intento è diventato più importante nella valutazione dei giochi di mano – e che Mats Hummels ha fallito un tentativo di testa piuttosto che avere l’intenzione di colpire la palla con il braccio per manovrare fuori dall’area di gioco. area di rigore.

Nel primo turno di questa stagione, c’è stata una scena simile nella partita tra 1. FC Köln e Hertha BSC, dove Rafael Cheekos del Colonia ha colpito di testa la palla dopo un cross di Berlino e l’ha portata in porta con l’avambraccio. All’epoca c’era anche una revisione in campo, ma l’arbitro Robert Hartmann, che ha permesso a Zwair come il compagno di squadra Zuer di continuare a giocare in campo, ha deciso contro un rigore perché non voleva stabilire alcuna intenzione, ha semplicemente fallito. prova a testa. Una decisione che è stata accettata come giustificazione dalla direzione sportiva degli arbitri della Bundesliga.

Non concedere il rigore era più appropriato per la linea di Zuer

Anche Felix Zuer avrebbe potuto beneficiare di tale apprezzamento – e avrebbe avuto senso, anche perché in precedenza ha utilizzato più volte questo margine di manovra nell’interesse del calcio. Soprattutto nelle scene al limite o sfocate in area di rigore, lascia sempre andare il gioco; Oltre al duello tra Hernandez e Reus citato, il braccio di Hummels contro Leon Goretzka nell’area di rigore del Dortmund e un fallo di mano di Alfonso Davies nell’area di rigore del Bayern, entrambi nel primo tempo. Questa serie è stata positiva per il gioco, l’equilibrio che ne è derivato ha portato all’accettazione da entrambe le parti.

Sarebbe stato meglio attenersi alla decisione presa in origine dopo la pallamano di Hummels – possibile anche dopo revisione, ammissibile da protocollo, ma assolutamente non obbligata – e se necessario mancanza di intento e analoga scena di riferimento dalla partita di Colonia. In questo modo, verrà mantenuto l’equilibrio e la linea rimarrà rigorosa quando si utilizza il range discrezionale. Dopo la partita, Felix Zuer non sarebbe stato così rimproverato come adesso.

Jochen Dreis ammette anche di poter capire se la valutazione della pallamano corrisponde alla serie complessivamente generosa dell’arbitro. Nonostante sia stato poi decretato che la pallamano era stata giudicata un reato penale, se si “guarda la situazione in isolamento”, si può certamente leggere da questa dichiarazione che l’amministrazione sportiva dell’arbitro avrebbe avuto ragione se avesse preso una decisione diversa. Certamente anche perché non solo avrebbe guadagnato più consensi tra i Dortmunders molto tempo fa. E l’accettazione è una risorsa particolarmente preziosa per le parti neutrali.

READ  Mick Schumacher è già uscito?